• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, patto rossonero: Inzaghi e l''obbligo' della Champions

Milan, patto rossonero: Inzaghi e l''obbligo' della Champions

La dirigenza è stata chiara: bisogna tornare subito tra le prime tre


Filippo Inzaghi (Getty Images)
Jonathan Terreni

10/09/2014 10:17

MILAN PATTO CHAMPIONS INZAGHI / MILANO - Dopo un calciomercato spumeggiante, soprattutto nelle ultime ore,  adesso tempo di fissare gli obiettivi in casa Milan. Gli arrivi di Torres e Bonaventura sono andati a completare una rosa rinforzata già da maggio con l'arrivo dei parametri zero. Balotelli non era indispensabile e alla prima occasione buona ha ricevuto il benservito. Galliani è riuscito a consegnare ad Inzaghi una squadra a sua immagine e somiglianza perchè, con la scelta del nuovo allenatore, si è aperto un nuovo ciclo. Filosofia diversa, modulo moderno e aggressivo e nomi importanti: il tutto per ricostruire un grande Milan.


Come riporta l'edizione di 'Leggo' la dirigenza rossonera, ed in particolare Berlusconi, avrebbero dettato le linee guida della stagione e fissato obiettivi importanti. Per ridare slancio economico e prestigioso al club infatti, Pippo Inzaghi è chiamato al difficile compito di riportare subito la squadra in Champoions League e l'ottimo esordio contro la Lazio ha entusiasmato la piazza. Calma però e Pippo lo sa, perchè c'è da lavorare molto e la concorrenza è agguerrita. Arrivare nelle prime tra già in questa stagione è difficile ma comunque non impossibile; servirà la stagione dove tutto gira bene e un pizzico di fortuna non guasterà. Sicuramente i rossoneri in Europa, anche in quella minore, dovranno tornare senza se e senza ma perchè restare due anni senza coppe, come dichiarato dallo stesso Galliani, sarebbe un suicidio aziendale.


Il presidente Berlusconi intanto cerca di offrire tutto il suo appoggio alla squadra, presentandosi ogni settimana a Milanello, testimonianza di uno spirito ritrovato, come non si vedeva ormai da tempo. E se le cose dovessero andare alla grande a gennaio si potrà tornare ad investire, seppur in maniera contenuta, sul mercato Milan. Inzaghi si deve guadagnare un pò tutto: dalla fiducia agli investimenti, dalla riconferma alla Champions. Quella proprio non deve fallirla.




Commenta con Facebook