• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altre Europee > Galatasaray, Prandelli: "Agnelli? Solo una battuta. Non ho ammazzato nessuno"

Galatasaray, Prandelli: "Agnelli? Solo una battuta. Non ho ammazzato nessuno"

L'ex Ct della Nazionale ha replicato a distanza al numero uno juventino


Prandelli © Getty Images

08/07/2014 20:11

GALATASARAY PRANDELLI ANDREA AGNELLI / ISTANBUL (Turchia) - Il nuovo allenatore del Galatasaray ed ex Ct dell'Italia, Cesare Prandelli, ha replicato alle dichiarazioni del Presidente della Juventus, Andrea Agnelli. Il patron bianconero aveva detto che "Prandelli se ne è andato in Turchia, dove c'è meno pressione fiscale; si è smarcato nel momento del bisogno". Ai microfoni di 'Sky Sport24' Prandelli ha spiegato: "Mi sono sentito con Agnelli al telefono. La sua era una battuta sulla fiscalità europea, non sulla mia persona. Al telefono è stato molto carino con me".

MINACCE - Quindi, Prandelli ha aggiunto dichiarazioni in sua difesa a quelle già rilasciate questo pomeriggio: "Per molte persone è normale che venga minacciato, ma per chi vive di rapporti diventa difficile mantenere serenità, quindi non so come si possa uscirne. L'Italia vive delle tensioni oltre lo sport in questo momento, ma purtroppo ci sono persone sporche che vedono il mondo a loro immagine e somiglianza".

COME SCHETTINO - "Io come Schettino? Quando ho letto quell'articolo il mio primo pensiero è stato per i famigliari delle vittime. Se equipariamo queste situazioni non so dove stiamo andando: queste persone pensano di essere dei geni ma probabilmente dovrebbero pensare alla realtà del quotidiano. Questa è la nostra Italia e probabilmente ce la meritiamo. Non ho ammazzato nessuno e la storia dimostrerà cos'abbiam fatto in campo e fuori. Ho ricevuto forse più di quanto meritassi in questi quattro anni, ma in questo momento non merito quel che sto subendo".

M.T.




Commenta con Facebook