• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > PAGELLE E TABELLINO DI ARGENTINA-IRAN

PAGELLE E TABELLINO DI ARGENTINA-IRAN

Messi sonnecchia per 90’ poi con una magia da fuoriclasse regala i tre punti all’Argentina. L’Iran resiste ma crolla all’ultimo respiro.


Messi (Getty Images)
Davide Ritacco

21/06/2014 20:14

PAGELLE E TABELLINO DI ARGENTINA-IRAN / BELO HORIZONTE  – Incredibile gol di Messi al 91’ che si prende una brutta Argentina sulle spalle e regala i tre punti a Sabella. Bravissimo anche Romero che salva il risultato sul sempre positivo Ghoochannejhad. Per l’Iran altra gara superdifensiva con un ordine maniacale voluto da Queiroz. Male Higuain e un po’ tutta l’Argentina che si è presa un bello spavento.

 

ARGENTINA

Romero 6,5 – Si diceva fosse il punto debole dell’Argentina, si diceva. Ma se l’Argentina non fa una brutta figura contro l’Iran è anche merito suo che compie due grandi parate che salvano il risultato su Ghoochannejad.


Zabaleta 6 – Spinge tanto sulla sua fascia ma dopo essere stato ignorato più volte, limita le sue incursioni e lotta in trincea. Mezzo voto in meno perché si fa anticipare, rischiando tantissimo, in occasione del colpo di testa di Ghoochannejad.   


Fernandez 5,5 – L’Iran di rado entra in area di rigore ma quando lo fai lui non è mai sicuro. Ha un paio di occasione su palla inattiva ma le spreca malamente colpendo sempre male.


Garay 6 – Più sicuro e meno impacciato del compagno. Visto che in difesa non c’è molto da fare si spinge in avanti e sfiora il gol di testa.


Rojo 6 – Lui non è un esterno di natura ma si comporta bene. Purtroppo non ha un piede troppo educato per poter rifornire gli attaccanti. Con coraggio prova anche la soluzione personale.

 

Mascherano 5,5 –  Il suo lavoro di interdizione è abbastanza inutile perché ci sono pochi palloni da recuperare. Soffre però su ogni ripartenza degli iraniani.

 

 Gago 5 – Non fa girare la squadra come vorrebbe. A parte un buon assist in profondità per Higuain, sbaglia molti palloni anche semplici. E’ lento sia di gamba che di cervello. Una brutta partita.


Di Maria 6,5 – E’ l’unico che gioca su un livello accettabile ed l’unico che si spreme e gioca contro tutto l’Iran. Fa tutto lui, difende e attacca con la stessa intensità e crea sempre la superiorità numerica ma non trova il guizzo vincente. 92’ Biglia s.v.

 

 Aguero 5,5 – Prova qualche spunto ed è tra i più attivi ma manca molto all’albiceleste la sua reattività e rapidità nello stretto e in progressione. 76’ Lavezzi 6 – La sua velocità è utile per dare un cambio di passo importante ai suoi e svegliare i compagni.  

 Messi 7 – Si rende pericoloso più sui calci piazzati che con le sue proverbiali scorribande saltando uomini come birilli. La sua condizione fisica non è al top e si vede. Resta il fatto che quando accelera sfiora il gol e a gara finita illumina la scena con un gioiello da spot mondiale che spedisce la sua Argentina agli ottavi.  


Higuain 5 – Ha una sola occasione nel primo tempo ma Haghighi gli chiude bene la porta. Per il resto della partita non si vede quasi mai. 76’ Palacio 6 – Più pericoloso lui in quarto d’oro che il compagno in 76’. Le sue caratteristiche si sposano meglio con gli altri attaccanti dell’Argentina. Sabella farebbe bene a riflettere su di lui.

 

All. Sabella 6 – Messi lo salva, ma la sua Argentina non aveva convinto. I cambi sono stati comunque produttivi. Ma deve dire un grande grazie al suo fuoriclasse.

 

 

IRAN

Haghighi 6,5 – Para tutto il parabile. Poi Messi lo beffa al 92’ e anche lui entra tra gli innumerevoli portieri puniti dal fuoriclasse argentino.

