• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, De Rossi: "Pirlo uomo in piu' al Mondiale. Balotelli? Un bonaccione"

Italia, De Rossi: "Pirlo uomo in piu' al Mondiale. Balotelli? Un bonaccione"

Il centrocampista azzurro parla dal ritiro della Nazionale a Coverciano


De Rossi (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

25/05/2014 09:15

ITALIA DE ROSSI NAZIONALE MONDIALE BALOTELLI / COVERCIANO - E' uno dei giocatori più rappresentativi della Nazionale. Daniele De Rossi, a pochi giorni dal Mondiale, parla da leader dal ritiro dell'Italia a Coverciano. Ecco le sue parole nell'intervista oggi in edicola sulle colonne de 'La Gazzetta Sportiva':

TENSIONE - "Noi azzurri siamo soliti fare una battuta: inizia il campionato dei mangiatori di unghie. Ti sale l’adrenalina, sai che il mondo ti sta guardando".

LA VITTORIA DI BERLINO - "Incredibile, una sensazione che non puoi capire finché non la provi. E poi negli anni non svanisce mai. Io, poi, ho pure avuto la fortuna di assaporarla da giovane e di tirare un rigore in finale. Tutti i momenti che mi vengono in mente sono legati a quella serata".

DIFFERENZE TRA 2006 E OGGI - "La forza del gruppo, la forza mentale. Il Mondiale arrivò poco dopo lo scandalo di Calciopoli, eravamo scossi e anche un po' imbarazzati. Eppure tutto questo ci ha rafforzato e unito. Eravamo pieni di giocatori forti, con un allenatore forte".

BALOTELLI - "Andrebbe conosciuto per giudicarlo, e io lo conosco. Anche per colpa sua non passa sotto traccia, ma lui è un buono. Ho conosciuto tanti giocatori egoisti, lui invece è un bonaccione".

TALENTI DEL MONDIALE - "Quei sei-sette di classe eccelsa, come Messi e Neymar, ma ci saranno rivelazioni come sempre. Giocatori come Pirlo, Oezil e Iniesta tireranno fuori quel qualcosa in più che loro posseggono. Gli avversari più forti che ho incontrato? Xavi e Iniesta. Ai Mondiali non ho mai incontrato Messi e Ronaldo, magari capiterà quest'anno".




Commenta con Facebook