• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Scontri Coppa Italia, Ciro Esposito in fin di vita. Il legale: "Situazione disperata"

Scontri Coppa Italia, Ciro Esposito in fin di vita. Il legale: "Situazione disperata"

Il tifoso del Napoli è rimasto ferito nelle precedenti la Finale a Roma lo scorso 3 giugno


488024281.jpg
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

24/06/2014 12:10

SCONTRI FINALE COPPA ITALIA CIRO ESPOSITO IN FIN DI VITA / ROMA - Ciro Esposito, il giovane tifoso del Napoli ferito a colpi di pistola nelle ore precedenti la finale di Coppa Italia dello scorso 3 maggio, è in fin di vita. Le sue condizioni cliniche si sono aggravate nella notte.

Secondo quanto riporta 'sportmediaset', il paziente è attualmente ricoverato in coma non farmacologico al policlinico 'Agostino Gemelli' di Roma. La sua famiglia, allertata dal personale sanitario in mattinata, ha raggiunto immediatamente la Capitale. Ciro Esposito è stato sottoposto a un nuovo intervento al polmone, dopo la lobectomia superiore destra.

Il legale del tifoso del Napoli, Angelo Pisani, ha fatto il punto sulle condizioni di salute del suo assistito: "Purtroppo il quadro clinico è peggiorato. Le condizioni di Ciro sono disperate, lotta per la vita. La famiglia è in ospedale, anche io ci sto andando". Ai microfoni di 'Radio Crc' è intervenuta a stretto giro di posta anche Amelia, zia di Ciro Esposito: "Girano false notizie su mio nipote: non è vero che è morto. La situazione è drammatica, ma Ciro è ancora vivo. Nella tarda serata di ieri la situazione è precipitata anche se già nei giorni scorsi tirava una brutta aria. L’infezione periodicamente compare e Ciro è debole".

Ciro Esposito è ricoverato al policlinico 'Gemelli' da quel drammatico 3 maggio, quando in via di Tor di Quinto fu raggiunto da un colpo di pistola al torace nel mezzo di alcuni tafferugli. La polizia sta ancora indagando sulla precisa dinamica degli scontri, per capire chi sia il responsabile del ferimento del tifoso del Napoli. Gli investigatori non escludono che ad agire in via di Tor di Quinto (e a sparare contro Ciro Esposito e agli altri tifosi del Napoli rimasti feriti in maniera più lieve) sia stata più di una persona.




Commenta con Facebook