• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inghilterra > Manchester City, Touré: "Il club mi ha impedito di stare vicino a mio fratello"

Manchester City, Touré: "Il club mi ha impedito di stare vicino a mio fratello"

Il centrocampista dei 'Citizens' ha accusato il club di non essere riuscito a vedere il fratello Ibrahim tragicamente scomparso



24/06/2014 15:10

MANCHESTER CITY YAYA TOURE MORTE IBRAHIM TOURE / MANCHESTER (Inghilterra) - In una lettera pubblicata da 'France Football', il centrocampista del Manchester City Yaya Touré è tornato a parlare della tragica scomparsa del fratello Ibrahim, puntando il dito contro i 'Citizens', colpevoli di avergli impedito di vedere il fratello al termine della stagione. "I miei dirigenti sapevano bene quanto soffrivo - ha spiegato Touré - eppure non mi hanno concesso qualche giorno prima del Mondiale per stare vicino a mio fratello. Sono dovuto andare a festeggiare il titolo ad Abu Dhabi mentre lui soffriva nel suo letto. E' stato uno shock enorme, era il mio confidente, il mio migliore amico. I miei dirigenti conoscevano bene la mia sofferenza. Ma non mi hanno concesso di stargli vicino in quegli ultimi giorni. Non ho voluto lasciare la Costa d'Avorio per non rovinare la festa per una possibile qualificazione agli ottavi. Cercherò di ottenerla anche per mio fratello".

M.Z.




Commenta con Facebook