• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile 2014 > ITALIANS MUNDIAL - Cuadrado svetta, Ibarbo non pervenuto

ITALIANS MUNDIAL - Cuadrado svetta, Ibarbo non pervenuto

I voti dei giocatori del nostro campionato, in campo nella massima manifestazione internazionale


Juan Cuadrado (Getty Images)
Hervé Sacchi (Twitter: @hervesacchi)

20/06/2014 12:11

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI SERIE A AL MONDIALE / ROMA – Appuntamento davvero ghiotto con lo speciale di Calciomercato.it che oggi è più ricco che mai. Tredici ‘Italians’ su venti sono scesi in campo nella giornata di ieri del Mondiale di Brasile 2014. Spiccano l’ottima prestazione di Juan Cuadrado, come sempre tra i migliori in campo. Bene anche il greco Torosidis, l'ivoriano Gervinho e il centrale colombiano, Mario Yepes. Tra i peggiori, figurano il cagliaritano Ibarbo e il genoano Fetfatzidis. Ma andiamo a scoprire le valutazioni nel dettaglio.  

CRISTIAN ZAPATA (Colombia - Milan): voto 6 – Disputa una buona partita, sempre attento e anche piuttosto ordinato avendo prima a che fare con Bony e poi con lo stesso Drogba. Davanti la Colombia spaventa, ma avere la garanzia di una buona difesa permette di andare ancor più sul sicuro.  

MARIO YEPES (Colombia - Atalanta): voto 6,5 – Nel giorno della sua centesima presenza con la Nazionale, sfoggia una prestazione certamente all’altezza del suo valore. Ogni tanto si trova in difficoltà, specie quando i giocatori gli vanno via in velocità, ma in un modo o nell’altro sa sempre metterci una toppa, chiudendo gli spazi e facendo ripartire la manovra.  

FREDY GUARIN (Colombia - Inter) – In panchina.

CAMILO ZUNIGA (Colombia - Napoli): voto 6 – Nel complesso la sua gara è positiva, anche se Gervinho approfitta di una sua disattenzione per rimettere in corsa la Costa d’Avorio. Considerando che il gol del romanista non pesa poi così tanto, l’esterno del Napoli può comunque considerarsi soddisfatto visto che ha espletato i compiti – sia in fase offensiva che difensiva – in maniera certamente sufficiente.

VICTOR IBARBO (Colombia - Cagliari): voto 5 – Poteva fare certamente qualcosa di più. Pekerman lo schiera ancora titolare, ma capisce subito che non è giornata per il giocatore del Cagliari. Il ct gli concede un’ulteriore bonus nel secondo tempo, ma resta piuttosto impalpabile la prestazione dell’esterno offensivo che, pur essendo dotato di qualità tecniche e grande velocità, non riesce quasi mai a saltare l’uomo.  

JUAN CUADRADO (Colombia - Fiorentina): voto 7 – Tutto ciò che non ha fatto Ibarbo, lo fa costantemente il giocatore della Fiorentina, oramai pienamente riscattato dai viola. Sempre determinante, qualsiasi cosa faccia: serve l’assist a Rodriguez e prende pure un palo. Potrebbe essere più fortunato, ma finché la Colombia continua a volare non c’è problema.  

GERVINHO (Costa d’Avorio - Roma): voto 6,5 – Nel primo tempo è piuttosto in ombra e anche nella ripresa si accende a intermittenza, ma quando lo fa sa essere  devastante. Il gol, che prova a riaprire i giochi, è un altro dei capolavori da inserire nell’arco di quest’annata.

VASILIS TOROSIDIS (Grecia - Roma): voto 6,5 – Ultimo a mollare, dimostra per tutto l’arco della gara attenzione e applicazione. Si sacrifica, corre avanti e indietro cercando di tamponare le avanzate di Nagatomo. Fa tutto davvero bene, peccato che la Grecia non trovi proprio possibilità per capitalizzare.

VANGELIS MORAS (Grecia - Verona) - In panchina.

PANAGIOTIS TACHTSIDIS (Grecia - Torino) - In panchina.

LAZAROS CHRISTODOULOPOULOS (Grecia - Bologna) – In panchina.

PANAGIOTIS KONE' (Grecia - Bologna): voto 6 – Con l’espulsione di Katsouranis, cambia anche la sua partita. Avrebbe potuto dare di più in fase offensiva, ma è costretto a mantenere la posizione. Prova la conclusione da fuori area solo in poche occasioni.

IOANNIS FETFATZIDIS (Grecia - Genoa): voto 5 – Aveva fatto discretamente bene nei pochi minuti concessigli da Fernando Santos contro la Colombia. Schierato titolare, non riesce a rendere. Doveva essere l’elemento in grado di dare vivacità al gioco offensivo greco, ma così non è stato.

YUTO NAGATOMO (Giappone - Inter): voto 6 – Con la Grecia in dieci, il Giappone aumenta la pressione, specialmente sulle fasce. L’interista assieme al compagno Uchida cerca di tartassare i terzini avversari, ma Torosidis – dall’alto della sua esperienza – non gli concede tutta questa libertà.  E quando è proprio il greco a sganciarsi in proiezione offensiva, qualche grattacapo all’esterno giapponese lo crea.

KEISUKE HONDA (Giappone - Milan): voto 5,5 – Non è un diesel, anzi. Parte sempre bene, giocando molti palloni, in regia come sulla trequarti. Più passano i minuti, più il suo rendimento cala. Nel secondo tempo, con l’entrata di Endo, soffre la personalità del capitano che, tra l’altro, calcia praticamente tutte le punizioni a disposizione del Giappone.

MARTIN CACERES (Uruguay - Juventus): voto 5,5 – L’Uruguay vince, ma un suo errore sul gol di Rooney costa minuti di sofferenza in più alla selezione sudamericana. Per il resto, disputa una partita piuttosto accorta, dimostrando esperienza anche contro avversari di livello come quelli inglesi.  

WALTER GARGANO (Uruguay - Parma) - In panchina.

DIEGO PEREZ (Uruguay - Bologna) - In panchina.

ALVARO GONZALES (Uruguay - Lazio): voto 6 – Si carica sulle spalle l’Uruguay, anche perché a centrocampo di fatto non c’è un vero e proprio giocatore in grado di impostare. Giocando sulle ripartenze, è lui a organizzare il tutto. Meno bene in fase di copertura, ma non gli si può chiedere tutto.

ABEL HERNANDEZ (Uruguay - Palermo) - In panchina.

NELLA PROSSIMA EDIZIONE – Sarà un appuntamento piuttosto magro quello di domani, considerando che gli unici ‘Italians’ in campo nella giornata di oggi sono quelli di Francia e Svizzera. Complessivamente cinque: oltre a Pogba, tornano a giocare anche Lichsteiner, Dzemaili, Inler e Behrami. Appuntamento a domani per le pagelle dedicate.




Commenta con Facebook