• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Calciomercato Lazio, Rossi: "Mihajlovic? No, avanti con Reja. Zarate rovinato, Petkovic..."

Calciomercato Lazio, Rossi: "Mihajlovic? No, avanti con Reja. Zarate rovinato, Petkovic..."

L'artefice della Coppa Italia vinta con la Sampdoria ha spiegato: "Fosse stato per me non sarei mai andato via"


Delio Rossi (Getty Images)
Matteo Torre Locchetta

14/05/2014 14:19

MERCATO LAZIO DELIO ROSSI MIHAJLOVIC ZARATE / ROMA - Delio Rossi, ex allenatore della Lazio, è intervenuto ai microfoni di 'Radio Manà Sport': "Fosse stato per me non sarei mai andato via e allenerei i biancocelesti ancora oggi. Ringrazio Lotito per l'occasione di entrare a far parte della storia di questo club. Il 12 maggio all'evento 'Di padre in figlio' ho capito ancora una volta cosa significhi essere laziali: ricevo ancora oggi tanti attestati di stima e affetto e questo per me significa tanto".

PANCHINA - "Con Lotito, purtroppo, sono nate delle divergenze: alla vittoria della Coppa Italia sapevo già che sarei andato via. Mihajlovic? Non credo che arriverà, anche se sarebbe l'uomo giusto data la sua lazialità. Penso che resterà Reja, ma sarà ancor più importante che Lotito faccia un grande mercato, unica maniera per uscire da questa situazione incancrenita con i tifosi, che vogliono tornare a sognare come ftto con altri presidenti e altri grandi giocatori".

PETKOVIC E ZARATE -  "Se il tecnico ha preso accordi con la Svizzera evidentemente riteneva conclusa l'esperienza a Roma, ma non credo che il nuovo impegno l'avrebbe distratto più di tanto. Zarate? Con lui serviva il bastone oltre alla carota. Il suo talento è stato rovinato da chi lo ha mal gestito, dal suo staff alla società".

 

 




Commenta con Facebook