• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Calciomercato Sunderland, Giaccherini: "Italia? Meglio la Premier. Voglio restare"

Calciomercato Sunderland, Giaccherini: "Italia? Meglio la Premier. Voglio restare"

L'ex Juventus non pensa ad un ritorno in Serie A dopo una sola stagione Oltremanica



12/05/2014 10:21

CALCIOMERCATO SUNDERLAND GIACCHERINI PREMIER / SUNDERLAND (Inghilterra) - Tornare in Serie A? Emanuele Giaccherini non ci pensa proprio. Il centrocampista ex Juventus, ai microfoni del 'Corriere dello Sport', analizza la sua prima stagione con la maglia del Sunderland e ribadisce la propria volontà di rimanere in Premier: "Il mio primo anno? E' andata bene. Un avvio durissimo, poi siamo risaliti, siamo arrivati in finale di League Cup ed ai quarti di FA. Poi le cose sembravano nuovamente compromesse, ma alla fine ci siamo salvati. Questa squadra in estate è stata smantellata e ricostruita, non è stato facile. Di Canio ha pagato questo".

POYET - "Quando è arrivato, dopo alcune prove tattiche sono finito in panchina. Ho lavorato in silenzio cercando di sfruttare il mio momento che poi è arrivato contro il Chelsea, la svolta per la salvezza".

PREMIER - "Posso dirlo con certezza: è questo il torneo più difficile. Ci sono giocatori e squadre di livello altissimo. Anche lo United settimo è frutto della grande competizione".

FUTURO - "Vorrei rigiocare qui in Premier. Voglio restare e fare ancora meglio con l'esperienza accumulata. Ho ancora tre anni di contratto. Sto bene qui, ma non so cosa succederà. Parlerò con Poyet e vedremo".

ITALIA - "Ho visto gli scontri prima della finale di Coppa Italia. Ho parlato con Mannone, Borini e Dossena e tutti abbiamo detto di essere contenti di restare qui".

NAZIONALE - "Sono grato a Prandelli, mi ha convocato anche contro gran parte della critica. Ora sono a disposizione. Il ct farà le sue scelte per il bene della Nazionale". 

L.P.




Commenta con Facebook