• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Astori: "Sensazioni positive. La Lazio? Trattativa enfatizzata"

Roma, Astori: "Sensazioni positive. La Lazio? Trattativa enfatizzata"

Conferenza stampa di presentazione per il difensore che i giallorossi hanno prelevato dal Cagliari


Davide Astori (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

31/07/2014 19:22

ROMA CONFERENZA STAMPA ASTORI/ PHILADELPIA (Stati Uniti) - Giornata di presentazioni in casa Roma: direttamente da Philadelphia, dove i giallorossi sono impegnati nella tournèe statunitense, prende la parola Davide Astori, l'ultimo colpo di calciomercato messo a segno dal direttore sportivo Walter Sabatini. L'ex difensore del Cagliari, oltre a spiegare i motivi che lo hanno portato a scegliere la Roma, ha parlato anche del suo mancato trasferimento alla Lazio.

NUMERI - "Le sensazioni sono molto positive, conoscevo giù molti dei miei nuovi compagni perché li ho avuti in Nazionale. Perché ho scelto la maglia numero 23? E' un numero fortunato".

LA LAZIO E LOTITO - "Quella con la Lazio è stata una trattativa enfatizzata dai media: c'era una trattativa tra due società che non è andata in porto. Dopo si è inserita la Roma e non ho avuto alcun dubbio. Cosa rispondo a Lotito che ha detto che non sono Maradona? Ovvio, giochiamo in due ruoli diversi".

RUSSIA - "Perché l'anno scorso non sono più andato a giocare in Russia? La trattativa per giocare in Russia era di due anni fa ma ho rinunciato per conquistare la Nazionale. Il mio ruolo nella Roma? Non ci sono problemi, ho dato la mia disponibilità per giocare sia dalla parte destra che da quella sinistra".

DERBY DI MERCATO - "Se mi divertono gli scherzi tra tifosi romanisti e laziali per via del mio trasferimento? Diciamo che è una goliardia mediatica - ha dichiarato Astori che oggi monopolizza le notizie Roma con la sua conferenza stampa - Tra noi compagni di squadra un po' ci scherziamo ma rispettando anche gli altri tifosi".

PRANDELLI - "Il Mondiale? Sono rimasto molto deluso di non essere stato convocato dal ct Prandelli per la spedizione in Brasile con la Nazionale italiana ma adesso inizia una nuova stagione. Noi dobbiamo migliorare i risultati dell'anno scorso, abbiamo una rosa all'altezza e penso che ci divertiremo".

DESTRO - "Con Mattia Destro c'era amicizia anche prima del fatto accaduto in campo durante Cagliari-Roma, abbiamo chiarito subito. Il ct ha deciso di adottare il codice etico ed è stata una sua scelta tenere Destro fuori dalla Nazionale".

GARCIA - "Del mister me ne avevano parlato molto bene i compagni di squadra e sul campo ho avuto subito la conferma: è un allenatore moderno che al tempo stesso pretende molto da noi giocatori".

OBIETTIVI - "Vorrei conciliare i due obiettivi, riprendermi la Nazionale e far bene con la Roma. La possibilità di giocare per il club più forte dà più appeal rispetto al giocare per una squadra leggermente inferiore alla Roma".




Commenta con Facebook