• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI BELGIO-RUSSIA

PAGELLE E TABELLINO DI BELGIO-RUSSIA

Origi beffa Capello, tradito dalla propria eccessiva prudenza. Kokorin: che flop!


Origi (Getty Images)
Stefano Carnevali

22/06/2014 19:55

PAGELLE TABELLINO BELGIO-RUSSIA / RIO DE JANEIRO (Brasile) - Beffa atroce per una Russia che fa la partita ma è frenata dall'eccessiva prudenza di Capello. Kokorin delude ancora enormemente. Come possono Samedov e Shatov 'panchinare' Dzagoev e Kerzhakov? Può il duo Faizulin-Glushakov oscurare Denisov? Bene Ignashevitch e Berezoutski. Ancora incerto Akinfeev. Belgio inguardabile per 80'. Mertens e De Bruyn fanno qualcosa, poi si spengono. Hazard latita per 80', poi decide la gara, ma è Mirallas che cambia la partita. Lukaku disastroso. Courtois sicuro, Origi è decisivo. Wilmots, però, ha molto da lavorare. 

BELGIO 
Courtois 6,5 - Un po' sorprendentemente, è lui a dover effettuare la prima parata importante della partita. Al 13' ribatte bene un bel tiro di Faizulin. Meno preciso al 30' su Kanunnikov.
Alderweireld 5 - Non è molto sicuro. Dalla sua parte imperversa Mertens, ma lui lo supporta pochissimo. Spesso in difficoltà quando Kanunnikov lo punta. Graziato al 30' quando commette probabilmente fallo da rigore proprio sull'esterno dell'Amkar Perm. Sempre in difficoltà anche nel secondo tempo. 
Van Buyten 6 - Poco sollecitato - la Russia in area arriva molto di rado - trascorre un primo tempo tranquillo.
Kompany 6 - Si incolla a Kokorin e, per lunghi tratti, lo controlla bene. Al 44', però, se lo perde clamorosamente, ma viene graziato.
Vermaelen 6 - Se ne sta molto sulle sue. Acciaccato, molla il colpo poco dopo la mezz'ora.  Dal 31' Vertonghen 5,5 - Prudente. Si accontenta di limitare Samedov. Con il passare dei minuti, fatica come tutta la squadra. 
Witsel 5 - Bloccato davanti alla difesa, non riesce a incidere molto. 
Fellaini 5 - Parte schierato praticamente da seconda punta. Sempre pericoloso per la sua stazza e la sua grinta, con il passare dei minuti scompare. 
Mertens 6,5 - Tra i più intraprendenti del Belgio. Per sua sfortuna si trova davanti l'attento e pericoloso Kombarov. Cala un po' con il passare dei minuti, ma lotta praticamente da solo. Dal 75' Mirallas 6,5 - Impatto positivo: un paio di giocate e un palo su punizione. Sveglia anche Hazard. Ha cambiato la partita. 
De Bruyne 6 - La sua corsa e la sua forza sanno spaccare in due il ritmo della partita. Purtroppo per il Belgio, però, si accende solo a sprazzi. Scompare nella ripresa. 
Hazard 6,5 - Si vede molto poco per tutto il primo tempo. Addirittura indisponente nella ripresa. Sale in cattedra nel finale ed è decisivo.
Lukaku 4,5 - Ben controllato dai centrali russi e poco servito dai compagni: primo tempo più che grigio. Lui ci mette del suo, con movimenti errati e tanta confusione. Dal 57' Origi 6 - Si presenta con uno 'svenimento' in area, dopo un leggerissimo tocco di Ignashevitch. Poi non si vede più fino al 78' quando mette in mostra tutta la sua lentezza, controllando malamente e goffamente un buon pallone al limite dell'area. Ha il merito enorme, però, di firmare il gol partita, sfruttando la giocata di Hazard.
All: Wilmots 5,5 - Nonostante il grande credito di cui gode, il Belgio non impressiona. Ritmo lento e manovra eccessivamente deputata alle iniziative personali. Secondo tempo di grande difficoltà. Per fortuna del Belgio, però, la Russia non ha la cattiveria necessaria per colpire. Inspiegabile come, nel finale, tolga Mertens e non Hazard. Invece ha ragione, perché negli ultimi minuti guida la squadra. 

