• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > PAGELLE E TABELLINO DI NIGERIA-ARGENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI NIGERIA-ARGENTINA

Messi continua a deliziare la platea 'Mondiale', doppietta a sorpresa per Musa


Nigeria-Argentina (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

25/06/2014 19:58

PAGELLE E TABELLINO DI NIGERIA-ARGENTINA / PORTO ALEGRE (Brasile) - Tutto secondo i piani, o quasi, nella gara di chiusura del girone F. L'Argentina passa il turno a punteggio pieno, la Nigeria passa lo stesso nonostante la sconfitta, salvando anche la faccia con una buona prestazione. Per l'Albiceleste il solito Messi ed un ottimo Di Maria, oltre a Lavezzi che entra e spariglia le carte. Fra le fila nigeriane sugli scudi Musa, autore di una doppietta.

NIGERIA

Enyeama 5,5 - Sfortunato sui gol, soprattutto sul primo. Anche il terzo è una carambola maledetta: non poteva farci molto. Ma sono pur sempre tre gol.

Yobo 5,5 - Il capitano si danna l'anima, ma non sempre basta. Molto schiacciato, appoggia poco i suoi in avanti.

Omeruo 5 - In difficoltà su Messi, ma non potrebbe essere altrimenti. E' suo anche il fallo che regala alla Pulga la punizione-gol.

Ambrose 5,5 - Altra "vittima" di Messi, che fa di lui ciò che vuole. Più efficace invece su Higuain.

Oshaniwa 5 - Messi e Zabaleta da quella parte sono un bel problema. Torna a casa con un mal di testa da ricordare.

Obi Mikel 6 - La sostanza ce la mette, la qualità un po' meno. Ma oggi serviva una prova di forza lì in mezzo, i fronzoli per altri momenti.

Babatunde 6 - Ispirato in rifinitura, è suo il passaggio per il primo gol di Musa. Poi si fa male e deve uscire: infortunio al braccio grave, Mondiale probabilmente finito. Peccato. (Dal 65' Uchebo sv).

Onazi 6 - Corsa e buone idee, un paio di conclusioni dalla distanza meritavano miglior fortuna.

Musa 7,5 - Serata da ricordare per l'attaccante del CSKA Mosca: due gol all'Argentina non sono da tutti. E che gol! Esce fra gli applausi, prodezze del genere meriterebbero risultati differenti.

Emenike 6 - Si batte ed è prezioso soprattutto di sponda: ottima la combinazione con Musa per il secondo pareggio. Gli manca solo il gol. Hai detto niente, per un attaccante.

Odemwingie 5 - Appannato e poco incisivo, era fra i più attesi ma si rivela fra i più deludenti. (Dall'80' Nwofor sv).

All. Keshi 6 - Nulla da dire a chi ci ha provato fino alla fine, mettendo in difficoltà una squadra con cui il divario tecnico è imbarazzante. La classica uscita a testa alta. Dalla partita, perché dal Mondiale i suoi non sono ancora usciti.

ARGENTINA

Romero 5,5 - Il pallone dalle sue parti transita solo in occasione dei gol, sui quali non ha grosse responsabilità. Ma due gol dalla sterile Nigeria sono pur sempre due gol dalla sterile Nigeria.

 

Zabaleta 6 - Ara con costanza la fascia destra, risultando un uomo in più in appoggio alla manovra. Ma sul primo gol ha più di qualche responsabilità.

Fernandez 5,5 - Anche in questo caso piuttosto disattento su Babatunde in occasione del primo gol, ennesima macchia di un Mondiale non ancora all'altezza dele aspettative. Urge un cambio di marcia convincente ora che il gioco inizierà a farsi duro.

Garay 5,5 - Le sue responsabilità sono invece sul secondo gol, dove è approssimativo su Musa. Anche per lui gli ottavi di finale saranno un banco di prova importante: in panca c'è Campagnaro che scalpita.

