• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > VIDEO CM.IT - Italia, Verratti: "Prandelli come Zeman, non badano ai complimenti"

VIDEO CM.IT - Italia, Verratti: "Prandelli come Zeman, non badano ai complimenti"

Il centrocampista del Paris Saint-Germain parla ai giornalisti dal ritiro azzurro


1 di 2
Marco Verratti (Getty Images)
Verratti (Calciomercato.it)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

02/06/2014 13:36

ITALIA CONFERENZA VERRATTI / COVERCIANO  - Dopo la brillante prova contro l'Irlanda e l'ingresso nei 23 per il Mondiale 2014, Marco Verratti si presenta in sala stampa per rispondere alle domande dei giornalisti. La consueta conferenza di Coverciano vedrà come protagonista proprio il centrocampista del Paris Saint-Germain: Calciomercato.it ha seguito per voi le dichiarazioni dell'ex Pescara.

CONVOCAZIONE - "Quando sono stato chiamato tra i 30 volevo entrare nei 23 e ho cercato di dare il massimo: Prandelli ha fatto le scelte, sono contento per me e mi dispiace per i miei compagni. Sicuro di farcela? Io penso solo al presente e penso a fare il massimo ogni giorno: non ho mai pensato ad entrare nei 23".

PRANDELLI - "Sono stato abituato a ricevere pochi complimenti anche quando ho fatto bene: il mister ti sprona sempre, siamo giovani e sappiamo che dobbiamo migliorare. Mi piace più un mister così che uno che ti fa i complimenti anche quando hai giocato male. Dopo le critiche di Prandelli e anche quelle di Ancelotti ora prima di fare una scivolata ci penso bene". 

ZEMAN - "Io, Immobile e Insigne è una di quelle storie che fanno bene al calcio: siamo partiti in Serie B e ora partecipiamo a una competizione importante. Zeman per noi è stato un grande maestro. Ci ha fatto crescere tantissimo. Dal primo giorno mi ha mostrato grande fiducia". 

MESSAGGI - "Ho sentito i miei compagni: Ibrahimovic mi ha chiamato pochi giorni fa dicendomi di stare tranquillo che sarei andato al Mondiale". 

MODULO - "Ogni mister ha la sua visione tattica e noi dobbiamo seguirlo e metterci a disposizione e fare il massimo. Ruolo? Poter ricoprire più posizioni è molto importante".

MONTOLIVO - "Mi dispiace per Riccardo e nei panni suoi sarei veramente triste. Il suo infortunio ci ha scosso. Al Mondiale tutti devono dare il 120% e sfruttare al massimo le possibilità che ci verranno date". 

NUMERO MAGLIA - "I senatori hanno i numeri e nessuno li è andati a toccare: non c'è stata una guerra, sappiamo già come vengono assegnati". 

BRASILE - "E' una grande nazionale, con tanti campioni: sono i favoriti. Questi sono mondiali che si giocherà in un paese nato per il pallone e sarà molto emozionante e questo per noi deve essere un motivo di orgoglio".

SOGNO - "Il sogno è vincere il Mondiale, però ha parole siamo tutti bravi: dobbiamo dare il massimo ogni giorno e curare ogni minimo dettaglio". 

ROSSI - "Era dispiaciuto, è stato molto sfortunato".

ITALIA - "Quando lasci l'Italia ti accorgi davvero quanto sei italiani, acquisti il senso di appartenenza che quando sei in Italia non te ne accorgi. Rappresentare milioni di persone fa venire i brividi: so quante persone vorrebbero stare al mio posto, sono fortunato a stare in nazionale e cerco di dare il massimo". 

 




Commenta con Facebook