• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI SIVIGLIA-BENFICA

PAGELLE E TABELLINO DI SIVIGLIA-BENFICA

La maledizione non si spezza: i portoghesi perdono un'altra volta. Beto para due rigori e porta l'Europa League in Andalusia


Festa Siviglia (Getty Images)
Omar Parretti

15/05/2014 00:10

PAGELLE E TABELLINO DI SIVIGLIA-BENFICA / TORINO – Bela Guttmann colpisce ancora e il Benfica perde l'ennesima finale europea: vince il Siviglia. L'eroe della partita è Beto che para due calci di rigore arrivati ai penalty finali; tra gli andalusi molto bene Fazio e Pareja, Rakitic è la luce, delude Bacca. Per i portoghesi ottime prove di Garay e Luisao, Rodrigo e Cardozo sbagliano i rigori decisivi.


SIVIGLIA

Beto 8 – Nella prima frazione rimedia ad un incertezza in uscita con una parata d'istinto che scongiura il vantaggio del Benfica; nel secondo tempo si oppone in maniera spettacolare ad un bel tentativo dalla distanza da parte di Lima. Diventa l'eroe della serata dopo i tempi supplementari quando si esalta nella sua specialità: parare i calci di rigore, si oppone prima a Rodrigo poi ad Oscar Cardozo con due splendidi interventi da vero esperto in materia. Metà della coppa la porta lui a casa.

Coke 5,5 – Viene spesso redarguito da Emery perché risulta troppo timido nel proporsi sulla sua fascia di competenza, non riuscendo così a fornire suggerimenti interessanti ai compagni. Nel secondo tempo regala un assist delizioso per Reyes, l'esterno spagnolo non è però altrettanto bravo nel mettere il pallone alle spalle di Oblak.

Pareja 6,5 – Prezioso quando si stacca dalla linea dei difensori per andare a contrastare gli avversari sulla trequarti, evitando preventivamente il dialogo tra esterni e portatori di palla. Sceglie sempre molto bene i tempi degli interventi difensivi.

Fazio 6,5 – Intervento salva-risultato in area di rigore su Gaitan dove riesce a togliere il pallone al connazionale in scivolata da dietro. Soffre gli attacchi avversari quando i portoghesi agiscono in velocità, è invece impeccabile come sempre nel gioco aereo.

Moreno 6 – Vince il ballottaggio sulla fascia con Navarro, ma non riesce a regalare il giusto apporto in fase offensiva poiché rimane spesso bloccato nella propria metà campo. In fase difensiva non impressiona per il tempismo negli interventi, tuttavia nel secondo tempo è fantastico nel murare Lima lanciato verso la porta.

Carriço 6 – In fase di costruzione è di una lentezza impressionante: finisce troppe volte o con il perdere palla o con passare all'indietro il pallone; meglio in fase di ripiegamento dove recuperare un paio di buoni palloni.

M'Bia 5,5 – Dà l'impressione di essere meno sicuro e deciso rispetto al solito infatti alterna buoni interventi a chiusure decisamente più raffazzonate. Fa valere la propria prestanza fisica in mediana ma delude rispetto ad altre ottime apparizioni.

Reyes 5,5 – Non trova il guizzo necessario per sbloccare la partita: non essendo dotato di notevole velocità finisce con il risultare piuttosto inoffensivo per i difensori portoghesi. Nella seconda frazione di gioco spara addosso ad Oblak da discreta posizione dopo un bel traversone di Coke. Dal 78' Marin 5,5 – Non dà la scossa al match seppur sia più fresco rispetto agli altri. Non ha fortuna nel farsi male durante il primo tempo supplementare. Dal 104' Gameiro s.v.

Rakitic 6,5 – E' lui il giocatore in grado di cambiare le sorti della partita tra le file degli andalusi: quando trova il cambio di passo è letale e riesce a trovare gli spazi giusti per servire i compagni, si muove per il campo con una classe nettamente superiore rispetto a quella degli altri giocatori a disposizione dell'allenatore basco. Ha diverse buone intuizioni nel corso della gara, ma non viene assistito in maniera degna.

Vitolo 6 – Svaria su tutto il fronte d'attacco inserendosi tra linee avversarie e creando un paio di pericoli alla retroguardia del Benfica, tuttavia manca gli manca sempre la giocata risolutiva. Con il passare dei minuti cala fisicamente, comunque è apprezzabile come spesso aiuti la squadra in fase di ripiegamento. Dal 110' Figueiras s.v.

Bacca 5,5 – Fa tantissimo movimento in attacco però sembra piuttosto disorientato, anche perché la coppia centrale Luisao-Garay riesce ad imbrigliarlo per tutto il corso della partita. Senz'altro non demerita dal punto di vista dell'impegno però dal colombiano ci potevamo aspettare di meglio.

All. Emery 6,5– Il suo Siviglia parte sfavorito ma impegna i portoghesi e riesce a non crollare nemmeno dopo 120 minuti di gioco, a tratti s'impone e mette in pesante difficoltà il Benfica. La vittoria arriva ai calci di rigore, dopo una bella prova di solidità.


BENFICA

Oblak 6 – Fa valere la sua presenza soprattutto in uscita dove si esalta per puntualità e precisione, tra i pali è bravo ad opporsi al tiro a botta sicura di Reyes nel secondo tempo.

