• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile 2014 > PAGELLE E TABELLINO DI ECUADOR-FRANCIA

PAGELLE E TABELLINO DI ECUADOR-FRANCIA

Saracinesca Lloris, Benzema non punge. Tra i due Valencia spicca Enner.


1 di 2
Pogba (Getty Images)
Ecuador (Getty Images)
Ilario Balì

26/06/2014 00:02

PAGELLE E TABELLINO ECUADOR-FRANCIA / RIO DE JANEIRO – L’Ecuador esce a testa alta dai mondiali. Pur in inferiorità numerica la squadra di Rueda non sfigura contro una Francia salvata solo dalle prodezze di Lloris. Enner Valencia ha confermato anche ieri sera di essere pronto per una big europea, mentre ai transalpini è mancato il killer instinct di Benzema.

ECUADOR

Dominguez 6.5 – Toglie il pallone dalla testa di Benzema nel primo tempo, non rischia su un insidioso colpo di testa di Pogba deviando il pallone in corner, si salva con l’aiuto del palo su una zampata ravvicinata di Griezmann.

Paredes 6 – Bravo a far ripartire l’azione degli ecuadoregni senza esporsi più di tanto in avanti.

Erazo 6 – Buona la prova del centrale “tricolor”. Pulito ed ordinato nei disimpegni difensivi.

Guaga 6.5 – Sulle palle alte arriva sempre prima di tutti. Preciso nelle coperture, non rischia nulla.

W. Ayovi 5.5 – Non si vede quasi mani nel primo tempo, oscurato dalla progressioni di Sissokho. Un pò meglio nella ripresa.

A. Valencia 5 – Il pericolo numero uno per i galletti ha poche occasioni per mettersi in mostra. Macchia la sua prestazione con un’espulsione dopo un’entrata pericolosa, ma non cattiva, su Digne.

Minda 6 – Reclama a gran voce la gomitata a rischio prova tv di Sakho ai suoi danni. Tiene bene la posizione per tutta la partita. 

Noboa 5.5 – Filtro e mente della squadra, gioca gran parte della gara condizionato da una botta alla testa. Fallisce nella ripresa un gol che sembrava già fatto. Dal 89’ Caicedo s. v.

Montero 5 – Viaggia a corrente alternata, con buone accellerazioni e black out incomprensibili. Dal 62’ Ibarra 6 – Vicino al gol nel finale di gara.

Arroyo 6 – Agisce sulla trequarti pur svariando su tutto il fronte offensivo. Qualche buon cambio di passo e poco altro. Dal 81’ Achilier s. v.

E. Valencia 6.5 – La sorpresa più lieta per la sua nazionale nella rassegna iridata stava per lasciare il segno con un colpo di testa sul finale di primo tempo. L’ultimo ad arrendersi nell’assalto finale.

All. Rueda 6 – Il suo undici non sfigura al cospetto del più quotato avversario, neppure in inferiorità numerica. Paga la serata storta di alcuni suoi uomini chiave.

FRANCIA

Lloris 6.5 – Esteticamente non impeccabile ma efficace su un colpo di testa di Enner Valencia, attento e reattivo su una conclusione ravvicinata di Ibarra.

Sagna 6 – Qualche sortita offensiva per il terzino destro francese. Riesce a sbrogliare le situazioni più intricate con grande esperienza.

Sakho 6.5 – Graziato dall’arbitro in apertura di gara per una gomitata rifilata ad un difensore avversario, si conferma comunque anche stasera il migliore del pacchetto arretrato dei galletti. Costretto ad uscire per un problema muscolare. Dal 60’ Varane s. v.

Koscienly 6 – Preferito a Varane governa bene la difesa correndo pochi rischi. Finale in affanno.

Digne 6 – Non manca la personalità al classe ‘93. Ingaggia un duello personale con Paredes sulla fascia senza mai sfigurare. Deve migliorare in fase difensiva.

Sissoko 6 – Schierato come esterno d’attacco, nonostante sia un centrocampista si intestardisce cercando troppi dribbling piuttosto che chiamare in causa i compagni.

Pogba 6 – Il padrone del centrocampo transalpino conferma il suo stato di grazia. Sempre elegante nei movimenti, ha dalla sua, insieme a Schnederlin, la percentuale maggiore di passaggi riusciti.

Matuidi 6 – Recupera molti palloni a centrocampo, andando vicino al gol nella seconda frazione di gara. Dal 66’ Giroud s. v.

Scheiderlin 6.5 – Sempre prezioso quando si tratta di dare sostegno al pacchetto arretrato.

Benzema 5.5 – Sottotono nella prima frazione di gara, guardato bene a vista dai centrali ecuadoregni.

Griezmann 6 – Spicca per generosità non risparmiandosi quando si tratta di dare una mano ai compagni in fase di non possesso. Dal 78’ Remy s. v.

All. Deschamps 6 – Fa meno turnover del previsto. La sua squadra gestisce bene il primo tempo, non forzando i ritmi di gara. Il primato del girone vale l'ottavo di finale contro la Nigeria

Arbitro: Doue 5 – Non vede una gomitata di Sakho nel primo tempo, troppo fiscale nei confronti di A. Valencia, verso cui sventola un rosso per un fallo non intenzionale.

TABELLINO

ECUADOR-FRANCIA 0-0

Ecuador (4-4-2): Dominguez; Paredes, Erazo, Guagua, W. Ayovi; A. Valencia, Minda, Noboa (89’ Caicedo), Montero (62’ Ibarra); Arroyo (81’ Achilier), E. Valencia. In panchina: Banguera, Méndez, Rojas, Bone, J. Ayoví, Bagüí, Saritama, F.Martínez, Gruezo. All.: Rueda.

Francia (4-3-3): Lloris; Sagna, Sakho (60’ Varane), Koscielny, Digne; Sissoko, Pogba, Matuidi (66’ Giroud); Schneiderlin, Benzema, Griezmann (78’ Remy). In panchina: Ruffier, Landreau, Debuchy, Évra, Cabella, Valbuena, Mavuba, Mangala. All.: Deschamps.

Arbitro: Doue
Ammonito: 83’ Erazo (E).
Espulso: A. Valencia (E).




Commenta con Facebook