RUSSIA 
Akinfeev 5,5 - Confermato tra i pali dopo 'l'orrore' contro la Corea del Sud, passa un primo tempo sorprendentemente tranquillo, in cui deve solo disinnescare qualche cross. Completamente inoperoso nella ripresa, viene salvato dal palo nel finale: sulla punizione di Mirallas aveva sbagliato tutto. Nulla può sul gol di Origi. Male coi piedi, sempre. 
Kozlov 6,5 - Limita con autorevolezza Hazard, ma è troppo impreciso per proporsi in avanti in modo significativo. Dal 62' Eschchenko 5,5 - Quando entra, dalla sua parte si posizione Mertens (a lungo il migliore dei belgi). Lui lo limita bene. All'81' va vicinissimo al gol. Beffato in occasione del gol da Hazard.
Ignashevitch 6,5 - La solita esperienza abbinata alla consueta calma glaciale. Pur non essendo molto rapido, non si fa mai saltare. Piede sensibile: imposta con gran precisione. 
V. Berezoutski 6,5 - Partner adeguato per Ignashevitch, è deputato al controllo ravvcinato di Lukaku: nel primo tempo lavora più che bene. Bene anche nella ripresa.
Kombarov 6 - Molto bene nel primo tempo: Mertens è un bruttissimo cliente, ma lui non si fa mettere sotto e non disdegna neppure la fase di spinta. Nella parte finale della partita incrocia con lo spento Hazard, ma forse non ha più la forza per spingere. 
Glushakov 5,5 - Dopo la prova negativa contro la Corea del Sud, viene riproposto in mezzo al campo. Non sfodera una prova memorabile, ma è attento e disciplinato. Non stupisce che piaccia così tanto a Capello. Al 44' serve a Kokorin una palla d'oro. Secondo tempo coraggioso, ma commette tanti errori: ha anche un paio di occasioni per battere a rete, ma spreca malamente.
Faizulin 5 - Dopo un ottimo avvio - in cui fa da 'cerniera' tra mediana e attacco, si eclissa un po'. Non riesce a guidare la squadra. Denisov è un'altra cosa. 
Samedov 5,5 - Primo tempo molto guardingo. Abbandona Kokorin. Fatica anche nella ripresa: la Russia attacca con continuità, ma lui non riesce mai nella giocata risolutiva. Malissimo nella ripresa: ha spazi invitanti che proprio non riesce a sfruttare. Migliora un po' nel finale. Dal 90' Kerzhakov SV -.
Shatov 5,5 - Un'altra prova insufficiente. Non riesce in nessun modo a dare una mano allo spaesato Kokorin. Cresce anche lui nel finale. Dall'83' Dzagoev SV -.
Kanunnikov 6 - Si vede molto poco in avanti, ma questo perché Mertens lo costringe a frequenti ripiegamenti difensivi. Fondamentale per l'aiuto che dà a Kombarov. Al 30' impegna Courtois a una parata non semplicissima. Con il passare dei minuti il suo apporto offensivo migliora. Cala molto, in avanti, nel secondo tempo.
Kokorin 4,5 - Ancora punta unica, ancora fuori ruolo, ancora in difficoltà. Tutti ne parlano benissimo, ma possibile che il suo rendimento così abulico sia solo generato dal giocare fuori posizione? Al 40' parte lanciatissimo ma non riesce a saltare Kompany. Al 44' ennesimo passaggio a vuoto: solo, nel cuore dell'area belga, mette a lato un comodissimo colpo di testa. Nella ripresa, nonostante il dominio russo, non ha nessuna occasione da gol.
All: Capello 5 - Schiera ancora una squadra ultra-difensiva. Quasi rinunciataria. D'accordo, il Belgio fa paura però l'attacco russo è davvero troppo leggero. E' un peccato, perché con il passare dei minuti la Russi si rivela più propositiva del Belgio. Nella ripresa la Russia è in controllo totale, ma proprio non graffia in fase di conclusione. Incomprensibile come non dia minuti a Kerzhakov. Finale con un po' troppa paura. Poi arriva una beffa atroce. 

Arbitro: Brych (Ger) 5 - E' sempre un po' troppo lontano dall'azione. Al 17' ignora un contatto nell'area belga (giù Kokorin) e sembra sbagliare. Proteste dei belgi al 59', ma decide bene: non c'è rigore su Origi. Più attento nel secondo tempo.

BELGIO-RUSSIA 1-0
BELGIO (4-2-3-1):
Coutrois; Alderweireld, Van Buyten, Kompany, Vermaelen (31' Vertonghen; Witsel, Fellaini; Mertens (75' Mirallas), De Bruyne, Hazard; Lukaku (57' Origi). All: Wilmots
RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev; Kozlov, Ignashevitch, V. Berezoutski, Kombarov; Glushakov, Faizulin; Samedov, Shatov, Kanunnikov; Kokorin. All: Capello
Arbitro: Brych (Ger)
Marcatori: 88' Origi (B)
Ammoniti: 38' Glushakov (R); 54' Witsel, 73' Alderweireld (B)
Espulsi
Note




Commenta con Facebook