• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile 2014 > PAGELLE E TABELLINO DI CAMERUN-BRASILE

PAGELLE E TABELLINO DI CAMERUN-BRASILE

N’Koulou si affanna dietro un Neymar maestoso


Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

24/06/2014 00:14

PAGELLE E TABELLINO CAMERUN-BRASILE / BRASILIA – Splendida vittoria del Brasile che grazie ad una fantastica prestazione di Neymar conquista anche il primato nel girone. Tra i verdeoro male il neo-parigino David Luiz. Nel Camerun invece buona prestazione di Matip, stessa cosa invece non si può dire di N’koulou, apparso lento e macchinoso. Scarso infine l’arbitraggio di Eriksson. Ora ad attendere i padroni di casa agli ottavi ci sarà il Cile di Vidal.

 

CAMERUN

 

Itandje 5 – Non convince tra i pali. Si rende protagonista di qualche intervento thrilling. Sulla seconda rete verdeoro si fa incantare dalle finte di Neymar scegliendo il lato sbagliato dove buttarsi.

 

Nyom 5 – Confeziona il gol del pareggio con una bella azione sulla sinistra. In fase difensiva invece poco può sullo straordinario Neymar di questa sera. Nel finale perde completamente le misure e commette errori a ripetizione.

 

Matip 6,5 – Sfiora il pareggio su azione da corner. Pochi minuti dopo invece fredda i verdeoro con un appoggio facile facile, a pochi passi da Julio Cesar. In difesa cerca di sopperire alle mancanze dei compagni, ma non può fare di più.

 

N’Koulou 4,5– Ci capisce poco o nulla su Neymar. Il talento di proprietà del Barcellona gli fa girare la testa con le sue finte. Lento e macchinoso, è sempre in ritardo su tutti i palloni.

 

Bedimo 6,5 – Nei primi minuti soffre Hulk. Poi gli prende le misure e lo limita. Su quella fascia spinge poco, ma contiene bene gli avversari.  

 

N’Guémo 5,5 – Non riesce a fare filtro a centrocampo e soffre la qualità dei centrocampisti verdeoro. Prova a creare qualche grattacapo alla difesa avversaria, ma è molto arruffone.

 

Moukandjo 5,5 – Viene costretto da Neymar a restare basso. Non riesce a fare molto per limitare il giocatore blaugrana. In fase offensiva si fa vedere poco.  Dal 58’ Salli 5,5 – Non riesce a dare una svolta al match. Ci mette la voglia, poi nulla più.

 

Mbia 5 – Dovrebbe dettare i tempi ai leoni, ma non ci riesce mai. Viene piazzato davanti alla difesa per dare una mano alla retroguardia, ma i risultati sono scarsi.  

 

Enoh 5 – Dopo pochi minuti si fa subito ammonire per un fallaccio ai danni di Marcelo. Gioca una partita abbastanza anonima e si fa notare più per i falli che per le giocate di qualità.

 

Choupo-Moting 5,5 – Prova a dare sostegno ad Aboubakar, ma i risultati sono deludenti. Da quel lato il Brasile attacca poco, ma lui non sfrutta adeguatamente la situazione. Dall’81 Makoun s.v.

 

Aboubakar 5 – Tocca pochissimi palloni e non riesce mai a rendersi pericoloso dalle parti di Julio Cesar. Prestazione deludente della punta camerunense. Dal 72’ Webò s.v.

 

All. Finke 4,5 – Fallimento Camerun. Di certo non si potevano pretendere miracoli proprio contro la nazionale di casa, ma i leoni hanno molto deluso nell’appuntamento mondiale. Squadra priva di gioco e di compattezza. Le cosche venutesi a creare nello spogliatoio di certo non hanno aiutato.  

 

BRASILE

 

Julio Cesar 6 – Non si sporca mai i guanti ed ha un posto privilegiato per godersi il match. Subisce un gol, ma non ha assolutamente colpe.

 

Dani Alves 6 – Fin dai primissimi minuti è molto propositivo e la squadra si appoggia tanto su di lui. In occasione del gol di Matip però pasticcia in marcatura su Nyom.

 

Thiago Silva 6,5 – Gioca da veterano, annulla da quel lato il Camerun con classe e mestiere. Sopperisce, quando può, alle sbavature di David Luiz.

