• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI REAL MADRID – ATLETICO MADRID

PAGELLE E TABELLINO DI REAL MADRID – ATLETICO MADRID

Arda Turan decide il derby al Bernabeu! Inutile il momentaneo pari su rigore di Ronaldo


La festa dell
Davide Ritacco

13/09/2014 22:11

PAGELLE E TABELLINO DI REAL MADRID –ATLETICO MADRID / MADRID  – Tiago apre subito con la specialità della casa dell’Atletico: su calcio piazzato. C. Ronaldo si procura e pareggia su rigore ma nel momento migliore Arda Turan regala la vittoria ai colchoneros. Bene Moyà e Juanfran nell’Atletico. Male Benzema e James Rodriguez.

 

 

REAL MADRID

Casillas 6 – Ieri ha festeggiato i suoi 15 anni con la camiçeta blanca e lo fa nel peggiore dei modi subendo due gol e uscendo sconfitto nel derby. In pratica per tutta la gara non effettua nemmeno una parata eppure esce sconfitto.


Arbeloa 6,5 – Ottima prestazione del terzino scelto da Ancelotti per arginare le folate dell’Atletico. Gioca una gara perfetta per un’ora poi cala nel finale e viene anche ammonito. 77’ Varane s.v.


Pepe 6 – Grande intelligenza tattica e sagacia. Il solito Pepe sarebbe caduto in qualche trappola o ci si sarebbe aspettato qualche colpo scorretto contro Mandzukic invece tutto bene fino al secondo gol dell’Altetico.


Sergio Ramos 5,5 – Si fa beffare dalla finta di Garcia in occasione del gol di Arda. Ma per tutta la sera non gioca con il solito piglio e precisione. Soffre l’atmosfera forse perché non è ancora la top.


Coentrao 6 – Dalla sua parte resta il padrone per un’ora poi Juanfran si sveglia e con un paio di discese fa scendere anche il voto del portoghese.

 

Modric 5,5 –  La sua qualità non è sempre messa a servizio della squadra come accadeva la scorsa stagione. Ancora da cementare l’affiatamento con Kroos. Viene anche ammonito.

 

Kroos 6 – Di sicuro non è Xabi Alonso ma come intelligenza tattica e posizionamento non è secondo a nessuno. Il campione del mondo deve ancora adattarsi alla Liga e calarsi bene nel Real Madrid ma non sfigura.


Bale 5,5 – Forse è un po’ provato dalla grande prestazione in nazionale. Non regala le solite scorribande dalla sua parte anche perché Simeone su di lui forma una buona cerniera difensiva. Certamente generoso ma poco incisivo. Dal 72’ Isco 5,5 – Nelle intenzioni di Ancelotti c’è la volontà di imporre maggiore qualità e imprevedibilità ma non riesce nel suo intento.

 

 James Rodriguez 5 – Se si fa il paragone con chi è partito per lasciargli il posto c’è da rabbrividire. Di Maria al confronto di questo Rodriguez, l’argentino è di un altro pianeta. Toccherà ad Ancelotti farlo rendere al massimo. In questo momento siamo lontani dal miglior James.

 

Cristiano Ronaldo 7 – Decisamente il migliore. Come sempre da solo regge tutto l’attacco del Real Madrid. Solita forza fisica impressionante. Si è preparato alla grandissima per questo derby ma non è servito. Si procura e realizza il rigore ed è sempre tra i più attivi ma il derby perso e la secondo sconfitta consecutiva per un fenomeno come lui, apre nuove ombre.


Benzema 5 – Il gol sprecato su assist di Ronaldo grida ancora vendetta. Ancelotti lo richiama per dare sazio a Hernandez e il francese è visibilmente frustato per una partita non giocata all’altezza. 64’ Hernandez 5 – Il suo esordio con la maglia del Real Madrid passa inosservato perché lui non fa molto per mettersi in mostra e perché la sconfitta è pesante.

 

All. Ancelotti 6 – Il suo Real gioca per un’ora da Real Madrid ma esce sconfitto dal derby ed è la seconda sconfitta consecutiva che apre ufficialmente un caso. Forse il mercato non ha portato quello che voleva. I campioni d’Europa devono riniziare da capo.

 

 

ATLETICO MADRID

Moyà 7 – Davvero un ottimo acquisto per l’Atletico che ha trovato un portiere affidabile e decisivo raccogliendo alla grande l’eredità di Courtois. Decisivo in almeno tre interventi. Ancora molto istintivo ma capace di fermare attaccanti formidabili come quelli del Real.

 

Juanfran 7 – La sua partita decolla con l’ingresso di Arda. E’ il segnale da parte di Simeone di spingere e lui è il migliore ad interpretare le richieste del mister. Suo l’assist per il gol del raddoppio.

