• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Atalanta > Giorgio Parretti su Giuseppe Biava

Giorgio Parretti su Giuseppe Biava

Dopo 4 anni in biancoceleste, il 37enne difensore di Seriate lascia la Capitale. Il suo procuratore, Giorgio Parretti, parla del suo futuro ai nostri microfoni


Biava (Getty Images)
Federico Scarponi

26/05/2014 13:10

CALCIOMERCATO ATALANTA ESCLUSIVO BIAVA LAZIO FUTURO / ROMA - Mancava soltanto l'ufficialità, ora è arrivata attraverso un comunicato: Giuseppe Biava lascia la Lazio dopo 4 anni, 125 presenze e 6 reti.

Calciomercato.it ha parlato di questa decisione e del futuro del 37enne centrale di Seriate, in esclusiva col suo procuratore: Giorgio Parretti.

"Fa piacere che sia arrivata un'offerta importante di contratto a vita da parte della Lazio - il commento dell'agente di Biava in esclusiva a Calciomercato.it - E' un chiaro segnale della stima del presidente Lotito e della società nei confronti di Giuseppe. E' un professionista serio e un ragazzo che si è sempre fatto benvolere ovunque sia andato a giocare. In questo momento della sua vita però, la famiglia, le esigenze private, hanno la precedenza su altri discorsi e situazioni. Abbiamo volutamente aspettato questo giorno, ricorrenza della vittoria della Coppa Italia, per far uscire il comunicato. E' stato un momento fantastico della sua avventura nella Capitale e comunicare questa decisione ad un anno esatto da quella data, ci è sembrato il modo migliore per chiudere il cerchio e far capire quanto sia stata importante questa vittoria per Biava".

SOGNO NERAZZURRO - "Ora lavoreremo per trovare una squadra a Giuseppe. Per motivi logistici, le possibilità - sulla carta - sono Atalanta, Verona e Chievo. Soltanto con i nerazzurri abbiamo scambiato due chiacchiere ma non c'è assolutamente alcun accordo, né incontri attualmente in programma. Giocare per gli orobici sarebbe un sogno: chi è nato e cresciuto a Bergamo, coltiva la speranza di poter indossare questa maglia durante la propria carriera".    




Commenta con Facebook