 

Montazeri 6,5 – Meno positive che all’esordio ma c’è da considerare che di fronte questa volta c’era l’Argentina e non la Nigeria. Soffre nel finale tutti gli scomodi clienti che si presentano dalla sua parte.   

 

Hosseini 6,5 – Davvero un bel difensore. Non lascia spazio a Higuain e dopo il grande esordio conferma quando di buono fatto. Pochissime sbavature.

 

Sadeqi 6,5 – Con il collega forma una coppia di centrali sicura e solida. Con l’ingresso di Palacio soffre qualcosina in più ma non ne esce sconfitto sul piano personale.

 

Pooladì 6 – Dalla sua parte prima Zabaleta ma poi soprattutto Messi e Lavezzi, agiscono e trovano spesso lo spazio utile per arrivare al tiro. Non è solo colpa sua che lotta bene come tutti i compagni.

 

Nekounam 6,5 – La mente della squadra cerca di dare ordine e geometria alla sua squadra. Sempre lucido con il pallone fra i piedi ma è soprattutto una diga inesauribile.

 

Teymourian 6,5 – Un motorino instancabile ed inesauribile. Se la difesa dell’Iran è quasi impenetrabile gran merito è anche suo. Lotta su ogni pallone e corre per tutti. Grande spirito di sacrifico e grandissimi polmoni. Finisce stremato.  

 

Shojaei 6 – Gradissimo sacrifico e corsa. E’ quello che gli chiede il suo tecnico e lo fa senza fronzoli. Ma supporta poco e male l’attacco iraniano. 76’ Heydari 6 – Aveva giocato all’esordio e la sua tecnica era servita. Questa volta non ha il tempo di mettere a disposizione la sua classe.  

 

Haj Safi 6 – Anche lui come tutti i compagni è chiamato ad uno sforzo immane per poter correre all’indietro e cercare di ripartire con velocità. Ci riesce a fasi alterne ma di certo non sfigura. 88’ Haghighi s.v.  

 

Dejagah 6 – Non è nelle sue caratteristiche principali ma in questo mondiale Dejagah sta mostrando tutta la sua classe correndo per tutti. E’ l’anello di raccordo fra difesa e attacco e lo fa benissimo. E’ ovvio che poi manchi di lucidità dopo tutti i chilometri percorsi. 85’ Jahan Bakhs s.v.

 

Ghoochannejad 6,5 – E’ sempre il più pericoloso e fa reparto da solo. Gioca da punta vera e regge contro tutta la difesa argentina impegnando spesso Romero. Non spreca nemmeno un pallone ma l’Iran in questo mondiale non ha ancora segnato. Non può essere solo sfortuna.

 

All. Queiroz 6 – Viene sconfitto da Messi. Ancora una volta la fase difensiva è perfetta. Ma la sua squadra adesso deve fare punti se vuole passare il turno e la fase offensiva ha bisogno di maggiore spinta.  

 

 

Arbitro: Mazic (Serbia) 6,5 – Una gara tutto sommato corretta. Forse eccessivo il giallo a Rojo. Restano dubbi su un contatto in area fra Zabaleta e Ghoochannejad.

 


TABELLINO

ARGENTINA - IRAN 1-0

ARGENTINA (4-3-3): 
Romero; Zabaleta, Fernandez, Garay, Rojo; Mascherano, Gago, Di Maria (92’Biglia); Aguero (76’Lavezzi), Messi, Higuain (76’Palacio); All,: Sabella

 

IRAN (4-2-3-1): Haghighi; Montazeri, Sadeqi, Hosseini, Pooladì; Nekounam, Teymourian; Shojaei (76’Heydari), Haj Safi (88’ R.Haghighi), Dejagah (85’ Jahan Bakhsh); Ghoochannejhad. All. Queiroz

Arbitro: Mazic (Serbia)

Marcatori: 91’ Messi (A)  

Ammoniti: 53’ Nekounam (I) , 82’ Rojo (A)

Espulsi: -

 




Commenta con Facebook