• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile 2014 > ITALIANS MUNDIAL - Cuadrado illumina, Gonzalez tentenna

ITALIANS MUNDIAL - Cuadrado illumina, Gonzalez tentenna

I voti dei giocatori del nostro campionato, in campo nella massima manifestazione internazionale


Juan Cuadrado (Getty Images)
Hervé Sacchi (Twitter: @hervesacchi)

25/06/2014 13:31

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI SERIE A AI MONDIALI / ROMA - Lo speciale di Calciomercato.it dedicato ai giocatori di Serie A impegnati al Mondiale 2014. La giornata di ieri è stata segnata, purtroppo, dalla sconfitta dell’Italia. Impegnati contro gli azzurri solo due dei cinque ‘Italians’ presenti nella selezione di Tabarez: si salva Caceres, non Alvaro Gonzalez. Il migliore arriva dalla gara tra Colombia e Giappone ed è sempre Juan Cuadrado, a segno su rigore nel 4-1 al Giappone di Honda e Nagatomo.

CRISTIAN ZAPATA (Colombia - Milan) – In panchina.

MARIO YEPES (Colombia - Atalanta) – In panchina.

FREDY GUARIN (Colombia - Inter): voto 6 – Prima partita per lui al Mondiale. Disputa un primo tempo non all’altezza, mentre riesce a cambiare atteggiamento nella ripresa. Di fatto la sufficienza è il voto più giusto.   

CAMILO ZUNIGA (Colombia – Napoli) - In panchina.

VICTOR IBARBO (Colombia – Cagliari) - In panchina.  

JUAN CUADRADO (Colombia - Fiorentina): voto 7 – Disputa 45 minuti ma è sempre un bel vedere. Con Cuadrado la Colombia ha una marcia in più. Il giocatore della Fiorentina entra tra i marcatori, realizzando il gol del vantaggio, trasformando abilmente un calcio di rigore al quarto d’ora del primo tempo. Se Pekerman avrà l’ardore di mettere in campo contemporaneamente il trio Rodriguez-Martinez-Cuadrado, la Colombia può ambire a un piazzamento storico.   

GERVINHO (Costa d’Avorio - Roma): voto 6 – Un po’ meno brillante del solito. Probabilmente se il suo assist a Bony fosse servito per qualificare la Costa d’Avorio agli ottavi, gli avremmo ‘regalato’ un mezzo punto in più. L’essere poco presente nel primo tempo ci costringe ad arrotondare per difetto.

VASILIS TOROSIDIS (Grecia - Roma): voto 6,5 – Va vicino al gol. E questo è l’unica novità, visto che il terzino della Roma ha un rendimento standard che difficilmente scende sotto la sufficienza. Grande corsa e attenzione, riesce anche a tamponare le avanzate del compagno di club Gervinho.

VANGELIS MORAS (Grecia - Verona) - In panchina.

PANAGIOTIS TACHTSIDIS (Grecia - Torino) - In panchina.

LAZAROS CHRISTODOULOPOULOS (Grecia - Bologna): voto 6,5 – Grande prestazione per il centrocampista di proprietà del Bologna che contribuisce alla qualificazione della Grecia. Associa quantità e qualità, dimostrando che il finale di campionato positivo in Serie A ha avuto un seguito anche in Brasile. Difficile la sua permanenza in Emilia, anzi sembra già vicino a un club di Serie A.

PANAGIOTIS KONE' (Grecia - Bologna): s.v. – Subito un problema fisico per lui che deve abbandonare il campo al minuto 12. Può consolarsi di aver lasciato il campo all’eroe di serata Samaris.

IOANNIS FETFATZIDIS (Grecia - Genoa): s.v. – In panchina.

YUTO NAGATOMO (Giappone - Inter): voto 6,5 – Nonostante la sconfitta piuttosto pesante subita contro la Colombia, la sua performance è comunque da salvare. Certamente più propositivo rispetto alle ultime apparizioni, consuma la fascia sinistra e costringe Carbonero a compiere lavori difensivi, non propriamente nelle sue corde.

KEISUKE HONDA (Giappone - Milan): voto 6,5 – Riscatta l’ultima prestazione non propriamente positiva disputata contro la Grecia. Sulla trequarti i palloni più importanti passano tutti da lui, vedi anche quello servito a Okazaki per il gol del pareggio giapponese. Mostra brillantezza in quello che fa. Senza Endo, le punizioni le batte tutte lui anche se non tutte sono propriamente apprezzabili.

MARTIN CACERES (Uruguay - Juventus): voto 6 – Si fa sentire negli interventi e svolge un ruolo piuttosto importante nella difesa uruguaiana. Di lui, si ricordano soprattutto i tentativi velleitari dalla lunghissima distanza, a inizio e in corso di gara, nella speranza di approfittare di un Buffon che, ieri, pareva tutto fuorché addormentato.    

WALTER GARGANO (Uruguay - Parma) - In panchina.

DIEGO PEREZ (Uruguay - Bologna) - In panchina.

ALVARO GONZALEZ (Uruguay - Lazio): voto 5,5 – Prestazione sotto tono per il centrocampista della Lazio che, nella gara contro l’Italia, è stato schierato da Tabarez come esterno sinistro. Non riesce a creare pericoli su quella corsia, in cui De Sciglio è sì piuttosto intraprendente ma comunque non preciso col pallone tra i piedi.

ABEL HERNANDEZ (Uruguay - Palermo) - In panchina.

NELLA PROSSIMA EDIZIONE – La giornata di oggi è la penultima dedicata ai gironi. Domani sarà l’occasione per congedare i bosniaci Pjanic e Lulic, già eliminati, ma oggi in campo contro l'Iran. Continuerà certamente il percorso del francese Pogba – oggi impegnato contro l'Ecuador - e dei tanti argentini in campo contro la Nigeria di Onazi, il quale spera di poter staccare il pass per gli ottavi.  




Commenta con Facebook