• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Norvegia-Italia, Bonucci: "Conte mi dà responsabilità. Balotelli deve capire!"

Norvegia-Italia, Bonucci: "Conte mi dà responsabilità. Balotelli deve capire!"

Il difensore azzurro ha siglato la rete che ha chiuso la partita


Leonardo Bonucci (Getty Images)

09/09/2014 22:55

NORVEGIA ITALIA BONUCCI POSTPARTITA / OSLO (Norvegia) - Leonardo Bonucci è intervenuto ai microfoni di 'Rai Sport' dopo Norvegia-Italia 0-2: "Conosciamo bene Zaza noi in Italia: lo vedemmo l'anno scorso quando portò in vantaggio il Sassuolo contro la Juventus. E' giovane ma già maturo, non fa pesare le responsabilità. Ha tutto per diventare un grandissimo attaccante. Mi piace questo ruolo da leader: Conte mi ha messo in mano tante responsabilità e si sa che mi piace, come ai tempi della Juve. Conte è molto pignolo sulla fase di non possesso, non consente neanche mezzo secondo di relax. Abbiamo avuto poco tempo per oliare i meccanismi di noi juventini, ma con la disponibilità di tutti abbiamo già fatto cose importanti in nove giorni".

BARZAGLI E CHIELLINI - "Ottimi difensori di cui abbiamo bisogno, anche se oggi Ranocchia e Astori hanno giocato una grande partita. Quando conosci già gli automatismi alla perfezione però viene tutto più naturale".

BALOTELLI - "Mario avrà sicuramente visto le partite e rimane un grandissimo giocatore. Se farà quello che gli chiederà il mister potrà diventare un punto di riferimento della Nazionale. Il problema sta a lui, deve capire che c'è bisogno di correre e sacrificarsi anche quando non siamo in possesso palla. Con lui mai nessun tipo di problema: noi sappiamo il suo carattere, a volte io stesso ho cercato di aiutarlo, anche durante il Mondiale. Il carattere è il suo tallone d'Achille, che lo rende forte e fragile al tempo stesso. Se riesce a fare questo salto di qualità può diventare un centravanti di caratura mondiale".

M.T.




Commenta con Facebook