Maxi Pereira 6 – Parte da terzino ma con l'infortunio di Sulejmani e l'entrata di Almeida si alza lasciando la propria posizione a quest'ultimo. Non garantisce la stessa qualità del serbo ex-Ajax, ma sul piano dell'intensità gioca una grande partita.

Luisao 6,5 – Prestazione di spessore da parte del centrale brasiliano che in tandem con Garay argina Bacca e sventa numerosi pericoli. Attento e presente in difesa per tutta la partita.

Garay 7 – Domina largamente sulla palle alte nel duello con Bacca, inoltre è sempre attento e preciso nel leggere i movimenti del centravanti colombiano. Non accenna al minimo crollo nemmeno dopo 120 minuti, non cala mai di intensità, non si deconcentra mai: è tra i migliori difensori al mondo.

Siqueira 6 – Sempre attento nell'eseguire la diagonale difensiva quando necessario, ma spesso troppo lento e lezioso nell'effettuare i disimpegni. Nel secondo tempo sparisce progressivamente dalla fase d'attacco dei portoghesi fino al momento della sostituzione. Dal 99' Cardozo 5 – Sbaglia il suo penalty dopo i tempi supplementari.

Amorim 5,5 – Certamente non si distingue per la qualità dei propri piedi, eccezion fatta per un bel lancio smarcante che pesca Rodrigo in area di rigore, tuttavia è utile nell'andare in pressione sui portatori di palla del Siviglia. Sparisce misteriosamente nel secondo tempo e non raggiunge la sufficienza.

André Gomes 6 – Non inventa mai il lancio da trenta metri, però è bravo a trovare le giuste geometrie a centrocampo e a “ripulire” i palloni sporchi che orbitano nella sua zona.

Gaitan 6 – Si accende negli ultimi dieci minuti della prima frazione di gioco, giusto in tempo per sprecare una colossale occasione a tu per tu con Beto facendosi rimontare da Fazio. E' uno dei giocatori che crea le occasioni più pericolose e che cerca maggiormente la giocata ma alla lunga la forma fisica lo abbandona . Dal 118' Cavaleiro s.v.

Sulejmani s.v. – Bravo a rompere gli equilibri ad inizio gara con le sue accelerazioni: lo testimonia il fatto che in dodici minuti di gioco causa due ammonizioni ai difensori avversari, purtroppo sul secondo contrasto cade male e s'infortuna ad una spalla costringendolo alla sostituzione. Peccato. Dal 25' André Almeida 5,5 – Si piazza in posizione di terzino destro senza però mai trovare l'affondo giusto nel corso della gara.

Lima 6 – Ha le occasioni migliori tra le file dei portoghesi ma davanti a sé trova o il muro di uno dei difensori andalusi o la prontezza di Beto. Si inventa una bellissima conclusione dalla distanza che impegna in una bella parate l'estremo difensore avversario.

Rodrigo 5 – Molto deludente: non riesce a pungere la difesa avversaria con la propria velocità e rimane spesso avulso dalla manovra d'attacco dei portoghesi. Si rende protagonista di un match anonimo, inoltre sbaglia il suo calcio di rigore.

All. Jesus 6 – Il Benfica parte bene, tuttavia dopo l'infortunio di Sulejmani la manovra dei portoghesi manca di rapidità e gli avversari iniziano ad essere maggiormente pericolosi. Quando i suoi si ricompongono riescono a creare numerosi pericoli al Siviglia, ma senza mai trovare il colpo del ko durante la partita.


Arbitro: Brych 5,5 – Partita decisamente molto fallosa che non riesce sempre a gestire in maniera impeccabile. Sul finale del primo tempo non fischia giustamente calcio di rigore per un presunto contatto Gaitan-Fazio: l'argentino del Siviglia infatti riesce a toccare il pallone nonostante intervenga da dietro. Al 55' invece il penalty a favore del Benfica ci può stare a seguito di uno scivolone di Moreno che travolge Lima.


TABELLINO

SIVIGLIA-BENFICA 0-0  (4-2 d.c.r.)

Siviglia (4-2-3-1):
Beto; Coke, Pareja, Fazio, Moreno; Carriço, M'Bia; Reyes [Dal 78' Marin (Dal 104' Gameiro)], Rakitic, Vitolo (Dal 110' Figueiras); Bacca. All. Unai Emery

Benfica (4-3-3):
Oblak; Maxi Pereira, Luisao, Garay, Siqueira (Dal 99' Cardozo); Amorim, André Gomes, Gaitan (Dal 118' Cavaleiro); Sulejmani (Dal 25' André Almeida) , Lima, Rodrigo. All. Jorge Jesus

Arbitro:
Felix Brych -GER-

Marcatori:
-

Ammoniti:
11' Fazio (S), 12' Moreno (S), 30' Siqueira (B), 98' Coke (S), 100' André Almeida (B)

Espulsi:
-

Note:
Sequenza calci di rigore: Lima gol (B), Bacca gol (S), Cardozo parato (B), Mbia gol (S), Rodrigo parato (B), Coke gol (S), Luisao gol (B), Gameiro gol (S).




Commenta con Facebook