• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Calcio e social > Napoli, da De Laurentiis a Benitez: per i tifosi tutti colpevoli

Napoli, da De Laurentiis a Benitez: per i tifosi tutti colpevoli

Clima teso intorno alla squadra azzurra dopo la sconfitta contro il Chievo


Benitez e De Laurentiis (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

15/09/2014 19:45

NAPOLI DE LAURENTIIS BENITEZ TIFOSI CHIEVO / NAPOLI - Alla vigilia della sfida con il Chievo, Rafa Benitez aveva chiesto l'unità dell'ambiente: dopo la sconfitta contro i veneti, il tecnico è stato accontentato ma non certo come immaginava lui. Le ultimissime calcio Napoli evidenziano, infatti, una critica unanime alla squadra azzurra: presidente, allenatore, calciatori, tutti sul banco degli imputati dopo l'inattesa sconfitta contro i eventi che non ha fatto altro che da detonatore a un ambiente che già ribolliva dopo le delusione del calciomercato e quella ancor più cocente dell'eliminazione dalla Champions League ad opera dell'Athletic Bilbao. 

Se contro gli spagnoli sul bando degli imputati era finito sopratutto Lorenzo Insigne (ieri invece applaudito alla sua uscita dal campo), ora è Aurelio De Laurentiis il protagonista principale della contestazione dei tifosi. Già nel corso della gara contro il Chievo in Curva A è apparso uno striscione che non lascia dubbi: "A detta tua l’Europa League è una misera coppetta, ma ti presenti in Champions da semplice squadretta. Vogliamo lo scudetto o sarà un anno maledetto".

E ancora un altro striscione contro il presidente è comparso nel settore Distinti: "I palloni te li abbiamo ben pagati, i nostri sacrifici mai ricompensati?". Anche sui social le critiche non si contano e il patron azzurro è invitato ad andare via con l'accusa di non aver speso per il mercato e soprattutto di aver fatto promesse non mantenute.

Ma di certo i tifosi non assolvono Benitez: le sue 'vacanze' alla vigilia della sfida contro la formazione di Corini non sono state certo ben accolte dai sostenitori partenopei che accusano lo spagnolo per l'utilizzo sempre dello stesso modulo e per la posizione in campo di Hamsik. 

Già proprio lo slovacco ha ormai quasi stancato il popolo partenopeo: la sua involuzione sembra non aver fine e il credito accumulato in sette anni giocati alla grande sta ormai terminando. Già terminato invece quello nei confronti di Albiol e Callejon: dopo una buona stagione discreta (ottima per l'esterno), l'inizio della seconda è stata costellata di errori in serie e il pubblico del 'San Paolo' non ha intenzione di fare più sconti. Lo si vede anche su Twitter dove compaiono post contro i due ("Albiol ha deluso parecchio e non da ieri" scrive @vinborriello). 

Insomma, l'unità invocata da Benitez c'è stata, ma contro tutti gli elementi della squadra: presidente, allenatore, giocatori, nessuno è uscito indenne da questo inizio di stagione deludente. A loro toccherà riconquistare la fiducia dei sostenitori partenopei che però l'obiettivo lo hanno chiaro in mente: questa volta la coppa Italia non basterà, senza scudetto sarà una stagione fallimentare. 




Commenta con Facebook