• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Figc, Tavecchio vittima di Optì Pobà: si allarga il fronte dei "No"

Figc, Tavecchio vittima di Optì Pobà: si allarga il fronte dei "No"

La 'gaffe' rischia di costare cara al candidato alla presidenza della Federazione


Carlo Tavecchio (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

28/07/2014 16:18

FIGC TAVECCHIO OPTI POBA FIFA/ ROMA - Rischia di essere Optì Pobà il 'carnefice' di Carlo Tavecchio, candidato alla presidenza della Federazione Italiana Giuoco Calcio al pari di Demetrio Albertini: la gaffe sul fantomatico giocatore della Lazio utilizzato per sottolineare la differenza di trattamento dei calciatori stranieri tra Inghilterra e Italia, ha scatenato un vero e proprio caso che ha cambiato le carte in tavola nella corsa alla guida della FIGC.

Fino ad una settimana fa, pur dovendo fare i conti con qualche scetticismo, Tavecchio godeva della stragrande maggioranza dei consensi in vista dell'elezione per scegliere l'erede di Giancarlo Abete. In Serie A, l'attuale numero uno della Lega Nazionale Dilettanti, poteva contare sull'appoggio di tutti i club, eccezion fatta per Juventus e Roma. La 'gaffe' atta a criticare certe operazioni di calciomercato delle società nostrane però, lo ha portato a perdere consensi. Nell'ordine, Fiorentina, Sampdoria e Cesena gli hanno già voltato le spalle, mandando un segnale forte a tutto il movimento calcistico.

Non bastasse, Tavecchio si è ritrovato anche sotto la lente d'ingrandimento della FIFA, sempre molto attenta in materia di razzismo. Le sue parole "hanno allertato la Task Force della FIFA contro il razzismo e la sua discriminazione", portando all'apertura di un'indagine approfondita. La Federazione internazionale ha voluto ribadire che "la lotta contro il razzismo è di massima priorità" e che "ai dirigenti della comunità calcistica spetta un ruolo di modelli nella lotta al razzismo".

L'Italia del calcio è dunque avvisata: un'occasione per valutare al meglio la situazione sarà il sorteggio dei calendari che andrà in scena alle 19.00 di oggi. I presidenti di Serie A avranno la possibilità di confrontarsi, come spiegato dal patron dell'Empoli Fabrizio Corsi che in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it, ha definito quella di Tavecchio una "Gaffe che sta però innescando meccanismi internazionali".

Il fronte 'No-Tav' cresce col passare del tempo, rafforzando la posizione dello 'sfidante' Albertini: da qui al prossimo 11 agosto, giorno dell'elezione, c'è sia il tempo per rimarginare una ferita potenzialmente letale per Tavecchio che quello per far cadere definitivamente il castello delle alleanze e perdere la maggioranza. Nel secondo caso, il colpevole sarebbe Optì Pobà: un nome di fantasia che ha portato il calcio italiano a fare i conti con la realtà.




Commenta con Facebook