• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > ITALIANS MUNDIAL - Higuain e Palacio condannano l'Argentina

ITALIANS MUNDIAL - Higuain e Palacio condannano l'Argentina

I voti dei giocatori del nostro campionato, in campo nella massima manifestazione internazionale


Palacio e Higuain (Getty Images)
Hervé Sacchi (Twitter: @hervesacchi)

14/07/2014 13:00

ITALIANS VOTI PAGELLE GIOCATORI SERIE A AL MONDIALE / ROMA - Ultimo appuntamento estivo per la rubrica di Calciomercato.it che per tutto l'arco del Mondiale si è soffermata sulle prestazioni dei giocatori di Serie A in campo nel torneo brasiliano. L'ultimo atto si è consumato ieri sera a Rio de Janeiro. Alla vigilia dell'impegno ci saremmo aspettati che qualche rappresentante della massima serie italiana potesse diventare un vero e proprio protagonista della gara. Invece, ci ritroviamo a dover attribuire colpe anziché esaltare le gesta di vincitori e vinti.

E' chiaro che Miroslav Klose non può certamente ottenere l'insufficienza: dopo quanto fatto fin qui, così come nell'ultima gara del suo Mondiale, la sufficienza è sacrosanta. Dispiace che non possa aver migliorato il suo score, ma non ha comunque avuto grosse chance per timbrare il cartellino. Poco male, se ne torna a casa con record di gol al Mondiale e una medaglia dorata al collo. Buttale via...

Dall'altra parte, in casa Argentina, ci si lecca le ferite. Due 'Italians' dell'albiceleste hanno un errore a testa cui doversi far carico. Prima Higuain e poi Palacio hanno avuto la chance di portare la coppa a Buenos Aires. Così non è stato.

Ma andiamo ora a vedere le singole pagelle dei giocatori di Serie A in campo nella finale mondiale.

MIROSLAV KLOSE (Germania - Lazio): voto 6 - C'era da aspettarsi una gara molto chiusa, con pochi spazi soprattutto per gli attaccanti. Il povero Miroslav fatica a trovare il pertugio per far male all'Argentina e, allo stesso tempo, per migliorare il suo score Mondiale. Demichelis lo conosce e lo tiene a bada per gli 88 minuti in cui il centravanti della Lazio resta in campo. Poi entra Goetze ed è storia nota. Klose, 36 anni, chiude il suo quarto e ultimo Mondiale togliendosi l'ultima grande soddisfazione: dopo due semifinali (2006, 2010) e una finale persa (2002), finalmente è arrivato il tanto agognato titolo.

SHKODRAN MUSTAFI (Germania - Sampdoria) - Infortunato.

MARIANO ANDUJAR (Argentina - Catania) - In panchina.

HUGO CAMPAGNARO (Argentina - Inter) - In panchina.

FEDERICO FERNANDEZ (Argentina - Napoli) - In panchina.

LUCAS BIGLIA (Argentina - Lazio): voto 5,5 - Schierato titolare nella partita più importante, forse, della sua carriera passata, presente e futura, il centrocampista laziale arretra troppo il suo raggio d'azione, facendosi schiacciare dalla linea tedesca. E' costretto a dedicarsi più alla fase di interdizione che a quella di costruzione. Forse ciò che è mancato di più in questa Argentina è un regista, cosa che Biglia ha dimostrato di non essere, almeno per gli standard di un campionato del mondo.

RICARDO ALVAREZ (Argentina - Inter) - In panchina.

RODRIGO PALACIO (Argentina - Inter): voto 5 - Errare è umano, perseverare è diabolico. La famosa locuzione latina qui tradotta è facilmente associabile alle vicende che hanno visto protagonista l'attaccante interista. Dopo l'errore nella semifinale contro l'Olanda, fortunatamente per lui non così pesante ai fini del risultato finale, 'El Trenza' si è divorato nuovamente l'occasione di cambiare le sorti di una partita non certo qualsiasi. Entrato a poco più di dieci minuti dalla fine del tempo regolamentare, nel primo tempo supplementare si ritrova solo davanti a Neuer. La palla è sempre un po' alta, quasi come contro l'Olanda. Di fatto, l'intuzione è sempre la stessa: provare il pallonetto. Di testa non c'è riuscito contro Cillesen, prova col piede a superare l'estremo difensore tedesco. La palla finisce fuori dallo specchio, sancendo un errore davvero pesante.

GONZALO HIGUAIN (Argentina - Napoli): voto 5 - Sbaglia, servito da un retropassaggio sciagurato di Kroos. Segna, ma è fuorigioco e se ne accorge dopo qualche secondo di troppo. Insomma, non gliene va bene una. Peccato davvero perché, seppur quantitativamente poche, le occasioni lui le ha avute. Sulla sua votazione pesa davvero troppo l'errore nel primo tempo. L'esultanza prolungata dopo il gol in fuorigioco è sembrata l'esplosione di gioia di chi, accortosi dell'errore, voleva al più presto porci rimedio. Dopo quella bandierina sventolata, non ha più avuto modo di trovare una gioia personale. Chiude il suo Mondiale con una rete, comunque decisiva, nei quarti contro il Belgio.

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO - Il Mondiale è finito e la rubrica 'Italians' va in vacanza, quantomeno fino alla ripresa dei campionati nazionali quando, come sempre ogni lunedì, tornerà a raccontarvi le gesta dei giocatori che hanno lasciato e lasceranno la Serie A nel corso del mercato estivo.




Commenta con Facebook