• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > VIDEO - Speciale 'Road to Brasil': il grande ciclo delle 'Furie Rosse'

VIDEO - Speciale 'Road to Brasil': il grande ciclo delle 'Furie Rosse'

Rubrica di Calciomercato.it che ripercorre la storia dei Mondiali di calcio dal debutto del 1930 in Uruguay fino alla vittoria spagnola del 2010


1 di 3
Spagna Campione del Mondo (Getty Images)
Iniesta (Getty Images)
Forlan (Getty Images)
Jonathan Terreni

04/06/2014 12:31

VIDEO SPECIALE ROAD TO BRASIL / ROMA - 'Road to Brasil' è la rubrica di Calciomercato.it che vi accompagnerà in attesa del prossimo Mondiale carioca ripercorrendo la storia della massima competizione a livello di Nazionali dal suo debutto nel 1930 fino alla vittoria della Spagna nell'edizione 2010. Partite, eventi, classifiche, e curiosità analizzate al dettaglio in ogni numero. Nell'ultimo capitolo il Mondiale sudafricano del 2010.

IL CICLO DELLE 'FURIE ROSSE' - Finalmente Spagna. Dopo l'Europeo del 2008 le 'Furie Rosse' conquistano, per la prima volta nella loro storia, il Mondiale. Si gioca in Sudafrica dall'11 giugno all'11 luglio 2010 in 11 città: Bloemfontein, Città del Capo, Durban, Johannesburg (sede di due impianti), Kimberley, Nelspruit, Orkney, Polokwane, Port Elizabeth, Pretoria e Rustenburg.

Subito grandi sorprese nel Girone A, dove la Francia chiude all'ultimo posto senza vittorie e dove l'Uruguay del trio Cavani-Suarez-Forlan (Pallone d'Oro del Mondiale) fa subito la voce grossa. I padroni di casa del Sudafrica chiudono a 4 punti. Nel Girone B dominato dall'Argentina passa anche un'ottima Corea del Sud (decisiva la vittoria contro la Grecia). Inghilterra (seconda) e Usa passano a braccetto il gruppo C mentre nel D Germania e Ghana sono davanti ad Australia e Serbia. L'Olanda dimostra da subito di essere una delle grandi favorite facendo bottino pieno nel proprio raggruppamento davanti all'ottimo Giappone.

Male, malissimo l'Italia che da campione in carica chiude a due punti il Gruppo F tutt'altro che irresistibile (avanti Paraguay e Slovacchia). Lippi conferma gran parte dei senatori dello storico gruppo tedesco ma i risultati sono pessimi e la sconfitta contro la Slovacchia ci elimina dal Mondiale dopo i magri pareggi con Paraguay e Nuova Zelanda. Bene Brasile e Portogallo. Soffre più del previsto la Spagna che inizia con una sconfitta contro la Svizzera ma riesce a chiudere davanti al Cile grazie alle reti di Villa. L'ottavo più affascinante è Germania-Inghilterra con i tedeschi che rifilano il poker alla squadra di Capello, ancora una volta deludente. Uruguay, Ghana, Olanda e Spagna (nel derby col Portogallo) avanzano di misura. Brasile a valanga sul Cile (3-0). Il Paraguay intanto ha la meglio sul Giappone solo ai rigori.

Nei quarti un grande Sneijder schianta con una doppietta il Brasile e la Germania ne fa altri quattro, stavolta all'Argentina di un Maradona, ct acerbo e poco equilibrato. Il solito Villa annienta il Paraguay a sette minuti dal termini mentre l'Uruguay deve soffrire fino ai rigori per battere un grande Ghana. Nella prima semifinale di Città del Capo, Olanda e Uruguay danno vita ad un match spettacolare con continui ribaltamenti: decisiva la rete di Robben al 73'. Nell'altra invece una rete del capitano Puyol basta ad eliminare la Germania, fin qui impeccabile e a portare la Spagna alla grande finale di Johannesburg. Per la squadra di Del Bosque è la grande occasione da non fallire. Il match, duro e molto fisico (bruttissimo un fallo di de Jong su Xabi Alonso) è deciso da un gol di Iniesta a tre minuti dai calci di rigore. Dopo decenni di aspettative e delusioni per le 'Furie rosse' è l'apoteosi. E' l'apice di un ciclo storico, destinato a continuare anche all'Europeo del 2012.

GRUPPO A: URUGUAY 7, MESSICO 4, Sudafrica 4, Francia 1 (Sud-Mes 1-1; Uru-Fra 0-0; Sud-Uru 0-3; Fra-Mes 0-2; Mes-Uru 0-1; Fra-Sud 1-2)

GRUPPO B: ARGENTINA 9, COREA DEL SUD 4, Grecia 3, Nigeria 1 (Cor-Gre 2-0; Arg-Nig 1-0; Arg-Cor 4-1; Gre-Nig 2-1; Nig-Cor 2-2; Gre-Arg 0-2)

GRUPPO C: USA 5, INGHILTERRA 5, Slovenia 4, Algeria 1 (Ing-Usa 1-1; Alg-Slo 0-1; Slo-Usa 2-2; Ing-Alg 0-0; Slo-Ing 0-1; Usa-Alg 1-0)

