• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Udinese > Udinese, Stankovic: "Ho risentito le farfalle nello stomaco. All'Inter dico grazie"

Udinese, Stankovic: "Ho risentito le farfalle nello stomaco. All'Inter dico grazie"

L'ex centrocampista serbo è il vice di Stramaccioni alla guida dei bianconeri


480918811.jpg

15/07/2014 08:19

CALCIOMERCATO UDINESE INTER STRAMACCIONI STANKOVIC / MILANO - Dejan Stankovic è da qualche giorno il nuovo vice-allenatore dell'Udinese. Una richiesta arrivata a sorpresa dal suo ex allenatore Stramaccioni. "Ero in vacanza, avevo lasciato a casa il telefono. C'era una chiamata senza risposta di Stramaccioni. Avevo let­to che stava firmando per l'Udinese. Ho capito prima di richiamarlo che non mi telefonava per chiedermi di qualche giocatore. - le parole del serbo a 'La Gazzetta dello Sport'- Quando mi ha detto che voleva lavorare con me ho risentito le farfalle dentro lo stomaco: una sensazione che mi mancava da Inter­-Chievo, quando ero tornato giocare una partita vera dopo quasi un anno fuori per colpa del tendine. Questa esperienza è un tesoro e posso farla con un tecnico bravo con cui mi capivo al volo anche quando mi allenava".

INTER - "All'Inter dico solo grazie e, quando uscirà il calendario, la prima data che guarderò sarà quella di Inter­-Udinese: è sempre bello tornare a casa a 'San Siro'. Grazie ai tifosi, agli ex compagni, al presidente, che per me è Moratti perché non ne ho avuto un altro: grazie per aver potuto riempire di sudore quella maglia, entran­do nella storia portandola addosso".

VIDIC - "Mi ha chiesto mille cose: dell'Italia, del calcio italiano, dell’Inter, della Pinetina, dei compagni. Ha voluto sapere tutto. Per due anni è stato il miglior difensore del mondo, tuttora è fra i migliori: non c'è molto da aggiungere. Quello che scopri­rete è l’uomo che ho conosciuto in 10 anni di Nazionale insieme: una persona seria, un grande professionista, un leader".

M.D.F.




Commenta con Facebook