• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile 2014 > ITALIANS MUNDIAL - Zapata-Yepes, che coppia. Hernandez oscurato

ITALIANS MUNDIAL - Zapata-Yepes, che coppia. Hernandez oscurato

I voti dei giocatori del nostro campionato, in campo nella massima manifestazione internazionale


Hervé Sacchi (Twitter: @hervesacchi)

29/06/2014 13:45

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI SERIE A AI MONDIALI / ROMA - La rubrica di Calciomercato.it torna, dopo un giorno di sosta, per riepilogare le pagelle degli 'Italians' scesi in campo nella prima giornata di ottavi di finale del Mondiale 2014. La vittoria del Brasile ai calci di rigore non ha avuto come protagonisti i rappresentanti verdeoro della Serie A (Maicon e Hernanes hanno vissuto la disputa dalla panchina), ma nella gara di Belo Horizonte hanno partecipato Vidal, Isla e Pinilla. Per loro, i voti sono comunque sufficienti, tali da farli uscire egualmente a testa alta da questa competizione. Complessivamente meglio hanno fatto i colombiani Cuadrado, Zapata, Yepes e Zuniga, usciti dall'altro ottavo con la qualificazione e, ovviamente, con un bel voto in pagella. Bocciato, invece, il giocatore del Palermo, Abel Hernandez, avulso nel tempo concessogli da Tabarez.

MAICON (Brasile - Roma) - In panchina.

HERNANES (Brasile - Inter) - In panchina.

ARTURO VIDAL (Cile - Juventus): voto 6 - Si vede che vuole fare tanto e apprezziamo l'impegno con cui si spende e si sacrifica per la squadra. Esce alla fine dei tempi regolamentari, quando anche l'ultima particella di ossigeno è stata spremuta.

MAURICIO ISLA (Cile - Juventus): voto 6 - Due facce. Da una parte, quella positiva, per i compiti offensivi (crea qualche grattacapo di troppo a Marcelo con le sue incursioni). Il rovescio della medaglia è dato dalla presenza di Hulk che, in una giornata positiva, lo mette in seria difficoltà, superandolo spesso e volentieri.  

CARLOS CARMONA (Cile - Atalanta) - In panchina.

MAURICIO PINILLA (Cile - Cagliari): voto 6 - Entrato alla fine dei tempi regolamentari, cerca di dare peso all'attacco cileno. Corre, ma non ha occasioni fino al 120' quando calcia con una potenza incredibile prendendo in pieno la traversa. Avesse segnato, la sua carriera e il Mondiale avrebbero potuto prendere una piega diversa. Invece, il calcio di rigore fallito ridimensiona le ambizioni. Di tutti.

CRISTIAN ZAPATA (Colombia - Milan): voto 6,5 - Attento e preciso, non fa praticamente toccare palla a Forlan e non patisce la presenza ingombrante di Cavani. Efficiente, dal primo all'ultimo minuto, con particolare menzione nel finale di gara quando c'è l'assedio degli uruguaiani.  

MARIO YEPES (Colombia - Atalanta): voto 6,5 - Di testa le prende tutte, davanti e dietro. Un po' nervoso nella prima parte di gara, ma è chiaro che sentisse l'impegno. Positivo, con Zapata compone una coppia davvero affiatata.  

FREDY GUARIN (Colombia - Inter): s.v. - Entra al minuto 80', troppo poco per dare un giudizio.

CAMILO ZUNIGA (Colombia - Napoli): voto 6,5 - Dimostra subito il piglio giusto, sfruttando velocità e proggressione, certamente due delle sue armi più affinate. Cala leggermente nel secondo tempo, ma è chiaro che con un vantaggio di due gol l'obbligo fosse quello di chiudere gli spazi. E lui ci è riuscito in maniera ottima.

VICTOR IBARBO (Colombia - Cagliari) - In panchina.

JUAN CUADRADO (Colombia - Fiorentina): voto 6,5 - Non segna, ma i fantallenatori si possono consolare comunque con un suo, ennesimo, assist. Nei novanta minuti magari non ha mantenuto il rendimento delle sue scorse gare - anche per colpa del trattamento tattico riservatogli da Tabarez - ma riesce comunque a far venire mal di testa ad Alvaro Pereira con accelerazioni fuliminee.  

MARTIN CACERES (Juventus): voto 5,5 - Fatica e non poco. Jackson Martinez, ma soprattutto James Rodriguez sono elementi che con movimenti e tecnica tali da costringerlo a lavori supplementari. Non può spingere sulla sua corsia.

WALTER GARGANO (Parma) - In panchina.

DIEGO PEREZ (Bologna) - In panchina.

ALVARO GONZALES (Lazio): voto 6 - Siamo al limite della sufficienza, ma a questo giro arrotondiamo per eccesso visto che il giocatore della Lazio ha saputo amministrare la sua area di competenza, anche se ha mostrato un po' di sofferenza sulle avanzate veloci di Armero.

ABEL HERNANDEZ (Palermo): voto 5 - Ci si aspettava qualcosa di più da lui. Buttato nella mischia a mezzora dalla fine, si ingolfa tra i centrali colombiani e tocca pochissimi palloni, rendendosi quasi invisibile.

NELLA PROSSIMA EDIZIONE - Altre due partite condiranno pomeriggio e sera di questa domenica. Si apre con una gara molto interessante come Olanda-Messico, rappresentata dal solo De Jong. Meno prestigiosa, ma più ricca di 'Italians' la gara delle ore 22, ovvero Costa Rica-Grecia, dove sei giocatori ellenici della Serie A proveranno a migliorare ancor di più lo storico piazzamento nel torneo mondiale.




Commenta con Facebook