• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > PAGELLE E TABELLINO DI COSTA D’AVORIO-GIAPPONE

PAGELLE E TABELLINO DI COSTA D’AVORIO-GIAPPONE

Bony e Gervihno danno la vittoria alla Costa d’Avorio: inutile il gol di Honda


Honda (Getty Images)
Luca Mershed

15/06/2014 10:18

PAGELLE E TABELLINO COSTA D’AVORIO-GIAPPONE/RECIFE – Partita molto divertente e combattuta fino alla fine del match. Il Giappone va in vantaggio con Honda al sedicesimo. Ottime le prestazioni dei giapponesi Honda, Yoshida e Nagatomo. È da sottolineare la prestazione del difensore giapponese Uchida. La Costa d’Avorio soffre l’ottima organizzazione nipponica e prova a reagire con le migliori capacità che ha: la velocità di Gervihno e Bony e la fisicità di Kalou e Boka.
 

COSTA D’AVORIO


B. Barry 5,5 – Non dà molta sicurezza ai suoi: indeciso sulle uscite e respinge in modo rocambolesco i tiri dalla distanza. Al ventunesimo effettua una grande parata su Uchida.

A. Boka 6,5 – Al trentesimo sfiora il gol con un’ottima conclusione da calcio di punizione. In difesa è utile il suo raddoppio di marcatura su Honda cosa che facilita il compito di Zokora. È uno dei migliori in campo: oltre a difendere molto bene, è uno dei più pericolosi in attacco. Dal 75’Djakpa s.v.

D. Zokora 6  – Fatica a contenere le azioni offensive e ben organizzate del Giappone: poteva fare di più e chiudere sulla conlusione di Honda al momento del gol. Nel secondo tempo recupera e riesce ad incidere con ottime chiusure.

S. Bamba 5,5 – Nel primo tempo perde gli scontri diretti con il suo avversario ma nel secondo tempo grazie ad una nuova disposizione tatitca ritrova la posizione abbassandosi rispetto ai primi quarantacinque minuti.

S. Aurier 5,5 – Costruisce molte azioni d’attacco che però non si concretizzano per la poca lucidità con la quale arriva in area.

S. Die 5 – È uno dei peggiori dei suoi: non aiuta in fase offensiva e fatica in difesa. Avrebbe dovuto raddoppaire su Honda ma non riesce nel suo compito. Dal 62’Drogba 6,5 – Appena entra cambia il gioco: la Costa d’Avorio recupera lo svantaggio e riesce ad andare sullo 2 a 1 nel giro di cinque minuti.

C. Tiote' 5,5 – Nel secondo tempo prova a recuperare una prestazione non eccellente dei primi quarantacinque minuti. Imposta bene anche se perde alcuni palloni sotto pressione.

Y. Toure' 6 – Si propone spesso in attacco e sono ottimi i suoi assist come quello Gervihno. Molto buoni i movimenti e le diagonali che permettono aprire la difesa avversaria.

S. Kalou 6,5 – Gioca molto velocemente e mette in seria difficoltà gli ivoriani: nonostante i molti tentativi le sue azioni non riescono a concretizzarsi.

W. Bony 6 – Fin all’inizio prova a conludere ma trova davanti a se un portiere molto attento. È buona il suo tiro al settimo ed al quarantesimo minuto. Dal 78’Ya Konan s.v.

G. Gervinho 7 – È il migliore dei suoi: nonostante lo svantaggio non demorde mai e continua fino alla fine. È suo il gol del vantaggio del 2 a 1 che garantisce la vittoria della sua squadra. Corre senza sosta e gioca molto bene di squadra

All.: Sabri Lamouchi 6 – Schiera una squadra ben organizzata anche se gli avversari reagiscono ottimamente alle strategie offensive ivoriane. Nel  secondo tempo cambia la musica e mette in campo una formazione più offensiva.

 

GIAPPONE

E. Kawashima 6 – Molto sicuro sulle uscite e sui tiri dalla distanza. Effettua ottime parate soprattutto sulle conclusioni di Gervihno, Yaya Toure e Kalou.Viene lasciato a tu per tu con gli attaccanti africani e non è totalmente coplevole dei gol subiti.

