• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > I CRAQUE DEL MOMENTO - Fiorentina, Babacar l'arma in più

I CRAQUE DEL MOMENTO - Fiorentina, Babacar l'arma in più

Dopo le esperienze in prestito è cresciuto. Adesso è pronto a consacrarsi in viola


Babacar (Getty Images)
Jonathan Terreni

12/08/2014 11:20

I CRAQUE DEL MOMENTO BABACAR / ROMA - Arrivato a Firenze nel 2007 dopo una toccata e fuga col Pescara, all'età di 14 anni, si vedeva subito che era uno dalle grandi qualità. Cresciuto nella squadra della sua città, il Thiès, completa la trafila delle giovanili segnando reti a ripetizione con la maglia viola. Babacar El Hadji Khouma, conosciuto semplicemente come Babacar, potrebbe essere la vera arma in più della Fiorentina 2014/2015, un gioiello svezzato in casa, pronto finalmente per la grande consacrazione. E così Montella, che già lo ha promosso in questo precampionato, può anche evitare di tornare sul calciomercato per il reparto offensivo.

L'esordio in prima squadra con Prandelli nel 2010, a soli 16 anni poi tre esperienze in prestito per il senegalese, mandato a giocare con continuità e a farsi le ossa in vista della grande opportunità con i viola, che adesso non deve farsi sfuggire. La sua esperienza è stata un crescendo. Dalle appena 9 presenze con il Racing Santander della stagione 2011/2012, alle 16 con un gol quella successiva in Italia con la maglia del Padova. Poi la parentesi di Modena, dove lo scorso anno ha fatto parlare di sé con i gol, 20 in 41 presenze, con una media di 2.05 a partita. Nel frattempo la Nazionale: reti importanti anche con le categorie giovanili del Senegal.

Ultima in ordine di tempo la rete decisiva di ieri nel match amichevole contro il Betis Siviglia vinto per 2-1. Un ottimo test per dimostrare a tutti di che pasa è fatto e che lui è pronto a ritagliarsi uno spazio importante quest'anno tra i titolarissimi Rossi e Gomez. Ma lui non è solo gol e velocità, è anche corsa e sacrificio per la squadra, come gli chiede Montella per imporsi in Serie A. Lui per il momento risponde presente e a soli 21 anni il tempo è dalla sua parte.

 




Commenta con Facebook