• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > ESCLUSIVO, Ontivero: "Tevez un idolo, Mancini un vero maestro"

ESCLUSIVO, Ontivero: "Tevez un idolo, Mancini un vero maestro"

Il giovane attaccante argentino intervistato, in esclusiva, da Calciomercato.it


Ontivero e Sneijder (Calciomercato.it)
ESCLUSIVO
Daniele Trecca (twitter @danieletrecca)

04/09/2014 10:05

ESCLUSIVO ONTIVERO MANCINI TEVEZ ITALIA/ ROMA - E' stata lunga e movimentata l'estate di Lucas Ontivero che, ma i come quest'anno, ha accarezzato la possibilità di venire a giocare in Serie A. Con il Cagliari era praticamente tutto fatto, mentre negli ultimi giorni di mercato era stato il Cesena a cercarlo, ma alla fine la squadra che lo ha voluto più di tutti è stato il Gaziantepspor. Intervistato in esclusiva da Calciomercato.it, l'attaccante 19enne ha manifestato pochi rimpianti per quanto successo e tanta voglia di dare il suo contributo alla nuova squadra.

Inizia una nuova avventura con la maglia del Gaziantepspor. Quali sono i tuoi obiettivi per questa nuova stagione? 
Sono molto felice e contento. Sono focalizzato al 100% sul Gaziantepspor, perché voglio dare il mio piccolo contributo per questo club che mi ha aperto le porte. Sono stati gentili sin da subito. Il mio obiettivo principale è di giocare più minuti possibili in questo campionato.

Roberto Mancini ti ha fortemente voluto al Galatasaray: cosa hai imparato da un ex grande attaccante come il Mancio?
Roberto Mancini e tutto il suo staff sono le persone che mi hanno insegnato di più in così poco tempo. Loro ti formano tatticamente, ma anche come uomo. Mi hanno dato consigli anche sulla vita fuori dal campo e insegnato a dare il 100% quando si gioca. Ti formano come persona e ti rispettano come tale, mi è dispiaciuto molto che abbiano lasciato il Galatasaray. Ne approfitto per salutare Attilio Lombardo, Fausto Salsano, Ivan Carminati e, soprattutto, il Mancio.

Lo sai che parla sempre bene di te: ti fa piacere?
Se Roberto parla bene di me, mi rende molto felice, però allo stesso tempo mi spinge a migliorare giorno dopo giorno per rendere al massimo.

Quest'anno sei stato vicino all'Italia: ti è dispiaciuto non essere arrivato in Serie A?
Sono molto credente, ammiro Papa Francesco e accetto sempre la volontà di Dio. Arriverà anche il momento di giocare con il mio più grande idolo, Carlitos Tevez (sorride, ndi).

Il comportamento del Cagliari ti ha deluso?
All'inizio mi ha fatto molto male quello che è successo con il Cagliari, però dopo ho capito che quando si chiudono delle porte, ce ne sono altre che si aprono e sono molto felice di quello che sto vivendo e di vestire la maglia del Gaziantepspor.

Un giorno ti piacerebbe venire in Italia?
Giocare in Italia è un sogno, ma lo è anche fare un grande campionato con la mia nuova squadra. Continuerò a lavorare sodo e Dio deciderà se un giorno potrò giocare o no in Serie A.


 

 




Commenta con Facebook