• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Champions League, SPECIALE CM.IT: Real, Atletico e la finale tutta spagnola

Champions League, SPECIALE CM.IT: Real, Atletico e la finale tutta spagnola

Curiosita', statistiche e numeri sull'ultimo atto che andra' in scena sabato sera a Lisbona


(Getty Images)
Hervé Sacchi (Twitter: @hervesacchi)

21/05/2014 13:30

CHAMPIONS LEAGUE FINALE REAL MADRID ATLETICO MADRID CURIOSITA' RETROSCENA STATISTICHE / ROMA - Mancano poco più di 72 ore al grande appuntamento dell'anno, forse secondo solo alla finale del Mondiale che ricorrerà tra un mese abbondante. Girovagare per Madrid in questi giorni non deve essere facile, soprattutto se tifi Real o Atletico e inizi a riflettere su scaramanzie, eventuali ricorrenze pre-gara e magari, con spavalderia, organizzare la grande festa. Nelle prossime righe vi diremo chi può essere più o meno ottimista.

FINALE TUTTA SPAGNOLA - E' strano ritrovarsi in finale una squadra della stessa Federazione calcistica. Ma negli anni è già successo, forse più spesso di quanto le mere statistiche potrebbero prevedere. In realtà Real e Atletico hanno già assaporato il gusto di una finale in cui, tra le altre cose, dopo un fallo puoi mandare a quel paese il tuo avversario e allo stesso tempo farti capire dallo stesso. In termini temporali, l'ultima finale tutta spagnola è stata disputata dall'Atletico: nell'ultima gara di Europa League 2011/12, i 'Colchoneros' si imposero 3-0 sul Bilbao. Stesso risultato per la finale di Champions League disputata nella stagione 1999-2000 dal Real contro il Valencia. La curiosità è rappresentata dal fatto che proprio queste ultime due aprirono il giro delle finali con squadre della stessa nazione (ristretta a quelli che vengono considerati i quattro maggiori campionati d'Europa). Seguirono, infatti, Italia (Milan-Juventus), Inghilterra (Manchester United-Chelsea) e Germania (Bayern-Borussia Dortmund). La speranza per il nostro calcio è questo nuovo ciclo porti ancora ad una finale tutta italiana.

CONFRONTI DIRETTI
- A ben vedere, Real-Atletico non è alla sua 'prima' in Europa. Nell'annata 1958-59 le due squadre si affrontarono nelle semifinali della Coppa dei Campioni: il Real vinse 2-1 l'andata, l'Atletico si impose 1-0 in casa propria e si dovette dunque giocare lo spareggio nuovamente al 'Bernabeu', che vide il Real conquistare la finale e, poi, il suo quarto titolo.

IN EUROPA, CONTRO LE CONNAZIONALI - L'Atletico è reduce da tre vittorie consecutive contro squadre spagnole in Europa. Il bilancio totale è di cinque vittorie, due pareggi e tre sconfitte (due delle quali contro il Real nell'occasione descritta nel precedente paragrafo). Il Real, invece, non vince una gara contro una rivale dello stesso campionato da tre partite. Il bilancio è di sette vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte in ambito europeo.

FINALE A LISBONA - E' la seconda volta che la finale si disputa nella capitale lusitana, ma è la prima volta per il 'da Luz'. La prima finale in terra portoghese fu ospitata dallo stadio 'Nazionale do Jamor', ubicato precisamente nel comune di Oeiras, nell'area metropolitana della stessa Lisbona. Quello stadio non evoca bei ricordi per i tifosi dell'Inter: la formazione nerazzurra perse 2-1 contro il Celtic nonostante il vantaggio iniziale di Mazzola.

LA CHAMPIONS, DOPO 40 ANNI - L'Atletico torna a disputare una finale a distanza di 40 anni. Non è la prima squadra che si trova a dover disputare nuovamente una partita così importante dopo tanti anni. Già il Real giocò e vinse la Champions nella stagione 1997-98 (contro la Juventus), a distanza di quarant'anni dal successo contro il Milan (1957-58). Nella stagione 1961-62 il Real perse contro il Benfica, ma rigiocò una finale anche 40 anni dopo contro il Bayer Leverkusen, a Glasgow, vincendola. Poi viene il turno del Milan, che vide alzare la sua prima coppa da Cesare Maldini nel 1963 e quarant'anni dopo dal figlio Paolo in quel di Manchester. E proprio una squadra di Manchester, lo United, chiude questa curiosità, visto che nel 1967-68 vinse contro il Benfica e nel 2007-08 conquistò la sua terza coppa contro il Chelsea a Mosca. Insomma, i tifosi dell'Atletico possono sorridere.




Commenta con Facebook