 

Miranda 6,5 – Come sempre ermetico in chiave difensiva. Tiene bene e imposta con la solita e dovuta calma. Di testa, insieme al collega Godin, è spesso insuperabile.

 

Godin 6,5 – Una difesa collaudatissima non poteva certo subire la pressione dei minuti finali. Sono stati già beffati a maggio. Lotta alla pari con Ronaldo e annulla Benzema. Poche sbavature ed ottime chiusure.

 

Siqueira 5,5 – Personalità e gamba di certo non gli manca e potrà raccogliere l’eredità di Felipe Luis. Ronaldo lo punta alla velocità della luce e lui ingenuamente, anziché accompagnarlo sul fondo, lo sfida occhi negli occhi ed esce sconfitto. Rigore e ammonizione per lui.

 

Raul Garcia 6,5 – Intelligenza tattica come pochi nel mondo. Il velo in occasione del secondo gol di Turan è splendido che gli consegna metà del merito. Un giocatore che per Simeone è davvero un tesoro.

 

Gabi 5 – Non è stata la sua serata migliore. Preso in mezzo dalla qualità del Real soffre e viene anche ammonito. Quando Simeone lo richiama la partita cambia volto. E’ la mossa decisiva. Ma alla fine festeggia anche lui. 60’ Arda Turan 7 – Decisivo come pochi. Entra e tenta subito il colpaccio con un destro che finisce di poco a lato. Poi arriva il gol vittoria. Un cambio straindovinato da parte di Simeone. Il suo ingresso in campo fa cambiare atteggiamento all’Atletico e fa vincere la partita.

 

Tiago 6,5 – Pronti via e l’ex Juventus porta in vantaggio i colchoneros prorpio con l’arma in più dell’Atletico: i calci piazzati. Un colpo di testa da un metro che non lascia scampo a Casillas.  

 

Koke 6 – Si vede poco durante la partita ma il suo lavoro sporco è redditizio e alla fine i risultati si vedono.

 

Raul Jimenez 5,5 – Il messicano non eccelle per giocate ma in area di rigore cerca di essere sempre presente. Si rende protagonista per una trattenuta su di lui da parte di Bale sospetta. Poi esce e lascia il posto a Griezmann. 64’ Griezmann 6 – E’ entrato per dar man forte a Mandzukic ed alzare il baricentro della squadra. Il gol che arriva gli da ragione. Una vittoria arrivata anche grazie a lui.

 

Mandzukic 5,5 – Prezioso sempre nella manovra e come supporto alla squadra ma in realtà non tira mai in porta. Di sicuro Simeone sarà soddisfatto ma un attaccante ha bisogno di sentire la porta per sbloccarsi. Dal 78’ Suarez s.v.

 

All. Burgos (Simeone) 7 – Il cambio di Turan è un segnale chiaro che fa vincere la partita. Un allenatore sempre pieno di risorse. E’ merito suo se stasera incassa tre punti, diventa padrone della città e manda un segnale importante alla Liga. Ah, manda in crisi il Real, forse il merito più grande per i tifosi…

 

Arbitro: Mateu Lahoz 6,5 – Una gara con ben 11 ammoniti un rigore concesso (giusto) e uno dubbio su Jimenez su trattenuta di Bale. Tutto sommato regge all’urto del big match ed esce con una sufficienza piena dal derby.

 


TABELLINO

REAL MADRID – ATLETICO MADRID 1-2

Real Madrid (4-2-3-1):
Casillas; Arbeloa (77’ Arbeloa), Pepe, Sergio Ramos, Coentrao; Modric, Kroos; Bale (72’ Isco), James Rodriguez, Cristiano Ronaldo; Benzema (64’ Hernandez). All.: Ancelotti

 

Atletico Madrid (4-4-2): Moyà; Juanfran, Miranda, Godin, Siqueira; Raul Garcia, Gabi (60’ Arda Turan), Tiago, Koke; Raul Jimenez (64’ Griezmann), Mandzukic (78’ Suarez). All.: Simeone (squalificato, sostituito in panchina dal vice Burgos)


Arbitro: Antonio Miguel Mateu Lahoz

Marcatori: 10’ Tiago (A), 26’ C.Ronaldo (rig.) (R), 76’ Arda Turan (A)

Ammoniti: 19’ J.Rodriguez (R), 22’ Godin (A), 24’ Siqueira (A), 40’ Mandzukic (A), 54’ Gabi (A),63’ Arbeloa (R), 67’ Hernandez (R), 85’ Modric (R), 87’ Miranda (A), 90’ Suarez (A), 92’ Koke (A)

Espulsi: -

 




Commenta con Facebook