 

David Luiz 5,5 – Smista palla dalle retrovie e di testa è implacabile. Si addormenta in occasione del pareggio camerunense non seguendo Matip e commette qualche errore di troppo. Si riscatta nella ripresa con l’assist per il 3-1 di Fred.

 

Marcelo 7 – Molto propositivo, come sempre. Da quel lato nascono tutte le azioni più pericolose dei verdeoro. Una freccia che taglia l’aria di Brasilia.

 

Paulinho 6 – Verticalizza subito la manovra. Si appoggia molto sul lato sinistro. Detta i tempi ai verdeoro con cognizione di causa. Dal 45’ Fernandinho 7 – Entra con lo spirito giusto, ci mette la grinta e gioca un buon spezzone di gara. Nel finale trova anche gloria sotto porta con un gol di punta, in stile calcetto.

 

Luiz Gustavo 5,5 – Perde qualche pallone sanguinoso a centrocampo. Delude Scolari che confidava in lui affinché rendesse la difesa del Brasile ermetica.  

 

Hulk 5,5 – All’alba del match, il Brasile si appoggia molto su di lui. Col tempo si eclissa e tocca pochi palloni. Dal 63’ Ramires 6,5 – Molto dinamico a metà campo, recupera tanti palloni. Si rende protagonista di molti contropiedi brasiliani.

 

Oscar 5,5 – Non si mette molto in luce. Gira per il campo a vuoto in cerca della posizione ideale, ma non la trova mai.

 

Neymar 8 – Si scambia frequentemente con Fred e praticamente gioca da falso nueve. Galleggia sulla linea del fuorigioco e nei primi minuti segna la rete che porta il Brasile sull’1-0. Sul crepuscolo della prima frazione di gioco, con una splendida azione personale, riporta i verdeoro in vantaggio. Con lo scorrere del tempo sale in cattedra e regala magie a ripetizione. O Ney dimostra di essere cresciuto. Dal 71’ Willian s.v.

 

Fred 6 – Spesso viene incontro alla palla, chiamando Neymar al contro movimento. Nella ripresa, anche se irregolare, trova la rete della tranquillità per il Brasile.

 

All. Scolari 7,5 – Porta il suo Brasile agli ottavi da prima della classe, sciorinando anche un buon calcio. L’idea di piazzare Neymar a fare il falso nueve paga. Azzeccati anche i cambi, che hanno donato sicuramente freschezza e qualità ai verdeoro.   

 

Arbitro Eriksson 5 – Arbitraggio poco convincente. Male soprattutto nella distribuzione dei cartellini. Sbagliato convalidare inoltre il 3-1 di Fred, che è ampiamente in fuorigioco. Lo svedese è parso poco convinto in alcune decisioni, dettate più dall’ambiente che dalla propria volontà.

 

TABELLINO

 

CAMERUN-BRASILE 1-4

 

CAMERUN (4-1-4-1): Itandje; Nyom, Matip, N'Koulou, Bedimo; N'Guemo; Moukandjo(dal 58’ Salli), Mbia, Enoh, Choupo-Moting(dall’81’ Makoun); Aboubakar(dal 72’ Webò). Chedjou, Webó, Salli, Feudjou, Fabrice, Ndjock, Djeugoue, Assou-Ekotto, Makoun, Eto'o, Nounkeu. All. Finke.

BRASILE (4-2-3-1): Julio Cesar; Dani Alves, Thiago Silva, David Luiz, Marcelo; Paulinho(dal 45’ Fernandinho), Luiz Gustavo; Hulk(dal 63’ Ramires), Oscar, Neymar(dal 71’ Willian); Fred. Jefferson, Victor, Dante, Maicon, Maxwell, Henrique, Willian, Ramires, Fernandinho, Hernanes, Bernard, Jo. All. Scolari.

Arbitro: Jonas Eriksson

Marcatori: 17’ Neymar (B), 26’ Matip (C), 35’ Neymar (B), 49’ Fred (B), 84’ Fernandinho (B)

Ammoniti: 11’ Enoh (C), 75’ Salli (C), 80’ Mbia (C)

 

Espulsi:




Commenta con Facebook