• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > Calciomercato Milan, da Diego Lopez a Cerci: Galliani al lavoro nel week-end

Calciomercato Milan, da Diego Lopez a Cerci: Galliani al lavoro nel week-end

L'ad rossonero, dopo le cessioni di Robinho e Constant, prepara le ultime strategie per rinforzare la squara di Inzaghi


Alessio Cerci (Getty Images)
Marco Di Federico

08/08/2014 07:51

CALCIOMERCATO MILAN GALLIANI CERCI / MILANO - Niente sole e mare per Adriano Galliani, che in un questo week-end sarà a Forte dei Marmi solo per pianificare il calciomercato Milan. Partito Robinho il Milan può finalmente dare la caccia ai suoi due obiettivi principali per l'attacco. Come scrive oggi 'La Gazzetta dello Sport', in evidenza c’è sempre il nome di Joel Campbell, l’attaccante costaricano dell'Arsenal che fino ad ora Wenger ha considerato incedibile. Senza dimenticare Alessio Cerci, per il quale il Torino continua però a chiedere 20 milioni di euro: il week-end servirà a Galliani per fare breccia nel muro alzato dall'amico Cairo.

Intanto oggi si saprà la verità sull’arrivo di Pablo Armero dall'Udinese. Come anticipato da Calciomercato.it, mancano solo gli ultimi dettagli per il passaggio del colombiano al Milan. Più complicata la questione del portiere Diego Lopez. Galliani ha avuto più di un contatto telefonico con il suo rappresentante Manuel Garcia Quilon: al momento la richiesta è di un ingaggio di 4 milioni di euro mentre la proposta non va oltre i 2,5. Le altre candidature: lo svincolato ValdesRomero della Sampdoria e Matteo Perin del Genoa.  Domani sarà a Forte anche Kia Joorabchian, l'intermediario anglo-iraniano che rappresenta gli interessi di Adel Taarabt: sullo sfondo la possibilità di un riscatto dal Qpr.




Commenta con Facebook