 Rojo 6,5 - Voto buono soprattutto per il gol che decide la partita, ma anche in fase difensiva sa farsi valere, grazie alla duttilità che lo ha trasformato agevolmente da centrale in esterno difensivo. Una delle più belle sorprese di questa prima fase per Sabella.

Gago 6,5 - Altro "miracolato" di questo Mondiale, si è preso il centrocampo partita dopo partita e ora non lo lascia più. Anche oggi una sapiente gestione della palla, per lo più come lavoro oscuro.

Mascherano 7 - Più appariscente del compagno e se vogliamo anche più efficace. La sua leadership è riconosciuta e certificata anche dalla fascia che prende al braccio non appena esce Messi.

Di Maria 7 - Altra prestazione di grande spessore per un calciatore in condizione strepitosa. Accelerazioni brucianti, conclusioni pericolose e giocate sopraffine, come quella al pronti-via che propizia il primo gol di Messi. Un gran momento per lui.

Messi 8 - Vi sembra facile il primo gol? Beh, non lo è per nulla. Leo riesce ad arrivarci in una selva di gambe e riesce a trovare la coordinazione per dare una potenza tutt'altro che scontata al pallone. La punizione... beh, quella ormai è ordinaria amministrazione. Se continua così questo può essere il torneo della consacrazione definitiva, se mai ce ne fosse bisogno. (Dal 63' Ricky Alvarez 6 - Ci mette la corsa e un po' di sostanza in un momento difficile per i suoi. Ingresso tutto sommato positivo).

Higuain 6 - Il gol continua a non arrivare, ma i movimenti sono ormai marchio di fabbrica. Zampino più o meno decisivo in tutte le azioni principali, peccato per qualche amnesia sottoporta. (Dal 90' Biglia sv).

Aguero 5,5 - Continua il momento no per il Kun, che oggi addirittura deve alzare bandiera bianca per un problema muscolare. Questo torneo per lui sembra una maledizione, e poi se il Lavezzi gioca così... (Dal 38' Lavezzi 7 - Il Pocho era attesissimo e non delude: quegli scatti fulminei li abbiamo imparati a memoria quando era in Italia, rispetto ad Aguero anche un maggior sacrificio per la squadra. E ora occhio alle prossime gare).

All. Sabella 6,5 - Bene i movimenti offensivi, di certo più produttivi che nelle ultime uscite. Ma ci pensa sempre Messi, e lì dietro i problemi non sono pochi. Insomma, c'è molto da lavorare in vista della seconda fase.

Arbitro Rizzoli 5,5 - Prestazione al di sotto della sufficienza per il fischietto italiano: non convincono diverse interpretazioni in occasione di diversi colpi proibiti in mezzo al campo, sia da una parte che dall'altra, sui quali ha fatto correre con troppa superficialità.

TABELLINO
NIGERIA-ARGENTINA 2-3

Nigeria (4-2-3-1): Enyeama; Yobo, Omeruo, Ambrose, Oshaniwa; Mikel, Onazi; Musa, Odemwingie (80' Nwofor), Babatunde (66' Uchebo); Emenike. A disp.: Ejide, Agbim, Uzoenyi, Gabriel, Egwuekwe, Odunlami, Oboabona, Azeez, Ameobi, Moses. All.: Stephen Keshi.

Argentina (4-3-3): Romero; Zabaleta, Fernández, Garay, Rojo; Gago, Mascherano, Di María; Messi (63' Álvarez), Agüero (38' Lavezzi), Higuaín (90'+1 Biglia). A disp.: Andújar, Orión, Campagnaro, Pérez, Maxi Rodríguez, Fernández, Demichelis, Palacio, Basanta. All.: Alejandro Sabella.

Arbitro: Nicola Rizzoli (Italia)
Marcatori: 3' Messi (A), 4' Musa (N), 45'+1 Messi (A), 47' Musa (N), 50' Rojo (A)
Ammoniti: Omeruo, Oshaniwa (N)




Commenta con Facebook