• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Francia > Psg-Bastia, tutti contro Brandao per la testata a Thiago Motta: ecco cosa rischia

Psg-Bastia, tutti contro Brandao per la testata a Thiago Motta: ecco cosa rischia

Il centrocampista italo-brasiliano ha riportato la frattura del setto nasale


Thiago Motta (twitter.com)
Lorenzo Polimanti e Andrea Corti

18/08/2014 12:54

PSG BASTIA BRANDO TESTATA THIAGO MOTTA / PARIGI (Francia) - E' bufera attorno a Brandao. L'attaccante del Bastia, dopo aver colpito il centrocampista del Psg Thiago Motta con una testata al naso, è finito al centro della polemica con diversi personaggi di spicco del panorama calcistico mondiale che hanno condannato il gesto del brasiliano. Primo tra tutti il presidente del club parigino, Nasser Al Khelaifi, che al termine dell'incontro ha dichiarato: "Ho visto le immagini. Ha atteso Thiago Motta e poi lo ha colpito senza alcun motivo. Mi aspetto una punizione esemplare, deve essere squalificato a vita. Quello che è accaduto è una vergogna per il calcio francese e mondiale e lui non deve più giocare". Dichiarazioni alle quali fanno eco quelle del difensore Thiago Silva che su Instagram ha scritto: "Voglio sapere quante giornate gli daranno. E' un giocatore scorretto. Io ho preso tre giornate per aver toccato l'arbitro due anni fa, ora voglio vedere. Il quarto uomo ha visto tutto". Il tecnico del Bastia Claude Makelele, poi, ha aggiunto: "Se dovesse essere confermata la colpevolezza di Brandao prenderemo sicuramente dei provvedimenti interni. Sarebbe un comportamento indegno di un giocatore professionista". Ed anche il milanista Adil Rami condanna la testata pubblicando un tweet con un cartellino rosso ed il pollice verso per Brandao.

L'unico a schierarsi in difesa dell'attaccante è il compagno Palmieri, che ha spiegato che il centrocampista italo-brasiliano avrebbe insultato a lungo diversi giocatori. Tra cui proprio Brandao, che anche l'anno scorso era stato squalificato per condotta violenta. Ed ora, spiegano in Francia, la sua carriera potrebbe essere giunta ai titoli di coda. Perché il brasiliano, violento recidivo, sarà sospeso dalla federazione francese in attesa della decisione della Commissione Disciplinare che dovrà decidere la sanzione che, con ogni probabilità, sarà esemplare. Escluse denuce da parte di Thiago Motta e Psg, per Brandao potrebbero comunque esserci anche ripercussioni a livello legare, riporta 'gazzetta.it'.




Commenta con Facebook