• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO – Roma, Yarmolenko: la freccia ucraina che ha stregato Sabatini

TATTICA DEL MERCATO – Roma, Yarmolenko: la freccia ucraina che ha stregato Sabatini

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sull'attaccante della Dinamo Kiev


Andriy Yarmolenko (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

04/07/2014 14:48

TATTICA DEL MERCATO ROMA YARMOLENKO SABATINI GARCIA DYNAMO KIEV / ROMA- Il calciomercato è entrato nella sua fase più calda. La Roma è alla ricerca di un esterno d'attacco da regalare a Rudi Garcia per affrontare la prossima  Champions League da protagonista. Il nome di Juan Iturbe è d'attualità, ma l'argentino è l'obiettivo primario del calciomercato Juventus e del calciomercato Milan. Ecco perchè il direttore sportivo giallorosso Walter Sabatini sta pensando a piste alternative, con Andriy Yarmolenko dela Dinamo Kiev che piace particolarmente. Come rivelato in esclusiva da Calciomercato.it l'esterno ucraino gradisce la destinazione giallorossa, anche se la trattativa si preannuncia tutt'altro che semplice.


BIOGRAFIA – Andriy Mykolaiovich Yarmolenko nasce a San Pietroburgo, in Russia, il 23 ottobre del 1989. Nei primi anni d'età torna a vivere a Chernihiv, in Ucraina, città di origine della famiglia. Muove i primi passi nel settore giovanile della Desna Chernihiv, con cui esordisce nella seconda divisione nazionale. Nel 2006 si trasferisce alla Dynamo Kiev. La prima presenza nella Premier League ucraina arriva nel 2007/2008. Yarmolenko non riesce subito ad imporre il proprio talento. Con l'arrivo di Valery Gazzaev (stagione 2009/2010), diventa invece una pedina fondamentale per la squadra di Kiev e lo sarà anche nelle successive gestioni tecniche con SeminBlokhin e Rebrov. Con la maglia biancoblu ha vinto un campionato, una coppa e tre supercoppe nazionali. Nel 2013 è stato nominato miglior giocatore ucraino. Con la Nazionale ha esordito nel 2009 e può contare 40 presenze condite da 15 reti. Ha preso parte all'Europeo del 2012 ed è tutt'ora un punto fermo della selezione ucraina, di cui è uno dei leader.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE – Alto 1,89 per 81 kg, fisico potente e longilineo, sinistro naturale. Yarmolenko è uno degli esterni d'attacco più promettenti del panorama europeo. Giocatore dalle grandi capacità fisiche, è molto duttile e può ricoprire diversi ruoli offensivi. Ama giostrare sulle fasce, sia destra che sinistra, caratteristica che lo rende ideale per un 4-3-3 anche se lui sa adattarsi a diversi schemi di gioco. Può anche essere schierato come seconda punta, e per questo in gioventù era stato accostato ad Andriy Shevchenko, nonostante poi siano emerse molte differenze tra i due giocatoriYarmolenko ha una tecnica di base notevole ed una facilità di corsa impressionante che lo rendono un pericolo costante per le difese avversarie. Giocando sulla fasce arriva spesso a servire assist invitanti per i compagni, oppure converge al centro per tentare la conclusione. Nonostante sia mancino, ha una buona facilità di calcio anche con il piede destro ed è un buon realizzatore grazie ad una grande visione di gioco offensiva. E' in possesso di buona esperienza internazionale, avendo giocato le coppe europee con la Dynamo Kiev.


E' UN GIOCATORE ADATTO ALLA ROMA? - Andriy Yarmolenko è un giocatore molto interessante, che già da qualche anno si è assestato su ottimi livelli. A livello tattico sarebbe un innesto perfetto per la Roma di Rudi Garcia. Il tecnico francese infatti chiede un grande lavoro ai propri esterni d'attacco sia in caso di 4-3-3 che in caso di 4-2-3-1 (modulo che si è visto meno quest'anno ma che è nelle corde dell'allenatore ex Lille). Yarmolenko garantisce quantità e generosità grazie alle capacità fisiche a cui abbina però anche tanta qualità per via della tecnica individuale di cui dispone e della visione di gioco che lo caratterizza. Sarebbe dunque un'arma in più a disposizione di Rudi  Garcia, utile soprattutto in vista dell'impegno in Champions League. La società giallorossa infatti torna nella massima competizione europea dopo un'assenza durata tre stagioni. L'allenatore francese vuole essere protagonista anche a livello continentale ed dunque necessario un salto di qualità per quanto riguarda la rosa. 


 




Commenta con Facebook