• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Benessere > Benessere, gambe stanche e doloranti? Il rimedio naturale è il cioccolato fondente

Benessere, gambe stanche e doloranti? Il rimedio naturale è il cioccolato fondente

Un gruppo di ricercatori de ‘La Sapienza’ ha studiato gli effetti del gustoso alimento per la cura dell’arteriopatia periferica



05/07/2014 11:48

Alle già note proprietà benefiche, il cioccolato fondente ne aggiunge un’altra, quella di aiutare la circolazione in gambe stanche e doloranti. Chi soffre di un'arteriopatia periferica (disturbo che restringendo le arterie che scorrono lungo le gambe porta a dolori, crampi e riduzione della capacità di camminare autonomamente) ora ha un rimedio naturale e gustoso per curarsi. Secondo uno studio pubblicato da un gruppo di ricercatori dell'Università ‘La Sapienza’ di Roma sul ‘Journal of the American Heart Association’ basta mangiare 40 grammi di fondente contenente almeno l'85% di cacao per migliorare sia la velocità sia le distanze delle camminate nei soggetti colpiti da arteriopatia periferica.

Il gruppo di ricerca, guidato dal professore di Medicina Interna Francesco Violi, ha studiato le capacità di deambulazione di 14 uomini e 6 donne affetti da arteriopatia periferica facendoli camminare su un tapis roulant al mattino e 2 ore dopo aver loro fatto mangiare cioccolato fondente all'85% minimo di cacao o cioccolato al latte contenente meno del 30% di cacao (il primo quindi ricco di polifenoli, note molecole dall'azione antiossidante, mentre il secondo con meno polifenoli). E' stato così rilevato che solo nel primo caso, i pazienti miglioravano la velocità di camminata e la distanza percorsa, aumentandole rispettivamente del 11 e del 15%.

Ma perchè il cioccolato fondente aiuta la circolazione negli arti inferiori di chi soffre di questo disturbo? Ad entrare in gioco sarebbe l'ossido nitrico (presente in quantità elevate nel fondente), un gas che migliora il flusso del sangue e che, ipotizza il gruppo di ricercatori, dilaterebbe le arterie periferiche.

PROPRIETA’ CIOCCOLATO – Quella di favorire la circolazione negli arti inferiori non è la sola proprietà del cioccolato fondente. E’ noto infatti che il cioccolato abbia un effetto cardio-protettivo grazie al suo contenuto di flavonoidi (sostanze presenti anche nel vino rosso e nel the verde) dotate di un elevato potere antiossidante e capaci, non solo di impedire l’ossidazione del colesterolo cattivo (ldl) da parte dei radicali liberi ma anche di ‘ostacolare’ la formazione di coaguli da parte delle piastrine responsabili della formazione dei trombi.
Il cioccolato ha inoltre la capacità di sedare la tosse senza ricorrere al classico sciroppo per la presenza della della teobromina, la quale, a differenza dei classici rimedi, non presenta effetti collaterali, né a livello del sistema cardiovascolare né nervoso. La stessa teobromina stimola anche la funzionalità renale, favorendo la diuresi, quindi, ha un valido effetto drenante. Conosciute da tempo sono anche le proprietà antidepressive del gustoso alimento: stimolando la secrezione delle endorfine (sostanze che influiscono sul nostro umore) si avverte una maggiore sensazione di benessere.
Il cioccolato è inoltre ricco di magnesio e ferro. Il magnesio è indicato per tutti coloro che che tendono ad avere la pressione bassa, ma anche per gli sportivi per la capacità di ridurre e ‘curare’ i crampi muscolari. Mentre, il ferro è adatto ai soggetti anemici e alle donne che hanno un flusso mestruale abbondante. Ricercatori spagnoli hanno scoperto inoltre la capacità del cioccolato di ridurre la pressione sanguigna nel fegato, apportando quindi anche benefici ai malati di cirrosi epatica mentre un gruppo di ricerca inglese ha dimostrato che il fondente aiuterebbe a proteggere la pelle dagli effetti nocivi dei raggi UV grazie alla ricchezza in antiossidanti, in più, migliora il grado di idratazione della pelle e previene l’insorgenza di eritemi.

 

CHI NON DEVE MANGIARLO – Le proprietà benefiche sono tante, ma il cicoocato fondente non è un alimento per chi soffre di gastrite, di reflusso gastroesofageo, di coliche, di ulcere, di emicrania e per i soggetti predisposti a soffrire di calcoli ai reni. L’acido ossalico, presente nel cioccolato, forma insieme al calcio dei sali insolubili che si depositano principalmente a livello renale.

S.C.




Commenta con Facebook