• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Lotito: "Tavecchio e io come Robin Hood. I laziali in Italia mi amano"

Lazio, Lotito: "Tavecchio e io come Robin Hood. I laziali in Italia mi amano"

Il numero uno biancoceleste ha parlato anche della trattativa Astori


Claudio Lotito © Getty Images
Matteo Torre (Twitter: @torrelocchetta)

27/07/2014 14:20

LAZIO LOTITO TAVECCHIO ASTORI FIGC / ROMA - Il Presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha rilasciato un'intervista a 'Il Fatto Quotidiano' in merito alla sua squadra e alla situazione in FIGC, con Tavecchio al centro di una polemica per la cosiddetta gaffe delle banane. Ecco le sue dichiarazioni principali: "Io e Tavecchio come Robin Hood? E' un fatto di equità. Il rispetto della dignità è il faro ispiratore. Prima c'era grande sperequazione, ma mi sono battuto e ho vinto. La gaffe delle banane? Parlava a braccio da un'ora e mezza con enfasi, state esagerando il concetto mediaticamente. Il linguaggio era improprio ma bisogna valutare la ratio delle parole: proviene dalla Lega Dilettanti, che è il contrario della discriminazione. Nessuno si fece problemi quando ci fu il caso Minala (il camerunese della Lazio accusato di essere più grande dei suoi 17 anni, ndr). Tavecchio non va criminalizzato: ha usato un linguaggio colorito e se n'è accorto. Il nostro è unprogramma di rinnovamento assoluto".

ASTORI - "La Roma ricordi la Coppa Italia. Io mai ho detto che avrei comprato quel giocatore. Non era una priorità. Tare non parla benissimo l'italiano: non è vero che si voglia dimettere, come hanno scritto. Ho sei obiettivi al centro della difesa".

CONTESTAZIONE - "Abbiamo fatto un gran mercato, ma nemo propheta in patria. A Roma c'è il problema delle radio, ma nel resto d'Italia i laziali mi adorano".




Commenta con Facebook