• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altre Europee > Punto Russian Premier League, risultati e classifica ventinovesima giornata

Punto Russian Premier League, risultati e classifica ventinovesima giornata

Lo Zenit e la Lokomotiv cadono, il CSKA vola in testa. A San Pietroburgo invasione di campo con aggressione ai giocatori ospiti


L'invasione di campo a San Pietroburgo (Getty Images)

12/05/2014 11:15

PUNTO RUSSIAN PREMIER LEAGUE RISULTATI CLASSIFICA / MOSCA (Russia) – Quando il titolo russo sembrava saldamente nelle mani dello Zenit arriva un colpo di scena semplicemente clamoroso, che ribalta i pronostici a novanta minuti dal termine del campionato. Dopo il pareggio nello scontro diretto in trasferta sul campo del Lokomotiv Mosca lo Zenit crolla in casa contro la Dinamo: a rendere le cose ancora peggiori ci pensa un'invasione di campo di alcuni supporters dei 'Vagabondi' all’87', sul punteggio di 2-4. Nel parapiglia che ne segue uno scalmanato insegue e colpisce al volto il capitano della Dinamo Vladimir Granat, che riporta una commozione cerebrale. Un'altra bruttissima pagina per il calcio russo, in un match che era (giustamente) considerato a rischio considerata l'acerrima rivalità tra le due tifoserie e che l’anno scorso aveva registrato un altro brutto episodio (quella volta si giocava però a Mosca) con un petardo che aveva colpito il portiere dei biancoazzurri Chounine portando alla sconfitta a tavolino per lo Zenit, con annessa squalifica del campo per due giornate. Questa volta le conseguenze potrebbero essere anche peggiori, nonostante lo sforzo di Villas-Boas che si butta nel parapiglia per cercare di calmare le acque e la presa di posizione del club, che condanna gli incresciosi avvenimenti: "Purtroppo – si legge sul sito dello Zenit -, questa non è la prima volta che alcuni gruppi di tifosi hanno causato danni alla nostra reputazione. Ciò costringe il club a cambiare il suo approccio all'interazione con questi gruppi di tifosi. Siamo anche molto preoccupati per la salute del giocatore della Dinamo Mosca Vladimir Granat, e gli auguriamo una pronta guarigione. Attualmente, la polizia e il club stanno lavorando per stabilire l'identità dell'aggressore. La documentazione è già stata preparata per un’indagine penale. Ci scusiamo con tutti i giocatori e tifosi". 

SORPRESA – In attesa di conoscere le decisioni degli organi competenti, quel che sembra certo è che la squadra di San Pietroburgo si allontana in modo inatteso e probabilmente definitivo da uno scudetto che sembrava a un passo. Ma sorprendentemente adesso il favorito numero uno non è la Lokomotiv Mosca: i 'Ferrovieri' non approfittano dei fatti di San Pietroburgo e cadono in maniera fragorosa in trasferta con il Rostov. A beneficiarne è dunque il terzo incomodo: dopo un campionato sotto traccia la squadra che avrà il match point il prossimo giovedì sarà il CSKA del capocannoniere Doumbia, che batte il Tom Tomsk e balza in testa alla classifica. A rendere il finale del torneo ancora più emozionante è anche il calendario, che metterà di fronte l’ex squadra dell'Esercito sovietico proprio di fronte alla Dinamo in un derby che sarà una vera e propria finale.

VERDETTI – Se lo Spartak vede svanire le residue speranze di Europa League, i verdetti più interessanti arrivano dalla coda della classifica, con le retrocessioni matematiche di Volga Novgorod (sconfitta dal Terek Grozny) e soprattutto Anzhi, che con la battuta d’arresto sul campo del Krasnodar saluta la Premier League dopo anni passati a cullare sogni di gloria, prima che il patron Kerimov optasse per un ridimensionamento. I tempi di Roberto Carlos ed Eto’o sembrano lontani anni luce.

 

RISULTATI

Ural-Kuban 2-1: 27’ Acevedo (U), 36’ Ignatyev (K), 84’ Dorozhkin (U);

Samara-Rubin Kazan 0-4: 22’ Wakaso (R), 63’ Mogilevets (R), 74’ Azmoun (R), 90’ Devic (R);

Spartak Mosca-Amkar Perm 1-0: 31’ Movsisyan (S);

Terek Grozny-Volga Novgorod 2-0: 74’ Ivanov (T), 92’ Bokila (T);

Zenit-Dinamo Mosca: sospesa per invasione di campo all’87’ sul punteggio di 2-4;

CSKA Mosca-Tom Tomsk 2-0: 62’ aut. Sabitov (C), 90’ Doumbia (C);

Krasnodar-Anzhi 1-0: 6’ Granqvist (K);

FK Rostov-Lokomotiv Mosca 2-0: 18’ Djakov (R), 68’ Kalachev (R).

CLASSIFICA

CSKA Mosca 61 punti, Zenit* 60, Lokomotiv Mosca 59, Krasnodar 49, Dinamo Mosca* 49, Spartak Mosca 47, FK Rostov 39, Kuban 38, Rubin Kazan 37, Amkar Perm 37, Terek Grozny 32, Ural 31, Tom Tomsk 28, Samara 26, Volga Novgorod 21, Anzhi 20.

*: una partita in meno.

NB: prima classificata: qualificazione in Champions League;

Seconda classificata: preliminari di Champions League;

Terza, quarta e quinta: preliminari Europa League;

Terzultima e quartultima: ai Play-out;

Ultima e penultima: retrocesse.




Commenta con Facebook