• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > PAGELLE E TABELLINO DI PAOK SALONICCO-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI PAOK SALONICCO-INTER

Vidic leader difensivo, Icardi non si vede mai. Per i greci, solita prova positiva di Salpingidis, bene Maduro, così cosi Tzabelas.


Nemaja Vidic (Getty Images)
Marco Cattarulla

14/08/2014 21:42

PAGELLE E TABELLINO PAOK SALONICCO-INTER / SALONICCO – L’Inter esce con un magro pareggio da Salonicco e alimenta i dubbi per il preliminare di Europa League. Si salvano solo Vidic, leader indiscusso della difesa, ed Hernanes. Rimandati Icardi, Jonathan, D’Ambrosio e Jesus.  Il Paok conferma la solidità del calcio greco. Salpingidis e Maduro i migliori in campo, steccano Tzabelas e Pareyra, subentrato a un pericoloso Athanasiadis.

 

PAOK SALONICCO

 

Glykos 6 – Serata tranquilla. Sicuro sulla velleitaria conclusione di Hernanes nel primo tempo, rimane spettatore non pagante per il resto della gara.

Kitsolu 6 – Presidia bene la fascia destra, duellando con Nagatomo e spingendo ogni volta ne ha l’occasione. Preziosa spalla per Golasa. Dal 76’ Tzandaris s.v.

Skondras 6 – Serata paradossalmente tranquilla per il centrale difensivo. Controlla bene Icardi e non gli fa toccare palla. Dal 76’ Panagiotoudis s.v.

Katsikas 6 – Anche lui non soffre la pressione nerazzurra. Nemmeno l’ingresso di Osvaldo e Guarin complicano la serata alla difesa greca.

Rat 6 – Mancino puro, mantiene bene la posizione. D’Ambrosio non spinge mai dalla sua parte ma lui si limita a non rischiare. Preciso sui calci piazzati. Dal 67’ Spiropoulos 6 – Cura le avanzate, molto sporadiche, di Jonathan senza affanni.

Golasa 6,5 – La sorpresa della serata. Parte largo a destra e spinge bene, in perfetta sintonia con gli inserimenti di  Kitsolu. Molto preciso sui calci piazzati e sui cross, riesce sempre a prendere il tempo a Nagatomo. Dal 50’ Martens 6 – Entra quando il Paok si limita a mantenere il risultato. Buona vivacità e velocità

Maduro 6,5 – Grande fisicità e posizione per il mediano olandese. Nel primo tempo domina il centrocampo e ribatte ogni tentativo centrale interista. Cala nella ripresa e viene sostituito. Dal 67’ Savvidis 6 – Occupa la stessa posizione di Maduro e controlla la zona senza pericoli.

Tziolis 6 – Parte da interno sinistro e se la vede con Jonathan, pressando l’italo-brasiliano e obbligandolo a continui errori. Non si risparmia negli inserimenti senza palla. Dal 55’ Kace 5,5 – Piedi ruvidi e poca velocità d’esecuzione.

Tzabelas 5,5 – Difensore adattato a centrocampo, affiance Maduro e gioca da filtro. Dal 67’ Vitor 6 – Partecipa al controllo del match, posizionandosi in difesa.

Salpingidis 6,5 – Lo abbiamo conosciuto con la nazionale ellenica e neanche stasera non si smentisce. Grintoso, intelligente, un grande tempismo nelle giocate. Ed è l’uomo più pericoloso nel primo tempo, quando parte in contropiede e chiude l’azione con un gran diagonale che obbliga Handanovic a una grande parata. Dal 63’ Koulouris 5,5 – Difficile rimpiazzare il capitano del Paok. Non si vede mai.

Athanasiadis 6 – Stretto nella morsa del trio difensivo nerazzurro, riesce e ritagliarsi lo spazio necessario per un colpo di testa che però termina ampio sul fondo. Cerca sempre la profondità e obbliga Vidic a un paio di ottimi interventi in chiusura. Dal 34’ Pareyera 5,5 – Osannato dal pubblico di casa, gioca molto distante dalla porta e non conclude mai.

All. Anastasiadis 6 – Il Paok è squadra ben organizzata. Conta sull’esperienza di Maduro e sulle sfuriate del sempre vivo Salpingidis. Se l’Inter non tira praticamente mai in porta, il merito è anche suo e della preparazione perfetta della gara. I suoi sono aggressivi su ogni pallone e dimostrano grande tatticismo. Forse manca qualcosa in fase offensiva.

 

INTER

 

Handanovic 5,5 – Pronti via e smanaccia debolmente un cross dalla destra e per poco non combina un pasticcio. Si riprende e compie la miglior parata della serata sul destro pericoloso di Salpingidis. Dal 67’ Carrizo s.v.

Ranocchia 5,5 – Il Paok non affonda spesso ma lui dà sempre l’impressione di andare in difficoltà se attaccato. Poco puntuale nelle uscite a centrocampo, dove rimedia il cartellino giallo per un duro intervento.

Vidic 6,5 – Il granitico serbo è il migliore del pacchetto arretrato. Gioca d’anticipo, manovra la difesa e tenta anche di impostare. Una grande conferma. Dal 67’ Andreolli s.v.

