• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, da Mexes a Niang: Inzaghi mette tutti sotto esame

Calciomercato Milan, da Mexes a Niang: Inzaghi mette tutti sotto esame

Rossoneri al lavoro per sfoltire l'attuale rosa che conta 29 elementi


Mexes (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

28/07/2014 09:45

CALCIOMERCATO MEXES NIANG SAPONARA / MILANO - Se è vero che la notte porta consiglio, la batosta subita contro il Manchester City nella tarda serata di ieri nella seconda sfida della International Champions Cup dovrebbe aver dato ben più di qualche indicazione al calciomercato Milan. Il tecnico Pippo Inzaghi, in conferenza stampa, si è assunto tutte le colpe, ma la rosa rossonera mostra lacune sempre più evidenti ed i tifosi invocano acquisti.

Il diktat del calciomercato milanista, però, è chiaro da tempo: prima si vende, poi si compra. Perché le casse non sorridono e 29 elementi, contando il baby Mastour, sono troppi per una stagione senza l'impegno europeo. Si parte da qui, dunque, dalla lunga lista degli esuberi da piazzare. I primi due nomi cerchiati in rosso sono quelli di Robinho e Didac Vilà. Entrambi non hanno seguito il resto della squadra negli Stati Uniti e sono rimasti a Milanello. Valigie pronte, con l'Ad Adriano Galliani che, da oggi, tornerà a parlare con l'avvocato dell'attaccante brasiliano, Marisa Ramos, per tentare di trovare una soluzione. Il Flamengo, al momento, la pista più calda.

Chi invece è partito per gli Usa dovrà necessariamente convincere il tecnico Inzaghi per meritarsi la conferma. Sono tutti sotto esame, a partire dalla difesa dove, con Zaccardo che dovrebbe restare vista la sua duttilità, Mexes e Zapata si giocano il posto. Constant è tutt'altro che incedibile, anche se il Trabzonspor gioca al ribasso, ed Albertazzi deve migliorare dopo la prestazione non brillante contro l'Olympiacos. A centrocampo Essien è un'incognita: il Milan vorrebbe cederlo, ma visto l'infortunio di Montolivo il ghanese partirà solo in caso di arrivo di un altro tassello. Il futuro di Saponara, invece, resta legato al suo adattamento al nuovo ruolo di mezz'ala sinistra: un eventuale fallimento lo metterebbe alla porta. In attacco infine, con l'ipotesi una partenza di Mario Balotelli in ribasso, la situazione più intricata, detto di Robinho, porta il nome di Niang. Se dimostrerà serietà e continuità di rendimento ci sarà un posto anche per lui nello scacchiere di Inzaghi.




Commenta con Facebook