• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > Serie A, Alfano: "Fuori i violenti dagli stadi, linea dura per i recidivi"

Serie A, Alfano: "Fuori i violenti dagli stadi, linea dura per i recidivi"

Oggi pomeriggio il Consiglio dei ministri approverà il nuovo decreto antiviolenza


Angelino Alfano (Getty Images)

08/08/2014 08:33

VIOLENZA STADI ESPOSITO ALFANO / ROMA - Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha parlato della lotta alla violenza da stadio in un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport' nel giorno in cui il Consiglio dei ministri approverà il nuovo decreto antiviolenza. "Da domani mettiamo alla prova queste norme. L'obiettivo è chiaro: fuori i violenti dagli stadi, restituiti alle famiglie. - le parole di Alfano - Abbiamo scelto la linea dura per i recidivi, per cui è previsto il divieto di stadio dai cinque agli otto anni. E scatteranno i provvedimenti anche in caso di esposizione di striscioni violenti e di istigazione all’odio, e di atti che avvengono fuori dallo stadio. Poi c'è il daspo di gruppo. Il rigore delle sanzioni nei confronti di coloro che commettano atti di violenza può arrivare alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale, misura fino a oggi prevista per i criminali più pericolosi, che appartengano ad associazione mafiose e non. E il rischio di vedersi impedite le trasferte per due anni dovrebbe ridurre i comportamenti violenti e vessatori".

CIRO ESPOSITO - "La situazione è tenuta sotto controllo, inoltre il messaggio della mamma di Ciro e la serenità che l’attività investigativa ci deve dare, lascia ben sperare. Napoli-Roma? Da un lato sarà molto probabile che gli organismi preposti decidano che queste partite si svolgano con il divieto delle trasferte della tifoseria avversaria. Poi confidiamo nella prevenzione che le società esercitano nelle relazioni con le tifoserie".

 

M.D.F.




Commenta con Facebook