A. Uchida 6,5 – Da spettacolo quando porta palla in avanti. Il suo contributo in difesa è molto importante per contrastare la velocità avversaria.

M. Morishige 6 – Grande senso della posizione anche se soffre le incursioni avversarie e la fisicità degli ivoriani.

M. Yoshida 6,5 – Gioca un eccellente primo tempo: spinge senza sosta e mette nel mezzo palloni molto pericolosi. Al ventiduesimo sfiora il gol con un’ottima conclusione.

Y. Nagatomo 6,5 – Grande la sua capacità d’impostazione. Non copre in difesa come dovrebbe e subisce la velocità degli attaccanti avversari.

H. Yamaguchi 6 – Non aiuta molto in fase offensiva ma è molto utile il suo aiuto al momento di difendere. Cerca sempre di contenere le incursioni avversarie non con il físico ma con il senso tattico.

M. Hasebe 6,5 – È molto pericoloso e quando prende palla gli avversari provano a fermarlo con un raddoppio di marcatura. Ottimi i tiri da fuori area come quello dell’inizio del secondo tempo: al cinquantesimo sfiora il gol dalla distanza. Dal 54’ Endo – Entra per supportare ed organizzare la squadra, ma con la sostituzione ivoriana per Drogba non riesce più a gestire il gioco nipponico ed inizia a perdere dei colpi.

S. Okazaki 5,5 – Forse è il peggiore dei suoi anche se la sua prestazione resulta positiva grazie ad alcune ottime giocate che hanno messo in moto azioni offensive pericolose.

K. Honda 7,5 – È il regista della squadra e la guida con molta esperienza e capacità. Riesce a sbloccare il risultato con un gol  in angolo. Partita sontuosa: dai suoi piedi partono tutte le azioni offensive. Rientra spesso anche in difesa per aiutare i suoi.

S. Kagawa 6 – Prova ad impostare molte azioni anche se a volte sbaglia dei passaggi importanti. Nonostante ciò è fondamentale il suo contributo in attacco. Dal 86’ Kakitani s.v.

Y. Osako 5 – Praticamente inesistente: tocca pochi palloni e sembra fuori dalle strategie di Zaccheroni. Dal 68’ Okubo 5,5 – Entra a partita iniziata e con un gol di svantaggio: non cambia le sorti della partita.

All.: Alberto Zaccheroni 6,5 – Mentalità rispecchiata nel gioco della sua squadra: si chiudono molto bene ed in modo organizzato nella fase difensva; azioni rapide con diagonali ed incursioni centrali in attacco mettono in difficoltà la difesa avversaria.

Arbitro: Enrique Osses 6,5 – Partita non macchiata da errori gravi: i suoi assistenti segnalano i fuori gioco indovinando quasi sempre la decisione.

 

TABELLINO

 

COSTA D’AVORIO-GIAPPONE 2-1

 

Costa d’Avorio (4-3-3): B. Barry; A. Boka (dal 75’Djakpa), D. Zokora, S. Bamba, S. Aurier; S. Die (dal 62’Drogba), C. Tiote', Y. Toure; S. Kalou, W. Bony (dal 78’Ya Konan), G. Gervinho. All.: Sabri Lamouchi    

Giappone (4-2-3-1): E. Kawashima; A. Uchida, M. Morishige, M. Yoshida, Y. Nagatomo; H. Yamaguchi, M. Hasebe (dal 54’ Endo); S. Okazaki, K. Honda, S. Kagawa (dal 86’ Kakitani); Y. Osako (dal 68’ Okubo). All.: Alberto Zaccheroni

Arbitro: Enrique Osses

Marcatori: 16’ Honda (G), 64’ Bony (C), 66’Gervinho (C)

Ammoniti: 22’ Yoshida (J), 54’Okazaki (J), 58’Zokora (C), 63’Morishige (J)

Espulsi: -

 




Commenta con Facebook