• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > Europa League, il Torino riparte da Spalato

Europa League, il Torino riparte da Spalato

In campo oggi anche Lione, Tottenham, PSV e Villarreal


Giampiero Ventura (Getty Images)
Hervé Sacchi (Twitter: @hervesacchi)

21/08/2014 13:00

EUROPA LEAGUE SPECIALE RNK SPALATO TORINO ALTRE GARE DI OGGI / ROMA - Dopo la brillante prestazione dell'Inter in terra islandese - a cui si è affiancato l'altro anticipo tra Dnipro e Hajduk Spalato - l'Europa League continua la sua programmazione di gare. Il turno è denominato playoff e si traduce al lato pratico in "ultima porta prima della fase a gironi", primo traguardo a cui ambisce anche il Torino che, in serata, sarà di scena a Spalato. Calciomercato.it vi propone questo speciale dedicato alla partita dei granata, a cui si aggiunge una panoramica sulle altre gare della giornata.

RNK SPALATO-TORINO - Non è una gara da dentro o fuori. Ma poco ci manca. Fare bene in terra croata permetterebbe alla rosa di Gianpiero Ventura di poter gestire al meglio i novanta minuti dell'Olimpico, forte di un pubblico che vuole abbracciare l'Europa e, chissà, andare alla caccia di quel trofeo che nel 1992 sfumò all'ultimo contro l'Ajax, in una finale che prevedeva per l'appunto gare di andata e ritorno. All'epoca c'erano Marchegiani, Pasquale Bruno, Cravero, Vazquez, Scifo, Mussi e Lentini, più un giovanissimo Bobo Vieri in panchina. Oggi, i tifosi si aspettano che anche elementi del calibro di Darmian, El Kaddouri, Nocerino e Quagliarella possano diventare tra i grandi protagonisti di questa annata, nel tentativo di avvicinarsi quanto più possibile allo Stadio Narodowy dove si disputerà il 27 maggio 2015 la finale di Europa League. Per fare ciò, bisogna prima uscire indenni dalla trasferta di Spalato, dove il Torino incontrerà non già il blasonato Hajduk (che ieri sera ha perso sul campo del Dnipro 2-1) bensì contro il RNK Spalato, dove RNK sta per "Associazione Calcistica dei Lavoratori". Gente, dunque, che per tradizione è abituata a portare avanti la memoria dei fondatori e lo spirito dei supporters di oggi, attraverso il lavoro e l'impegno, in una parte di Spalato dove il calcio è certamente il primo sfogo dopo le ore passate nei cantieri della città. Una tifoseria operaia per una squadra operaia, la cui storia recente è farcita di discrete soddisfazioni: la società arriva nella massima serie croata nella stagione 2010-11 e subito riesce a piazzarsi al terzo posto, volando ai preliminari di Europa League. Tre anni fa, fu il Fulham a interrompere subito i sogni dei tifosi. E' chiaro che, al di qua dell'Adriatico, ci si augura che sia il Torino a infrangere, nuovamente, i sogni della squadra croata.
Un piccolo appunto sui confronti diretti. Il Toro ha affrontato due squadre croate in passato. Una è la Dinamo Zagabria, battuta sul suo campo 2-1 nel corso dei quarti di Coppa delle Coppe 1964-65 (andata 1-1 a Torino). Nella stagione 1977-78 di Coppa Uefa, sempre contro la Dinamo, il Torino passò il secondo turno grazie al 3-1 di Torino, cui seguì un'inutile sconfitta per 1 a 0 in Croazia. Alcuni anni dopo, nell'annata 1985-86 e sempre nel corso del secondo turno, il Torino giocò a Spalato contro l'Hajduk: dopo il pareggio per 1-1 in Italia, i granata vennero sconfitti 3-1.

LE ALTRE GARE - Altre ventotto partite condiscono la serata di oggi. Si parte alle ore 17 con il Villarreal impegnato in Kazakistan contro l'Astana. Stessa ora, stessa destinazione per il Legia Varsavia che, dopo essere stato estromesso dalla Champions League, deve accontentarsi di continuare il percorso nella competizione sorella e giocarsi la fase a gironi contro l'Aktobe. Alle 18 c'è poi il Tottenham, in campo a Cipro contro l'AEL Limassol. Impegno pomeridiano anche per Twente e Metalist Kharkhiv, che giocano rispettivamente in Azerbaigian (contro il Karabakh) e in Polonia (contro il Ruch). Riprende dal Philips Stadion la corsa del PSV Eindhoven che, dopo aver eliminato gli austriaci del St.Polten, affronta i bielorussi del Soligorsk. Dinamo Minsk e Elfsborg saranno le avversarie delle portoghesi Nacional e Rio Ave, mentre il St.Etienne vola in Turchia per giocarsela contro il Karabukspor. Attenzione anche al Feyenoord, in Ucraina contro lo Zorya, e il Panathinaikos che ospita i danesi del Midtjylland. Tra le big in campo c'è anche il Lione che ospita al 'Gerland' gli insidiosi rumeni dell'Astra Giurgiu, mentre la Real Soeciedad attende i russi del Krasnodar. Trasferta in terra bosniaca per il Borussia Moenchengladbach, oggi in campo contro il Sarajevo, mentre l'Hull City tenterà il colpaccio sul campo del Lokeren, in Belgio.

 




Commenta con Facebook