• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > Calciomercato, da Ronaldo a Diego Costa: Jorge Mendes è il re della Champions League

Calciomercato, da Ronaldo a Diego Costa: Jorge Mendes è il re della Champions League

Il potente capo della Gestifute potrebbe schierare una formazione con tutte le sue stelle


Jorge Mendes (Getty Images)
Marco Di Federico

16/09/2014 09:20

CHAMPIONS LEAGUE REAL MADRID RONALDO MOURINHO MENDES / ROMA - Inizia oggi con le prime gare della fase a gironi la Champions League 2014/15. L'ex Coppa dei Campioni è da anni diventata la vetrina più importante a livello di club per squadre e calciatori: è nell'Europa che conta che si diventa grandi e, perché no, anche molto ricchi. Ed in Champions League oggi una squadra potrebbe schierata solo con i giocatori assistiti da Jorge Paulo Agostinho Mendes, 48 anni di Lisbona, uno degli agenti più potenti del calciomercato europeo. Se non il più potente, tanto da essere stato insignito per 3 volte del Globe Soccer Award, una sorta di Pallone d’oro degli agenti.

Come evidenzia oggi la 'Gazzetta dello Sport', la Gestifute, la sua agenzia, solo quest'estate ha venduto calciatori per un valore di circa 300 milioni di euro. Più 50 milioni raccolti in commissioni. Il valore dei suoi assistiti viaggia sui 580 milioni di euro. Nell'ultima sessione di mercato ha portato a termine 5 dei 7 colpi più cari: James Rodriguez (80 milioni), Di Maria (70), Mangala (40) e Diego Costa (38), più il prestito oneroso al Manchester United di Radamel Falcao che, con l'obbligo di riscatto, dovrebbe aggirarsi su una spesa complessiva da 65-70 milioni di euro. Qualche altro nome? Tra le sue stelle ci sono personaggi del calibro di Cristiano Ronaldo, Josè Mourinho, Danny, De Gea, Moutinho, Pepe, Coentrao, Carvalho, Scolari e Nani. In tutto circa 90 assistiti.

Tutto è iniziato nel 1996. Figlio di un dipendente dell’impresa petrolifera statale, dopo una carriera da ala sinistra in 3ª serie portoghese fra Vianense, Caminha e Lanheses a 30 anni Mendes decide di chiudere con il calcio giocato, apre una videoteca e due discoteche a Viana e a Caminha sul Minho, dove una sera conosce Nuno Espirito Santo, allora 22enne portiere del Vitória Guimarães, oggi tecnico del Valencia. Il trasferimento di Nuno al  Deportivo La Coruna per quasi 3 milioni di euro cambia la vita di Mendes. E del calcio mondiale.




Commenta con Facebook