• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, c'è un universo da costruire per Allegri: ecco da dove partire

Juventus, c'è un universo da costruire per Allegri: ecco da dove partire

La sconfitta nella prima uscita stagionale è un avvertimento. Il nuovo tecnico deve modellare il suo mondo


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Jonathan Terreni

25/07/2014 22:50

JUVENTUS UNIVERSO ALLEGRI / VINOVO - Che l'avventura di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus non fosse facile già lo si sapeva dal primo momento in cui era arrivata l'ufficialità. Lo sapeva la dirigenza bianconera ma lo sapeva soprattutto lui. Il suo carattere tenace e toscanaccio però non si è fatto scrupoli, perchè le sfide sono il suo pane quotidiano. Ecco allora il primo mini-bilancio dopo quindici giorni dal suo insediamento a Vinovo, se di bilanci si può parlare.

Il malumore dei tifosi legato al suo arrivo era più generato all'addio di Conte che altro. E così Allegri potrebbe sfruttare questa carta a suo favore, visto che adesso ha tutto da guadagnare. Riprendere il filo di una Juventus vincente e schiacciasassi non sarà facile ma Conte è Conte e Allegri è Allegri, questo lo ha voluto precisare. Perchè con lui cambiano i metodi, gli approcci, la tattica, ma non il calciomercato ne tantomeno i risultati, almeno in Italia, si augurano i tifosi. Quello che ha dimostrato al Milan può rappresentare la garanzia di un progetto solido e con delle idee chiare che se fatte maturare, possono portare a risultati.

La sconfitta nella sua prima uscita durante il ritiro contro una squadra di Eccellenza non può fare certo testo anche se è un piccolo avvertimento. L'ex milanista dovrà modellare attorno a sé un universo a sua immagine e somiglianza. Via i rancori con Pirlo, via il passato. Occhi puntati ai nuovi dettami tattici in attesa del ritorno dei nazionali e di altri innesti importanti provenienti da un mercato vivo e di qualità che lo aiuterà non poco. L'obiettivo numero uno sarà conquistare la fiducia dei calciatori; quella della società già c'è. Fondamentale riuscire a creare un gruppo che lo segua nel suo percorso, che abbia l'entusiasmo giiusto e che condivida il suo pensiero. Solo così potrà essere generata la nuova Juve con il vecchio imperativo: vincere, e magari anche in Europa.




Commenta con Facebook