• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Calciomercato Napoli, De Laurentiis: "Michu o Lucas Leiva? Potrebbe esserci un terzo"

Calciomercato Napoli, De Laurentiis: "Michu o Lucas Leiva? Potrebbe esserci un terzo"

Il presidente partenopeo enigmatico sulle strategie di calciomercato


Benitez e De Laurentiis (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

10/07/2014 12:21

CALCIOMERCATO NAPOLI DE LAURENTIIS MICHU LUCAS LEIVA / NAPOLI - Non si sbilancia, ma fa sognare. Il presidente partenopeo Aurelio De Laurentiis, intervenuto ai microfoni di 'Sky', si sofferma sul calciomercato del Napoli ed 'ingolosisce' i tifosi azzurri: "Benitez mi dà molto tranquillità. Siamo molto allineati fin dal primo incontro e mi ha dato grandi soddisfazioni quest'anno. Abbiamo portato 18 giocatori al Mondiale 2014, i tifosi possono dire quello che vogliono, ma se per accontentarli dobbiamo sempre comprare è pura follia. Il mister è rientrato da due giorni, stiamo lavorando in maniera seria per mettere quelle pedine che servono, ma abbiamo anche giocatori da piazzare. Michu e Lucas Leiva? Si sta discutendo, forse si sta redigendo anche un contratto. Anch'io vorrei portare qualche volto nuovo a Dimaro. Chi può dirlo. Chi dei due è più vicino? E se ci fosse un terzo?".

De Laurentiis, poi, si sofferma anche sulla succesione di Giancarlo Abete alla guida della Figc: "Cambiamento? Lo dico da ormai dieci anni, all'inizio mi consideravate un visionario. Abbiamo avuto Leghe e Federcalcio che invece che lavorare insieme per creare un mercato ideale affinché questo calcio si rinnovasse non si sono parlate abbastanza, ognuno fermo sulle proprie posizioni. Serve un presidente moderno, giovane come testa, pronto a rispettare il passato senza rinnegarlo, ma anche ad aprire la porta ad un futuro al quale nessuno mai ha aperto. Nomi? Non ne faccio, non mi permetterei mai. Per chi si prenderà questo impegno saranno anni difficili e duri. Chi si candida, secondo me, è un folle. Sarà durissima cimentarsi con delle cose se non è in grado di portarle avanti in modo innovativo".

La chiosa è sulla sede della prossima Supercoppa Italiana che vedrà il Napoli affrontare la Juventus: "Io non sono per giocare la supercoppa fuori dall'Italia, anche Andrea Agnelli era d'accordo con me. Milano potrebbe essere la sede adatta, non credo lo possa essere Roma, invece".




Commenta con Facebook