• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > PAGELLE E TABELLINO DI CROAZIA - MESSICO

PAGELLE E TABELLINO DI CROAZIA - MESSICO

La "Tricolor" passa il turno asfaltando gli avversari. Marquez superlativo, Hernandez decisivo. Tra i croati si salva solo un voglioso Perisic.


Alessio Barone

24/06/2014 00:23

PAGELLE E TABELLINO CROAZIA – MESSICO/ RECIFE –  Nell' "Arena Pernambuco" la "Tricolor" di Herrera annienta l'anonima Croazia di Kovac, approdando agli ottavi di finale. Migliore in campo un eccezionale Marquez. Superbe  prove per Guardado e Moreno. Hernandez travolgente. Tra i biancorossi, Perisic è l'unico meritevole di una nota di merito. Disastrosi Olic, Rakitic e l'intero reparto difensivo.



CROAZIA

 

Pletikosa 5,5 – Primo tempo da spettatore, il Messico punge poco nelle sue sortite offensive. E' fortunato quando il tiro di Herrera che si accomoda all'incrocio dei pali. Nella ripresa è travolto dall'impeto messicano, ma nulla può sui gol.

Srna  5,5  – Il capitano gioca una prima frazione d'esperienza, controlla bene in fase difensiva le avanzate di Guardado e Layun. Buone le sue accelerazioni in fase di spinta. Secondo tempo allo sbando.

Corluka  5  – Dall'alto della sua esperienza, nel primo tempo,  limita le offensive centroamericane con un buon senso della posizione, ma soffre oltremodo la velocità delle punte avversarie. Crolla alla distanza mostrando poca lucidità come al 72' sul gol del vantaggio messicano, quando si fa colpevolmente anticipare da Marquez.

Lovren  5 – Come il compagno di reparto riesce a controllare a fatic  le folate della "Tricolor". Va in difficoltà quando Peralta&Co giocano in velocità.

Vrsaljko 5  – Non eccezionale performance sull’out sinistro: in fase di spinta si rivela troppo timido. Soffre eccessivamente le sortite di Aguilar in fase di contenimento. Dal 58' Kovacic 5 - Praticamente mai in partita.

Pranjic 5,5 –  Schierato a centrocampo da Kovac, mette  muscoli e corsa al servizio della squadra. Buona la fase di contenimento, mostra qualche lacuna in quella costruttiva. Nella ripresa torna nel suo naturale ruolo di terzino sinistro ma soffre tremendamente. Dal 74' Jelavic s.v.

Rakitic 4,5 – Primo tempo sottotono per il nuovo acquisto del Barcellona, fatica a trovare la posizione in campo e pena troppo quando il Messico velocizza il gioco. Alla lunga scompare dal match annichilito dall'ardore avversario.

 Perisic 6,5 – Kovac lo schiera sulla fascia destra mostra discreta tecnica e buoni tempi d'inserimento. Si da un gran da fare nelle due fasi di gioco non disdegnando la conclusione a rete. Trova il gol della bandiera nel finale e ne  sfiora un altro nel recupero. L'ultimo dei suoi ad arrendersi.

Modric 5,5 – E' lui il regista della squadra, stavolta viene schierato nei tre di centrocampo con licenza di avanzare a supporto dell'attacco. Spesso scambia la sua posizione con Rakitic. Non incide sul match faticando a trovare gli spazi giusti.

Olic  5 – Primo tempo decisamente sottotono, non lo si vede quasi mai. Inizia la ripresa sulla falsa riga della prima frazione non riuscendo ad incidere sulla partita. Da uno con la sua esperienza ci si aspetta molto di più.  Dal 69' Rebic 4 - Da più verve all'attacco chiamando Moreno al disperato salvataggio sulla linea. Sciagurata espulsione per gioco violento.

Mandzukic  5 – La manovra della sua squadra non lo favorisce, è spesso isolato in avanti. Non riesce a dar profondità ai compagni.

 

All. Kovac  4 – Come i suoi calciatori è confuso, inizia con un 4-3-3 poco incisivo. Cambia assetto nella ripresa cercando la vittoria qualificazione, ma la squadra soccombe contro l'organizzazione avversaria. I suoi denotano scarsa condizione fisica e precaria tenuta mentale. Torna a casa meritatamente.

 

MESSICO

 

Ochoa 6 – Primo tempo in cui controlla agevolmente la sua area di porta, mostra qualche leggera incertezza nelle uscite. Si rifà nel finale quando evita la gloria personale a Perisic.

Aguilar 6,5  – Prodigioso salvataggio al 14' quando anticipa di testa Mandzukic ad un metro dalla porta. Buona partita contro un avversario ostico come Olic, praticamente lo annulla.

