• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > ITALIANS MUNDIAL - Maicon ci prova, Hernanes spento

ITALIANS MUNDIAL - Maicon ci prova, Hernanes spento

I voti dei giocatori del nostro campionato, in campo nella massima manifestazione internazionale


Daley Blind (Getty Images)
Hervé Sacchi (Twitter: @hervesacchi)

13/07/2014 13:00

ITALIANS PAGELLE VOTI GIOCATORI SERIE A AL MONDIALE / ROMA - Lo speciale di Calciomercato.it è alla sua penultima puntata in questa versione Mondiale. La giornata di ieri è stata l'ultima occasione per vedere all'opera i padroni di casa del Brasile che, di fatto, non hanno colto l'impegno contro l'Olanda per lavar via la sconfitta contro la Germania, patita nella semifinale dello scorso martedì. I verdeoro hanno dunque chiuso al quarto posto quello che sarebbe dovuto essere il loro Mondiale: una mazzata morale, viste le grandi ambizioni della banda Scolari, anche se i più critici pensano che il piazzamento centrato sia fin troppo per quanto visto in tutto l'arco del torneo. Punti di vista. Il nostro si sofferma sugli 'Italians', rappresentanti della Serie A in campo nella gara di ieri. Nell'ultimo appuntamento avevamo anticipato che l'edizione odierna sarebbe stata piuttosto scarna. E così è. L'unico rappresentante 'orange' del massimo campionato italiano è rimasto in panchina: per Nigel De Jong è già stato un miracolo riuscire a scendere in campo contro l'Argentina. Van Gaal ha, dunque, preferito non rischiarlo, vista anche la buona prestazione di Clasie contro l'albiceleste. Sulla sponda brasiliana, neanche il napoletano Henrique ha calcato il prato dello stadio di Brasilia. Dunque, solo il romanista Maicon e l'interista Hernanes hanno avuto spazio nella finalina. Il primo è stato inserito negli undici di partenza, come da qualche gara a questa parte, mentre il secondo è entrato nel secondo tempo, senza tuttavia aver impatto su una gara peraltro compromessa dopo i primi minuti di gioco.
Ma andiamo a vedere il dettaglio delle pagelle - poche - dei nostri 'Italians'.

MAICON (Brasile - Roma): voto 6 - Diversamente da quanto successo nella scorsa partita contro la Germania, caratterizzata dal crollo dei voti in pagella, nel post-Olanda  la media-voto dei giocatori brasiliani risale di quota. Si torna verso uno stato di equilibrio, anche se non siamo certamente sopra il sei. A migliorare il dato statistico, grazie a una buona prestazione, è lo stesso Maicon che, nella fattispecie, funge da traino per risollevare la media-voto totale. Il romanista dona una buona spinta sulla sua corsia di competenza, con alcune percussioni palla al piede, anche per vie centrali. Prova spesso il cross, ma l'impalpabile Jo non è mai pronto a sfruttare le sue traiettorie. In ogni caso, si capisce che in Maicon c'è la determinazione di chi vuole superare il momento di crisi. Chiaramente, l'uno-due iniziale ha colpito a freddo la selezione verdeoro che, nonostante il doppio svantaggio e contrariamente a quanto successo contro la Germania, ha mostrato - seppur debolmente - qualche segno di ripresa. Ripresa che è stata supportata dall'esterno difensivo e da pochi altri nella Nazionale sudamericana.
Il terzino della Roma chiude il suo Mondiale con onore, togliendosi la soddisfazione - a 33 anni - di svestire della maglia da titolare un certo Dani Alves, non certo all'altezza dell'impegno intercontinentale.

HERNANES (Brasile - Inter): voto 5 - Entra al minuto 57' al posto di Paulinho, uno di quelli che ha giocato praticamente tutte le partite del Mondiale senza però mai spiccare tra i protagonisti. Il problema è che i possibili sostituti - a differenza del caso Dani Alves-Maicon - sono mancati. Lo stesso Hernanes non ha mai dato la sensazione di avere un approccio migliore alla gara, rispetto ai titolari del centrocampo, e di guadagnarsi la maglia da titolare. Quando è entrato ha sempre fatto fatica, anche per via dell'tteggiamento tattico adottato da Scolari che certamente non gli ha permesso di esprimersi al meglio. Anche contro l'Olanda, sembra promettere bene all'inizio ma in realtà, salvo qualche rara sortita offensiva, appare poco mobile, mancando anche di reattività.

HENRIQUE (Brasile - Napoli) - In panchina.

NIGEL DE JONG (Olanda - Milan) - In panchina.

NELLA PROSSIMA EDIZIONE - L'ultimo appuntamento è certamente il più atteso. Sicuramente nella prossima annata di Serie A avremo un Campione del Mondo e di sicuro uno sarà tra le fila della Lazio. La partita tra Germania e Argentina riserva, ad esempio, il confronto diretto tra due compagni di club, ovvero Miroslav Klose e Lucas Biglia. Tra i possibili campioni che potrebbero continuare il proprio percorso nel massimo campionato italiano ci sono anche il doriano Mustafi, i nerazzurri Campagnaro, Palacio e Alvarez, più i napoletani Higuain, Fernandez e Andujar (il portiere ha tuttavia disputato l'ultima annata nel Catania). L'appuntamento con la nostra rubrica tornerà puntuale nella giornata di domani, per riconoscere meriti o fallimenti di vincitori e vinti.




Commenta con Facebook