• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > Panchina Italia, Conte-Mancini una poltrona per due

Panchina Italia, Conte-Mancini una poltrona per due

Per il ruolo di successore di Prandelli è sempre più sfida tra gli ex di Juventus e Inter


Roberto Mancini (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

09/08/2014 08:27

PANCHINA ITALIA CONTE MANCINI / ROMA - Mentre c'è ancora grande incertezza per il ruolo di presidente della FIGC, secondo quanto riporta l'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' per la successione di Cesare Prandelli in Nazionale è sempre più sfida a due tra Antonio Conte e Roberto Mancini. Sebbene abituati a spuntare sul calciomercato ingaggi ben superiori a quello che potrebbe assicurare la Federcalcio (massimo 1,7 milioni di euro a stagione) l'ex juventino e l'ex interista sembrano disposti ad accettare, infiammando la corsa per la panchina dell'Italia, e la scelta sarà importante anche per capire su quali uomini si continuerà a puntare in azzurro e su quale modulo.

NODO BALOTELLI - Se Conte punterebbe sul 3-5-2 basato sulla 'sua' Juventus, Mancini ha sempre dimostrato di considerare la difesa a 4 la base fondamentale delle sue squadre, dall'Inter al Galatasaray passando per il Manchester City). Entrambi dovrebbero poi decidere cosa fare con Balotelli, che con Mancini avrebbe il vantaggio di una conoscenza approfondita (nonostante la rissa al City che portò al ritorno dell'attaccante in Italia con la maglia del Milan). Anche Berardi è un punto interrogativo (ma Conte questa estate prima di dimettersi avrebbe volentieri puntato sul giovane attaccante del Sassuolo in comproprietà con la Juventus), mentre entrambi punterebbero a occhi chiusi su Giuseppe Rossi. Da capire anche se il perno del centrocampo continuerà ad essere Andrea Pirlo.

TEMPI STRETTI - Quel che è certo è che la decisione non è più rimandabile, e si attendono news a breve: il 4 settembre è in programma la sfida all'Olanda in amichevole a Bari, seguita pochi giorni dopo dalla trasferta di Oslo valida per le qualificazioni europee. Probabilmente, poi, al Ct verrà affiancato un nome importante con un ruolo politico amministrativo sulla falsariga di quello ricoperto da Bierhoff in Germania: il candidato ideale potrebbe essere Paolo Maldini.




Commenta con Facebook