Rodriguez  7  –  Controlla il centro destra della difesa messicana e dalle sue parti si fatica a passare. Sul 3-0 ha un calo di concentrazione che permette alla Croazia di accorciare. Errore che non incide.

Marquez  8  – Vero leader di questa nazionale è l'allenatore in campo della squadra, guida la difesa dettando i giusti tempi. Al 72' è abilissimo ad anticipare i difensori croati siglando il gol del vantaggio. Stupenda la sua spizzata al 82' quando invita il Chicharito  a partecipare alla festa "Tricolor".

Moreno  7  – Palesa grande sicurezza nei suoi mezzi, buono il senso della posizione e la capacità di giocare d'anticipo. Prodigioso salvataggio sulla linea su un tiro di Rebic.

Layun 6,5 – Sull'out sinistro mostra buona corsa e ottimo senso tattico ingaggiando un bel duello con Srna. In fase di spinta è spesso insidioso con la sua velocità.

Guardado 7  – Incursore di centrocampo corre per tre. All'occorrenza supporta la fase offensiva della squadra, ma, quando serve, è sempre pronto al raddoppio in quella difensiva. E' prontissimo, al 75' a deviare in rete un ottimo cross di Peralta. Dal 85' Fabian s.v.

Vazquez  6,5  – Bada più a contenere che a costruire, è sempre pronto al raddoppio sul portatore di palla avversario. Gioca semplice e ordinato.

Herrera  7 – Primo tempo superlativo: spreca una buona occasione al 9' stoppando male un pallone davanti al portiere. Sfiora il gol al 15' con un bel tiro dal limite che si stampa all'incrocio dei pali. Grande idea al 19' quando smarca Peralta davanti alla porta avversaria. Continua la sua partita sulla scia della prima frazione.

Peralta 7  –  Svaria su tutto il fronte d'attacco messicano non dando punti di riferimento alla difesa avversaria, duetta bene col compagno di reparto. Clamoroso errore al 19' quando scivola davanti a Pletikosa sprecando una strepitosa palla di un ispirato Herrera. Nella ripresa serve un pallone d'oro che Guardado non deve far altro che spingere in rete. Dal 79' Pena s.v.

 Dos Santos  6  –  Lotta tra i giganti croati mettendoli spesso in difficoltà con la sua velocità. Duetta bene con il compagno di reparto. Dal 62' Hernandez 7 - Il suo ingresso ha un impatto devastante sul match, annichilisce gli avversari con la velocità. E' lestissimo a deviare in rete una deviazione di Marquez.

All. Herrera  7,5  – Il suo Messico continua a stupire. Corsa, tecnica e condizione fisica eccellente. I suoi lottano come leoni su ogni pallone. Ad inizio ripresa gioca la carta Hernandez e vince il match. Sonora lezione di calcio data all'avversario.  

 

Arbitro: Ravshan Irmatov (UZB)  6,5 – Controlla la partita mostrando grande sicurezza, sempre presente in ogni azione, non commette sbavature in una partita spigolosa. Episodio dubbio al 65' quando un tiro di Guardado viene intercettato con un braccio da Srna. Nel dubbio non ha assegnato il rigore che ci poteva stare. Giusta l'espulsione di Rebic per gioco violento.

 

 

TABELLINO

 

CROAZIA – MESSICO 1-3

 

CROAZIA (4-2-3-1): Pletikosa; Srna, Corluka, Lovren, Vrsaljko (dal 58' Kovacic); Pranjic (dal 74' Jelavic), Rakitic; Perisic, Modric, Olic (dal 69' Rebic); Mandzukic. A disposizione: Subasic, Zelenika, Vida, Sammir, Schindelfeld, Brozovic, Vukojevic, Mocinic, Kovacic, Jelavic, Eduardo, Rebic. All.: Nico Kovac.

 

MESSICO  (5-3-2): Ochoa;  Aguilar, Rodriguez, Marquez, Moreno, Layun; Guardado (dal 85' Fabian), Vazquez, Herrera; Peralta (dal 79' Pena), Dos Santos (dal 62' Hernandez). A disposizione: Corona, Talavera, Salcido, Reyes, Fabian, Jimenez, Pulido, Hernandez, Ponce, Brizuela, Aquino, Pena. All.: Herrera.

Arbitro: Ravshan Irmatov (UZB)  

Marcatori: 72' Marquez (M), 75' Guardado (M), 82' Hernandez (M), 87' Perisic (C)

Ammoniti: 9' Rakitic (C), 39' Marquez (M), 66' Vazquez (M)

Espulsi: 89' Rebic




Commenta con Facebook