GRUPPO D: GERMANIA 6, GHANA 4, Australia 4, Serbia 3 (Ser-Gha 0-1; Ger-Aus 4-0; Ger-Ser 0-1; Gha-Aus 1-1; Gha-Ger 0-1; Aus-Ser 2-1)

GRUPPO E: OLANDA 9, GIAPPONE 6, Danimarca 3, Camerun 0 (Ola-Dan 2-0; Gia-Cam 1-0; Ola-Gia 1-0; Cam-Dan 1-2; Dan-Gia 1-3; Cam-Ola 1-2)

GRUPPO F: PARAGUAY 5, SLOVACCHIA 4, Nuova Zelanda 3, Italia 2 (Ita-Par 1-1; Nuo-Slo 1-1; Slo-Par 0-2; Ita-Nuo 1-1; Slo-Ita 3-2; Par-Nuo 0-0)

GRUPPO G: BRASILE 7, PORTOGALLO 5, Costa d'Avorio 4, Corea del Nord 0 (Cos-Por 0-0; Bra-Cor 2-1; Bra-Cos 3-1; Por-Cor 7-0; Por-Bra 0-0; Cor-Cos 0-3)

GRUPPO H: SPAGNA 6, CILE 6, Svizzera 4, Honduras 1 (Hon-Cil 0-1; Spa-Svi 0-1; Cil-Svi 1-0; Spa-Hon 2-0; Cil-Spa 1-2; Svi-Hon 0-0)

OTTAVI DI FINALE: URUGUAY-Corea del Sud 2-1; Usa-GHANA 1-2 dts; GERMANIA-Inghilterra 4-1; ARGENTINA-Messico 3-1; OLANDA-Slovacchia 2-1; BRASILE-Cile 3-0; PARAGUAY-Giappone 5-3 dcr; SPAGNA-Portogallo 1-0

QUARTI DI FINALE: OLANDA-Brasile 2-1; URUGUAY-Ghana 4-1 dcr; Argentina-GERMANIA 0-4; Paraguay-SPAGNA 0-1

SEMIFINALI: Uruguay-OLANDA 2-3; Germania-SPAGNA 0-1

FINALE TERZO POSTO: Uruguay-GERMANIA 2-3 (19' Mueller, 28' Cavani, 51' Forlan, 56' Jansen, 82' Khedira)

FINALE: OLANDA-SPAGNA 0-1 (116' Iniesta)

OLANDA (4-2-3-1): Stekelenburg; van der Wiel, Heitinga, Mathijsen, van Bronckhorst (105' Braafheid); van Bommel, de Jong (99' van der Vaart); Robben, Kuyt (71' Elia), Sneijder; van Persie. All.: Bert van Marwijk

SPAGNA (4-5-1): Casillas; Pique, Sergio Ramos, Puyol, Capdevila; Busquets, Xabi Alonso (87' Fabregas), Xavi, Pedro (60' Jesus Navas), Iniesta; Villa (106' Torres). All.: Vicente Del Bosque

Arbitro: Webb (Ing)

I 22 AZZURRI - Buffon, Maggio, Criscito, Chiellini, Cannavaro, De Rossi, Pepe, Gattuso, Iaquinta, Di Natale, Gilardino, Marchetti, Bocchetti, De Sanctis, Marchisio, Camoranesi, Palombo, Quagliarella, Zambrotta, Pazzini, Pirlo, Montolivo, Bonucci. All.: Marcello Lippi

CLASSIFICA MARCATORI - 5 reti Mueller (Ger), Villa (Spa), Sneijder (Ola), Forlan (Uru); 4 Higuain (Arg), Klose (Ger), Vittek (Slo), 3 Luis Fabiano (Bra), Gyan (Gha), Donovan (Usa), Suarez (Uru)

CURIOSITA' - E' stato questo il primo Mondiale in cui una Nazionale europea ha vinto fuori dal proprio continente. Per la prima volta dal 1978 sono arrivate in finale due squadre che non avevano mai vinto la Coppa (allora furono Argentina e Olanda). Eddy Maillet, arbitro delle Seychelles ha diretto per la prima volta nella storia partite dei Mondiali di calcio: Honduras-Cile 0-1 e Slovacchia-Paraguay 0-2.

Le previsioni davanti agli schermi televisivi del polpo Paul, animale dello zoo di Oberhausen hanno destato molta curiosità. L'animale riuscì ad indovinare esattamente gli esiti delle sette partite della Germania, più la finale vinta dalla Spagna. La Nazionale honduregna ha preso parte al Mondiale con i tre fratelli Palacios: Wilson, Jerry e Johnny. Essi non hanno giocato insieme nemmeno un minuto della competizione. Record di cartellini nella finale del'11 luglio a Johannesburg: durante i 120' di gara l'arbitro inglese Webb ha estratto ben 15 cartellini, di cui uno rosso. La mascotte del Mondiale fu 'Zakumi', un leopardo antropomorfo con la criniera verde, una maglietta bianca e dei pantaloncini anch'essi verdi.

VIDEO - La finale tra Olanda e Spagna di Sudafrica 2010

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 2006

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 2002

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1998 

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1994

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1990

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1986

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1982

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1978

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1974

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1970

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1966

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1962

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1958

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1954

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1950

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1938 

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1934

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL MONDIALE 1930




Commenta con Facebook