• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Milan-Juventus, Deschamps: "Menez può decidere ogni match. Pogba è tornato grande"

Milan-Juventus, Deschamps: "Menez può decidere ogni match. Pogba è tornato grande"

Il commissario tecnico della Francia 'consiglia' Coman: "Forse è meglio andare altrove per giocare di più"


Jeremy Menez (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

19/09/2014 08:00

MILAN JUVENTUS DESCHAMPS CT FRANCIA INTERVISTA MENEZ POGBA COMAN / PARIGI (Francia) - Milan-Juventus, anticipo serale della terza giornata del campionato di Serie A, avrà uno spettatore d'eccezione: Didier Deschamps. Il commissario tecnico della Francia coglierà l'occasione per monitorare le prestazioni di Jeremy Menez, Paul Pogba e Kingsley Coman. Vi riportiamo alcuni passaggi della sua intervista a 'La Gazzetta dello Sport':

MILAN-JUVENTUS - "Non riesco a vedere tutto del campionato italiano, ma credo proprio che Milan-Juventus non me la perderò".

MENEZ - "Il gol di tacco? Non ho bisogno di vedere certe cose, lo conosco già... Lui quei colpi li ha sempre avuti. Se vuole, può fare la differenza in qualunque partita. Falso nove? A 17 anni nel Sochaux faceva proprio la punta centrale. Non so se sia il ruolo più adatto a lui. Jeremy veniva da 6 mesi difficili al Psg e aveva bisogno di ritrovare fiducia, serenità e continuità. Se il Milan sarà stata una buona scelta si potrà dire solo fra un po’".

POGBA - "Al Mondiale Paul era arrivato stanco a livello mentale, nervoso per le troppe pressioni. Un ragazzo così va aiutato, protetto. A settembre, invece, l’ho ritrovato in grandi condizioni fisiche. Ha talmente tanta fantasia 'naturale' che qualunque cosa gli riesce facile. Paul ha tutto quello che deve avere un giocatore moderno di livello internazionale e giocare con uno come Pirlo lo può aiutare a crescere ancora. Deve capire che un gesto tecnico non deve essere fine a se stesso".

COMAN - La chiosa finale è dedicata al baby prodigio bianconero, al quale Deschamps dà un consiglio di calciomercato: "È giovane... La scelta di lasciare il Psg per la Juventus? Guadagnerà di più, a quell’età si guarda anche a quello. A 18 anni per crescere è importante giocare, avere un buon minutaggio: non so se alla Juve per lui sarà così facile. In caso contrario, sarà meglio andare a trovare spazio altrove e poi tornare".

Entra a far parte della nostra cerchia, Clicca G+




Commenta con Facebook