• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Marchetti > L'Editoriale di Marchetti - Cosa è successo alla cena di Arcore? Inzaghi ha avuto l'attaccante in r

L'Editoriale di Marchetti - Cosa è successo alla cena di Arcore? Inzaghi ha avuto l'attaccante in regalo?

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di mercato di Sky Sport 24


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

21/07/2014 10:33

EDITORIALE MARCHETTI CALCIOMERCATO MILAN INZAGHI / MILANO - Serviva di nuovo vedersi. Per ripartire, tutti insieme. Di nuovo a cena, stavolta di domenica. Sempre ad Arcore, casa Berlusconi. Ma stavolta senza segreti o passeggeri da nascondere. Stavolta c'è anche Barbara: tutto il Milan al completo. Il presidente, i due amministratori delegati, l'allenatore. Quale posto migliore per buttare giù le strategie di calciomercato e per capire quanti soldi si possono spendere.

Volete i nomi del calciomercato Milan? Non ce ne sono nuovi. Per l'esterno sempre quelli sono. Cerci e Lavezzi i più intriganti, ma anche i più cari. Sono sul tavolo da diverso tempo, Galliani li ha già puntati tra chiacchierate sotto l'ombrellone e incontri al Principe di Savoia (tra un Iturbe e l'altro). Sono difficilissimi da prendere. Innanzi tutto per la concorrenza e poi perché ora il Milan non ha a disposizione i soldi per poter chiudere un'eventuale operazione. Ecco perché ora bisogna aspettare la procuratrice di Robinho per concludere la transazione economica con il brasiliano e tuffarsi di nuovo in avanti, verso il futuro. Finora Galliani non ha mai escluso neanche un nome per l'esterno, li ha tenuti in vita tutti. Dopo la partenza di Robinho bisognerà iniziare a stringere: ecco a cosa è servita la cena di ieri sera.

A parlare anche di Balotelli? Di sicuro. Probabilmente non tutti intorno al tavolo hanno la stessa idea su SuperMario. Il discorso sarà stato sicuramente affrontato, ma con quale spirito e soprattutto su con quali basi? L'offerta di cui tanto si parla (quella dell'Arsenal) non c'è. Qualcuno addirittura dice che Balotelli potrebbe essere acquistato da un fondo che poi lo gestirebbe (come alcuni campioni brasiliani o sudamericani): ma la strada non sembra né semplice né sicura, al di là delle smentite che arrivano. Si, le alternative ci sono: Jackson Martinez (40 milioni) o Negredo (sembra lo voglia  soprattutto il Real) ma sono troppo care anche se Balotelli fosse ceduto a prezzo pieno.

Bisogna fare i conti con un nuovo Milan e un nuovo calcio italiano: per far tornare i conti le spese pazze non ci sono. Pagamenti lunghi, giocatori da scoprire. Anche le nobili si devono adeguare, Milan in testa. Ecco perché si parla di scambi, come con Criscito, nonostante il ragazzo voglia tornare e sia disposto ad abbassarsi lo stipendio. Al momento bisogna tenere sotto controllo tutto: soprattutto per far partire le offensive al momento giusto.




Commenta con Facebook