• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile 2014 > ITALIANS MUNDIAL - Brillano i cileni Vidal e Isla

ITALIANS MUNDIAL - Brillano i cileni Vidal e Isla

I voti dei giocatori del nostro campionato, in campo nella massima manifestazione internazionale


Arturo Vidal in azione (Getty Images)
Hervé Sacchi (Twitter: @hervesacchi)

19/06/2014 12:50

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI SERIE A AL MONDIALE / ROMA - Ritorna l’appuntamento con lo speciale di Calciomercato.it dedicato ai giocatori di Serie A in campo al Mondiale brasiliano. Nella giornata di ieri, è arrivato il primo, incredibile verdetto: la Spagna torna a casa. La colpa è anche degli ‘Italians’ cileni che, nella seconda giornata del girone B, hanno rifilato un secco 2-0 ai campioni del mondo uscenti. Tra i marcatori non figura alcun giocatore della massima serie italiana. Tuttavia, Edu Vargas e Charles Aranguiz, che hanno giocato questa stagione rispettivamente con Valencia e Internacional, sono di proprietà di Napoli e Udinese. Avendo disputato l’annata lontano dall’Italia restano fuori dal nostro elenco, ma è altrettanto doveroso dare i giusti meriti a questi talenti, non ancora al centro dei progetti dei club italiani. Per loro, come per altri ‘Italians’ impegnati al Mondiale, potrebbero aprirsi soluzioni importanti nell’immediato futuro.

Ma torniamo alle nostre pagelle. Dei dieci ‘Italians’ potenzialmente in campo ieri, hanno giocato solo in sei. Di questi, solo tre sono stati titolari, ovvero i bianconeri Vidal e Isla e il rossonero De Jong.

 

SIME VRSALJKO (Croazia - Genoa) – In panchina.

MATEO KOVACIC (Croazia - Inter): voto 6 – Nella partita contro il Brasile non aveva rispettato propriamente le attese e, contro il Camerun, è partito dalla panchina. Viene schierato da Kovac, praticamente a giochi fatti: precisamente al minuto 72’, con la Croazia in vantaggio per 3-0. Pochi istanti dopo l’entrata dell’interista, Mandzukic mette l’ultimo sigillo sulla gara. Proprio dai piedi di Kovacic parte l’azione del 4-0.

ANTE REBIC (Croazia - Fiorentina): voto 6 – Entra al minuto 78’ al posto di Perisic. Nonostante i pochi minuti a disposizione, ha un buon impatto sulla gara. Nel giro di poco tempo potrebbe segnare e far segnare (Rakitic, nell’occasione). È chiaro che con un Mandzukic in questa forma, per lui le occasioni sono limitate. Ma questo può essere solo il primo Mondiale per lui.

PEPE REINA (Spagna - Napoli) - In panchina.

RAUL ALBIOL (Spagna - Napoli) - In panchina.

ARTURO VIDAL (Cile - Juventus): voto 7,5 – Nella prima gara contro l’Australia lo avevamo visto faticare non poco. Reduce da un infortunio, non poteva ovviamente essere al meglio. Giocare contro la Spagna, tuttavia, può tirar fuori energie che non ti aspetteresti di avere. E di fatto, così è stato. Vidal ha messo in mostra tutte le sue qualità, diventando un uomo importantissimo nello scacchiere di Sampaoli. Raccordo tra centrocampo e attacco, si sacrifica a tutto campo e quando c’è da ripartire non perde tempo, alimentando la manovra assieme agli imprendibili Vargas e Sanchez.

MAURICIO ISLA (Cile - Juventus): voto 6,5 – Partita di grande sostanza per l’esterno bianconero che, nonostante avversari del calibro di David Silva e Jordi Alba sulla sua fascia riesce a chiudere tutti i buchi. Ottimo in difesa, ha anche il merito di sventare una chiara occasione da gol costruita dalla Spagna. L’unica pecca, semmai, è la mancata realizzazione del 3-0, ma poco male dopo tutto. Il Cile vince e si qualifica agli ottavi.  

CARLOS CARMONA (Cile - Atalanta): s.v. – Entra al minuto 88’, troppo poco per dare un giudizio.

MAURICIO PINILLA (Cile - Cagliari) - In panchina.

NIGEL DE JONG (Olanda - Milan): voto 6 – Non si può dire che abbia fatto un passo indietro rispetto alla gara contro la Spagna. Semplicemente, quella contro l’Australia è stata una gara diversa dalla prima, in cui lo stesso De Jong ha avuto incarichi diversi. Si guadagna la sufficienza, meritata, per l’aiuto che, nel secondo tempo, ha garantito a una difesa un po’ troppo labile e in confusione.

NELLA PROSSIMA EDIZIONE – Appuntamento ricchissimo di possibili protagonisti. Oggi, infatti, vanno in campo Colombia, Grecia e Uruguay che hanno tra le loro fila complessivamente 17 ‘Italians’. A questi dobbiamo ancora aggiungere l’ivoriano della Roma Gervinho e i due giappo-milanesi Honda e Nagatomo, con i quali arriviamo a quota 20. Seguiteci come sempre per avere il report di tutti i rappresentanti della Serie A al mondiale.




Commenta con Facebook