• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Benessere > Benessere, gli italiani e il ritocco estetico: settimi nel mondo

Benessere, gli italiani e il ritocco estetico: settimi nel mondo

La classifica stilata dalla International Society of Aesthetic Plastic Surgery vede al primo posto gli Stati Uniti seguiti da Brasile e Messico


Chirurgia estetica (Getty Images)

30/07/2014 17:25

BENESSERE ITALIANI RITOCCO ESTETICO / HANOVER (Usa) - Nel mondo, durante l’arco del 2013, sono state 23 milioni le operazioni di chirurgia estetica praticate e di queste, quasi 9 su 10 sono state eseguite sulle donne. Secondo la classifica mondiale stilata dalla International Society of Aesthetic Plastic Surgery (ISAPS) sugli interventi dello scorso anno, indipendentemente dal sesso, i più dipendenti da bisturi e punture sono gli Stati Uniti (3,996,631 operazioni), al primo posto.

LA CLASSIFICA - L'Italia occupa la settima posizione con 375.256 interventi, l'1,6% del totale, superando il Venezuela, l'Argentina e l'Iran, rispettivamente con 291.388, 287.823 e 174.778 interventi. Al secondo posto, dopo gli Usa, si piazza il Brasile (2,141,257 operazioni), seguito dal Messico (884,353 interventi). Al quarto, quinto e sesto posto della top ten mondiale ci sono la Germania (654,115), la Spagna (447,177) e la Colombia (420.256).

OPERAZIONE PIU’ PRATICATE - Le operazioni più gettonate nel 2013 sono state: l'aumento del seno (1.773.584 operazioni), la liposuzione e la blefaroplastica, per il ringiovanimento del viso. Il lipofilling (termine che indica il reinserimento del proprio grasso o di cellule staminali in aree di viso e corpo svuotate e da rimpolpare) registra 1.053.890 interventi, seguito dalla rinoplastica. 
 
IN ITALIA - Nel 2013 nel nostro Paese sono state fatte anche 26.520 mastoplastiche al seno, più di 16 mila liposuzioni, circa 15 mila rinoplastiche e 9.760 interventi per correggere le orecchie a sventola. Per le operazioni di lipofilling l'Italia si piazza al quarto posto, quinta invece per la blefaroplastica.

UOMINI E CHIRURGIA ESTETICA - Gli uomini che decidono di sottoporti ad un intervento di chirurgia estetica scelgono soprattutto di rifarsi il naso, ma anche la riduzione del volume del seno, la blefaroplastica, la liposuzione e la correzione delle orecchie a ventola. Fra le pratiche non chirurgiche fatte agli uomini nella top five ci sono invece botulino, punturine viso, laser contro la peluria, dermoabrasione e ringiovanimento del viso non chirurgico.

Sono però i trattamenti non chirurgici i preferiti al mondo: al primo posto il botulino (5.145.189 procedure), seguito dalle punturine riempitive (3.089.686), laser contro la peluria (1.440.252), ringiovanimento del viso (1.307.300) e i peeling chimici e laser esfolianti (773.442). "Per il 2013 i cinque interventi più praticati in Italia sono gli stessi rilevati da Isaps a livello mondiale - afferma Pierfrancesco Cirillo, segretario di Aicpe (Associazione italiana chirurgia plastica estetica) -. Questo significa che le esigenze degli italiani sono sostanzialmente allineate con quelle del resto del mondo: una tendenza peraltro che risulta sempre più evidente in tutti i paesi considerati. I canoni di bellezza sono sempre più globalizzatì".

RITOCCHINO E VACANZE – Un appuntamento dal chirurgo plastico prima di andare in vacanza si può. Gli esperti hanno detto “sì”, con le dovute accortezze e cautele, in occasione del corso 'Controversie, arte e tecnologia nelle correzioni estetiche facciali', che si è tenuto a Padova. Alessandro Casadei, tesoriere dell’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) e direttore del corso, ha spiegato che “i nuovi trattamenti con peeling a base di sostanze che non bruciano la pelle consentono di stimolare la cute e tonificarla e possono essere effettuati anche in estate perché basta non esporsi al sole nelle successive 48 ore”. E inoltre, iniezioni di filler e tossina botulinica possono conferire al viso un’espressione più rilassata e possono essere fatte anche alla vigilia delle vacanze estive. Le nuove tecniche, spiegano gli esperi, hanno come obiettivo quello di donare un’espressione sempre più naturale ed armonica per un risultato che sia soddisfacente, anche se temporaneo.

S.C.




Commenta con Facebook