Juan Jesus – 5 Nemmeno la presenza di Vidic riesce a dare tranquillità al brasiliano. Spesso fuori posizione, si fa anticipare ed è troppo falloso. In una difesa a tre, dovrebbe scalare più spesso per coprire le sortite di Nagatomo ma è troppo lento e timoroso. Dall’85’ Silvestre s.v.

D’Ambrosio 5 – L’ex granata dovrebbe portare freschezza e corsa sulla corsia sinistra. Invece l’esterno di Mazzarri non trova mai l’intesa con Jonathan e subisce la pressione greca. Rischia con una spinta in area ai danni di Athanasiadis. Dal 55’ Osvaldo 6 – Tenta di mettersi in luce con qualche finezza e tanto movimento. Con lui il campo l’Inter acquista peso in attacco, ma le ruggini della preparazione si vedono.

Jonathan 5,5 – Mazzarri insiste nel farlo giocare nei tre centrocampisti centrali, posizionadolo interno destro. Non ha il passo, tantomeno la velocità di giocata, finendo con il perdere troppi palloni. Con l’ingresso di Osvaldo torna nella sua posizione originale e compie alcune buone chiusure.

M’Vila 6 – L’ex Rubin Kazan non è ancora al 100% e si vede. La presenza in mezzo al campo però si sente, gioca con esperienza e chiude le numerose falle che l’Inter lascia a centrocampo.

Kovacic 5 – Ancora incompiuto. Dovrebbe far cambiare passo alle azioni offensive nerazzurre ma non trova mai la posizione, pestandosi spesso i piedi con Hernanes. Si fa ammonire per un fallaccio da dietro, frutto di una chiara frustrazione.

Nagatomo 5,5 – Rimane schiacciato tra i due esterni del Paok. Prova a spingere ma arriva sempre in affanno. Tenta la fortuna con un sinistro che si spegne alto sopra la traversa. Dal 78’ Obi s.v.

Hernanes 6 – Il brasiliano dovrebbe appoggiare Icardi e dettare l’ultimo passaggio. Tende invece ad arretrare per trovare palloni giocabili e finisce con l’imbottigliarsi nelle maglie del pressing greco. Il tocco è sempre lo stesso, la condizione pare sia buona, purtroppo predica nel deserto. Dal 78’ Guarin s.v.

Icardi 4,5 – Inizia come unico riferimento offensivo e, a parte un fraseggio con Hernanes nei primi minuti, non la becca mai. Con l’ingresso di Osvaldo ci si aspettava un poco più di movimento, ma riesce solo a finire un paio di volte in fuorigioco. Ha tremendamente bisogno di una spalla.

All. Mazzarri 5 – In attesa di Medel e Palacio, il tecnico schiera la miglior Inter che ha a disposizione e probabilmente quella che esordirà nei preliminari di Europa League. Icardi è sempre troppo isolato e Kovacic sta diventando un problema non da poco. Gli esterni faticano troppo ma il rientro di Dodò sicuramente darà ossigeno alla manovra. La lettura della partita non è granché, il gioco si accentra troppo e si creano mischie a centrocampo che non fanno altro che facilitare il gioco difensivo del Paok. Jonathan interno di centrocampo è un esperimento oramai superato e fallito. Urgono idee.

 

Arbitro: Tritsonis  6 – Partita tutt’altro che amichevole, animi accesi sin dalle prime battute. Punito con il cartellino giallo una manata di Athanasiadis ai danni di Ranocchia. Entrata dubbia di D’Ambrosio sempre sulla punta greca, la spinta da dietro c’è. Ammonito Kovacic per un intervento duro su Golasa, decisione corretta. Il secondo tempo inizia con lo stesso marchio di fabbrica. Spazi stretti e grande pressing. Ammonito M’Vila per un’entrata in ritardo su Salpingidis. Corretta l’ammonizione per  Ranocchia per un intervento duro a centrocampo.

 

TABELLINO 0-0

 

PAOK SALONICCO-INTER

 

Paok Salonicco (4-5-1): Glykos; Kitsolu (dal 76’ Tzandaris), Skondras (dal 76’ Panagiotoudis), Katsikas, Rat (dal 67’ Spiropoulos); Golasa (dal 50’ Martens), Maduro (dal 67’ Savvidis), Tziolis (dal 55’ Kace), Tzabelas (dal 67’ Vitor), Salpingidis (dal 63’ Koulouris); Athanasiadis (dal 34’ Pareyra) All.: Anastasiadis.

Inter (3-5-1-1): Handanovic (dal 67’ Carrizo); Ranocchia, Vidic (dal 67’ Andreolli), J. Jesus (dall’85’ Silvestre); D’Ambrosio (dal 55’ Osvaldo), Jonathan, M’Vila, Kovacic, Nagatomo (dal 78’ Obi); Hernanes (dal 78’ Guarin); Icardi.  All.: Mazzarri.

Arbitro: Tritsonis

Marcatori: -

Ammoniti: 15' Tzabelas (P), 44’ Kovacic (I), 48’ M’Vila (I), 67’ Ranocchia (I)

Espulsi: -




Commenta con Facebook